Eima Digital Preview: duemila imprese aprono i loro stand virtuali in 3D

Eventi 23/07/2020 -

Forte di 43 edizioni di successo alle spalle, l’Eima intercetta il futuro e si sdoppia dando vita ad una rassegna interamente virtuale, che precede di qualche mese quella “in presenza”.

Nasce così Eima Digital Preview (EDP), in programma dall’11 al 15 novembre, primo evento di meccanica agricola a livello mondiale interamente mediatizzato con piattaforma e tecnologie digitali, ma anche primo appuntamento fieristico del 2020 dopo l’emergenza Covid-19.

«Sarà un’esperienza all’avanguardia, coinvolgente e del tutto originale, accelerata per qualche verso dall’emergenza sanitaria Covid-19 ma comunque frutto di un percorso evolutivo in atto già da tempo­», hanno dichiarato visibilmente soddisfatti gli organizzatori di questa affascinante anteprima digitale nel corso della conferenza stampa di presentazione che si è svolta ieri pomeriggio in diretta streaming (nella foto sopra).

In altre parole, Eima International, che già veniva da una fase importante di riposizionamento e di rivisitazione complessiva della propria strategia, ha deciso ulteriormente di sfidarsi portandosi dietro il seguito del valore del proprio brand a livello internazionale e la forza delle imprese di settore.

 

UN VIAGGIO IN UN’ALTRA EIMA CHE COMPLETA E SI AGGIUNGE ALL’EVENTO REALE

«Si tratta di una piattaforma quasi interamente tridimensionale – ha tenuto a precisare Simona Rapastella (nella foto sopra), direttore generale di FederUnacoma, l’associazione italiana dei costruttori di macchine agricole organizzatrice di Eima International e di EDP – che non vuole assolutamente essere la riproposizione virtuale della fiera reale, abbiamo a che fare infatti con un’altra dimensione e un altro viaggio in un universo di prodotti, servizi e aziende capaci di sfruttare nuove opportunità di business»

Per cinque giorni, dunque, le aziende espositrici di Eima International accenderanno i riflettori dei propri stand virtuali, accessibili da tutti i Paesi del mondo con copertura totale “h24”.

 

LE TRE PORTE: I PIANETI MERCEOLOGICI, CONTATTA IL TEAM E L’AGORÀ

Ma vediamo più da vicino cosa accade al visitatore che arriva sulla piattaforma EDP.

Per dare inizio al viaggio bisognerà varcare una delle tre porte che rappresentano i tre snodi nei quali si articola la dimensione digitale di Eima: i Pianeti Merceologici, che equivalgono alla parte espositiva, Contatta il Team, che è la sezione riservata all’interfaccia dell’organizzazione con i visitatori e l’Agorà, la sezione relativa a convegni ed eventi.

 

SPAZI ESPOSITIVI STRUTTURATI IN HALL VIRTUALI

Varcando la prima porta il visitatore accede a una “costellazione” di quattordici pianeti, ciascuno dei quali corrisponde a una delle categorie merceologiche presenti a Eima International.

Una volta localizzata la singola casa costruttrice fra i duemila spazi digitali – uno per ogni azienda partecipante ­– il visitatore viene accolto da un avatar e fa il suo ingresso in un’ampia hall virtuale, brandizzata con il logo dell’azienda e arricchita con suggestivi elementi di ambientazione.

All’interno della hall hanno grande evidenza sia il video istituzionale, che racconta storia e attività produttiva dell’azienda, sia la presentazione dei prodotti di punta da essa realizzati. Proprio come in uno stand reale, la room prevede uno spazio dedicato agli incontri con gli operatori, mentre altri tre elementi grafici visualizzati come piccole torri permettono di accedere al catalogo della ditta, al link del sito aziendale, alla chat con gli operatori dell’impresa e all’agenda per fissare degli appuntamenti.

 

PREVISTE SEI TIPOLOGIE DI STAND

Questi sono gli elementi base comuni a tutti gli spazi virtuali, ma design, architettura e superficie degli stand variano in funzione dei metri quadri assegnati a ciascuna azienda per la rassegna fisica di febbraio.

Sei i layout previsti. «Le room più strutturate, a pianta ovale o circolare, sono multipiano – ha spiegato Simona Rapastella – e permettono di arricchire gli spazi con contenuti aggiuntivi quali un secondo video aziendale o la presentazione tridimensionale dei modelli di punta».

«La piattaforma sarà “viva” – ha aggiunto Rapastella –, ci saranno richiami sonori, visivi ed emozionali e l’attenzione verrà mantenuta sempre alta».

 

L’AGORÀ, UN “ATENEO” PER CONOSCERE L’AGROMECCANICA

Chi accede attraverso la porta Contatta il Team potrà invece interagire con il tema Eima e FedrUnacoma per qualsiasi esigenza.

Per finire, l’Agorà è stata sviluppata come una vera e propria arena, perfetto punto di incontro tra visitatori, aziende ed esperti del settore, al cui interno sarà possibile seguire appuntamenti iniziative, informazioni a tutto campo sull’agromeccanica a livello internazionale.

Enti, associazioni e case editrici specializzate daranno vita nei cinque giorni della Preview Digitale ad un calendario di eventi on-line, interessanti non soltanto per i temi scelti ma anche per le modalità di presentazione accattivanti e per i linguaggi innovativi.

 

B2B AREA, UN VOLANO PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE

All’interno dell’Agorà troverà spazio la B2B Area, gestita dal team Eima, in collaborazione con ICE Agenzia e Maeci e riservata all’organizzazione di B2B con operatori esteri. Si punta al coinvolgimento di 250 operatori economici provenienti da più di 40 Paesi nell’arco di 10 giorni di incontri: un target scelto attentamente sulla base delle potenzialità della nostra meccanizzazione nei diversi mercati e che vede tra i Paesi core Messico, Canada e Russia.

In questo senso la Preview farà da ponte verso l’edizione 2021 della kermesse bolognese, in grado di attivare il business del settore e di traghettarlo verso l’anno nuovo.

 

© Barbara Mengozzi

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori