Claas: nuovi Xerion Serie 12, la forza e l’efficienza oltre la potenza

Macchine , Trattori 07/09/2023 -
Claas: nuovi Xerion Serie 12, la forza e l’efficienza oltre la potenza

Maggiore potenza, sicuramente, ma soprattutto maggiore forza e maggiore efficienza. Importanti novità sono arrivate all’interno della famiglia Xerion, cavallo di battaglia di casa Claas nel segmento dei trattori di altissima potenza e grandi dimensioni, oggi arricchita dall’ingresso della imponente serie Xerion 12: due nuove ammiraglie, i modelli Xerion 12.590 e 12.650, caratterizzati da potenze massime rispettivamente di 585 e 653 cavalli e pensati con l’occhio rivolto in primo luogo al mercato nordamericano ma anche all’Europa centro-occidentale, al Sud America e all’Australia.

Claas Xerion 12650

Presentati un anteprima alla stampa europea lo scorso luglio da Claas in Germania, presso la sede di Harsewinkel (nella foto sopra), come nuova proposta di forte spicco tra quelle che verranno lanciate in occasione della prossima edizione di Agritechnica, i due nuovi Xerion più potenti della scuderia tedesca, che dispongono di un pacchetto delle tecnologie più all’avanguardia made in Claas, sono stati progettati e sviluppati per i lavori più impegnativi, come il traino di attrezzature per la lavorazione del terreno e di seminatrici pneumatiche di grandi dimensioni, oppure trasporti.

 

DUE NUOVI MODELLI, XERION 12.590  DA 585 CAVALLI E XERION 12.650 DA 653 CAVALLI,  CAPACI DI SUPERIORI PRESTAZIONI A 360 GRADI
Claas Xerion 12.590 da 585 cavalli

Xerion 12.590 da 585 cavalli

Tra i loro tratti distintitivi si segnalano l’efficiente concetto di lavoro a basso regime motore 2.0, l’enorme capacità idraulica che raggiunge i 537 litri al minuto, la nuova cabina ampiamente maggiorata nello spazio, il sistema di assistenza all’operatore Cemos. Senza dimenticare le versioni Terra Trac, equipaggiate di cingoli ammortizzati di nuova concezione, grazie ai quali i trattori guadagnano in termini di trazione, operatività e comfort di guida.

Quattro i criteri guida, in sintesi, che hanno ispirato lo sviluppo della nuova serie Xerion 12. A partire dalla maggior redditività, conferita dal basso consumo di carburante, dai limitati costi di manutenzione e usura e dall’elevato valore di rivendita.

Superiore forza di trazione, poi, grazie alla coppia elevata, all’ampia area di contatto con il terreno, alla distribuzione ottimale dei pesi (50:50) in tutte le condizioni operative e alla suddetta rimarchevole potenza idraulica. E ancora, maggiore comfort legato, oltre che all’ampia cabina panoramica con sospensione a quattro punti e ai cingoli ammortizzati, al confortevole sterzo, associato ad un più avanzato livello di assistenza per merito della dotazione tecnologica formata dalle soluzioni Cebis, CMotion, Cemos e GPS Pilot Cemis 1200.

Resta in carica il collaudato concetto base, derivato dai modelli Xerion 4200, 4500 e 5000, espresso in un telaio centrale imbullonato ad alta resistenza e in due assi sterzanti, per la massima stabilità e precisione di sterzata senza spostamenti laterali della cabina o impatti sulle attrezzature, anche se adattato per essere idoneo a gestire la maggiore potenza, il peso più elevato e, nella versione Terra Trac, la maggiore larghezza dei cingoli.


Leggi anche >>> Tre modelli e tre motori per i nuovi Xerion di Claas


 

XERION 12.650 – IL PIU’ POTENTE TRATTORE CON TRASMISSIONE CONTINUA OGGI SUL MERCATO  

Claas Xerion 12650

Quanto al concetto di lavoro a basso regime, rappresenta il frutto della perfetta sinergia e coordinazione realizzata tra l’efficiente propulsore ad alta cilindrata che muove la nuova serie Xerion 12 – dove il modello 12.650 con il suoi 653 cavalli, si sottolinea in casa Claas, rappresenta attualmente il trattore a trazione integrale con trasmissione a variazione continua più potente sul mercato – e la trasmissione, con il corollario dell’impianto idraulico ad alte prestazioni.

 

MOTORE MERCEDES-BENZ A SEI CILINDRI DA 15,6 LITRI CHE SI AVVALE DEL CONCETTO DI LAVORO A BASSI REGIMI 2.0

Sul fronte motorizzazione sotto ai cofani alloggia  il propulsore a sei cilindri in linea Mercedez-Benz OM473 LA da 15,6 litri (già noto per la sua presenza sulle trince semoventi Jaguar e sulle mietitrebbie Lexion), Stage V, con tecnologia turbo compound con turbocompressore wastegate, in grado di erogare, appunto grazie al concetto a basso regime 2.0, le potenze massime già a partire da 1.600 giri al minuto, mentre la coppia massima – ben 3.100 newtonmetri sullo Xerion 12.650 –  è disponibile già a 1.300 giri al minuto. Il regime minimo è impostato a soli 650 giri al minuto.

 

CONSUMI E MANUTENZIONE RIDOTTI

Da rilevare sia la capacità del serbatoio del carburante dei nuovi Xerion, pari a 1.400 litri (mentre i serbatoi dell’AdBlue possono contenere 90 litri), sia la posizione centrale del serbatoio stesso, che fa sì che la distribuzione dei pesi del trattore non cambi durante la giornata di lavoro, anche quando il livello di riempimento diminuisce.

Degni di nota anche l’aspetto manutenzione di questi motori, con  intervalli di sostituzione dell’olio ogni 1.000 ore di funzionamento e il sistema di post-trattamento dei gas di scarico Stage V esente da manutenzione.

 

TRASMISSIONE CONTINUA CMATIC DI ULTIMA GENERAZIONE

Equipaggiata, come tutti i trattori Claas di alta gamma, con la trasmissione a variazione continua CMatic di ultima generazione, robusta, affidabile e perfettamente adattata per garantire coppia e ridotti consumi, la nuova serie Xerion 12 nella versione gommata Trac (con pneumatici gemellati fino a 800/70 R42)  raggiunge, unica nella sua classe, una velocità massima di 50 chilometri orari e tocca i 40 chilometri orari ad un regime di 1.400 giri al minuto nella versione cingolata Terra Trac. Entrambe le soluzioni trasferiscono la potenza al suolo in modo delicato ed efficiente.

VERSIONI TRAC, CON PNEUMATICI DOPPI FINO A 800/70 R42, E TERRA TRAC CON 4 CINGOLI TRIANGOLARI MADE IN CLAAS INDUSTRIETECHNIK DI PADERBORN

La versione Trac con pneumatici doppi fino a 800/70 R42 arriva ad un’area di contatto con il suolo di notevole ampiezza, praticamente senza eguali tra i trattori gommati.

Claas Xerion 12650 TRAC

Oltre all’effetto multi-pass, alla distribuzione ideale del peso 50:50 indipendentemente dal livello del serbatoio e all’efficiente trasmissione combinata con il concetto di  basso regime motore 2.0, questo riduce il consumo di carburante in misura dell’8-10 per cento all’ora rispetto ad altri concetti di trattori di questa classe di prestazioni.

 

NUOVI GRANDI CINGOLI TERRA TRAC CON COPPIE DI RULLI INTERMEDI MONTATI SUL CARRELLO E BLOCCHI DI SMORZAMENTO TRA LA STRUTTURA PORTANTE E IL SOTTOCARRO

Sulla versione Terra Trac, poi, la novità di grande rilievo è rappresentata dai nuovi grandi cingoli triangolari Terra Trac 400 sviluppati da Claas Industrietechnik di Paderborn. Si tratta di nuovi gruppi cingolati a trazione positiva messi a punto appositamente per la serie Xerion 12 allo scopo di soddisfare le più esigenti richieste degli utilizzatori in termini di trasmissione della potenza, protezione del suolo e comfort.

I robusti assali sterzanti con due cilindri sterzanti ausiliari per assale e le grandi ruote motrici trasferiscono delicatamente la potenza alle cinghie di trasmissione, impegnando contemporaneamente otto denti.

La struttura in due parti del telaio dei cingoli consente alle due coppie di rulli intermedi, montati sui carrelli, di adattarsi alla conformazione del terreno indipendentemente dal telaio principale, mentre grandi blocchi di smorzamento in gomma tra la struttura portante e il sottocarro attutiscono efficacemente urti e vibrazioni.

 

STERZATA PRECISA E CONFORTEVOLE CON FUNZIONE DYNAMIC STEERING

Grazie ai due loro assi sterzanti, inoltre, i Trac e Terra Trac sterzano in modo stretto e preciso, con la cabina e il sollevatore posteriore che rimangono a metà dell’asse. Il comportamento dello sterzo è simile a quello dei trattori standard: le manovre di sterzo e le operazioni di svolta sono facili da eseguire per l’operatore, con una formazione minima di carreggiata.

Da segnalare poi la funzione Dynamic Steering, che dimezza il numero di giri del volante necessari per ottenere la sterzata massima durante il lavoro sul campo e riduce ulteriormente la forza da imprimere sullo sterzo.

 

POTENTISSIMA IDRAULICA A BASSO NUMERO DI GIRI PER LE APPLICAZIONI PIÙ IMPEGNATIVE: PORTATA MASSIMA DI 537 LITRI AL MINUTO UTILIZZANDO TRE POMPE LOAD SENSING E DUE DISTRIBUTORI PRIORITARI IN GRADO DI EROGARE FINO A 140 LITRI AL MINUTO

Claas Xerion 12650

Inserito nel concetto di funzionamento a basso regime 2.0, l’impianto idraulico ancora più potente dei nuovi Xerion 12 dispone di un massimo di tre pompe load-sensing che mettono al servizio delle utenze esterne una portata d’olio che arriva a 537 litri al minuto anche a bassi regimi (1900 giri al minuto) – valore attualmente non raggiungibile, rileva il costruttore tedesco, da nessun altro trattore sul mercato – cosicché anche le seminatrici pneumatiche più larghe, con un fabbisogno d’olio sempre elevato, possono funzionare in modo ancora più efficiente a un regime motore notevolmente ridotto.

Fino a otto i distributori posteriori a doppio effetto, con distributori prioritari in grado di fornire fino a 140 litri al minuto alle utenze più esigenti e, per il massimo comfort dell’operatore, la portata di ogni distributore viene visualizzata nel terminale Cebis graficamente.

AMPLIATA CABINA, ORA LA PIÙ GRANDE DEL SEGMENTO DEI TRATTORI PREMIUM XXL, CON NUOVA SOSPENSIONE A 4 PUNTI E OTTIMIZZATA VISIBILITÀ

E proprio il massimo comfort di utilizzo ha rappresentato, come detto, una delle assolute priorità nello sviluppo della nuova serie Xerion 12, il che ha indotto gli ingegneri Claas ad allungare di 27 centimetri nella parte anteriore la cabina, che è diventata così il centro di comando più grande del segmento dei trattori premium XXL. Rappresenta una novità anche la sospensione a quattro punti della cabina, che offre un livello di comfort decisamente nuovo in questa classe di prestazioni, ammortizzando gli impatti e contrastando i movimenti di rollio.

La cabina, inoltre, è stata ulteriormente disaccoppiata dal telaio, così da ridurre significativamente l’impatto del rumore e delle vibrazioni della trasmissione e del telaio sul conducente.

Anche la visibilità è stata ottimizzata, grazie al sistema di post-trattamento dei gas di scarico e all’impianto di scarico completamente integrati nel lato destro del telaio sotto la cabina, nonché al sottile piantone dello sterzo slanciato.

Da segnalare, poi, la possibilità di ruotare il sedile – disponibile a richiesta con rivestimenti in cotone o pelle di alta qualità  – di 40 gradi a destra per avere una visuale perfetta sugli attrezzi collegati e di 10 gradi a sinistra. I poggiapiedi, inoltre, possono essere montati in fabbrica dietro il piantone dello sterzo e sul montante A destro.

 

AVANZATO SISTEMA DI ASSISTENZA ALL’OPERATORE CEMOS INTEGRATO NEL TERMINALE TOUCHSCREEN CEBIS

Le funzioni chiave dello Xerion 12 vengono gestite e monitorate tramite il bracciolo ergonomico con leva di comando multifunzione CMotion e il terminale touchscreen Cebis, in cui è integrato il succitato sistema Cemos di assistenza all’operatore e di ottimizzazione dei processi basato sul dialogo e sull’autoapprendimento.

 

EVOLUTO PACCHETTO PER APPLICAZIONI ISOBUS E AGRICOLTURA DI PRECISIONE, GESTITO ATTRAVERSO IL TERMINALE CEMIS 1200 DA 12 POLLICI

La nuova serie Xerion 12 di Claas è inoltre  dotata di un pacchetto personalizzabile per applicazioni ISOBUS e agricoltura di precisione, con possibilità di scelta tra il sistema di autoguida GPS Pilot con diversi sistemi di correzione, la gestione delle attività online e offline e le applicazioni di Precision Farming con il controllo delle sezioni e le applicazioni a rateo variabile (VRA).

Tutte le funzioni mirate ad un lavoro moderno, preciso e specifico per il sito vengono controllate attraverso il terminale Cemis 1200 da 12 pollici, che, per supportare nella guida satellitare ed eseguire le applicazioni di Precision Farming, utilizza il concetto di controllo Cebis e che semplifica la gestione delle rotte e dei passaggi di riferimento.

Con Claas connect, poi, le nuove licenze o attivazioni possono essere trasferite direttamente al terminale online, al pari delle attività che includono tracce predefinite o mappe di prescrizione, trasferibili direttamente dai sistemi informativi di gestione aziendale collegati (Claas API).

 

© Barbara Mengozzi

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori
Meccagri.it - Social media
Seguici su Facebook Seguici su Instagram Seguici su Youtube Seguici su Twitter