MENU

Farmet: nuovo coltivatore Fantom Pro 1250, 12,50 metri di larghezza di lavoro

By at Luglio 13, 2016 | 10:43 | Print

Farmet: nuovo coltivatore Fantom Pro 1250, 12,50 metri di larghezza di lavoro

In procinto di celebrare l’anno prossimo il 25esimo anniversario della sua fondazione, Farmet – il costruttore ceco specialista nell’ambito della preparazione del terreno e della semina – non nasconde le proprie aspirazioni a giocare un ruolo sempre più importante sul mercato globale grazie ad una gamma di macchine dal consistente contenuto di innovazione tecnica, e come tali in grado di combinare spiccata multifunzionalità ed efficienza.

Ma attualmente in casa Farmet l’impegno è rivolto anche allo sviluppo di attrezzature caratterizzate da notevole capacità di lavoro, destinate alla fascia più alta del mercato.

 

PROTAGONISTA A TECHAGRO

FARMET_fantom_pro_69

Emblematico di questo nuovo corso della società risulta il moderno e versatile coltivatore Fantom Pro 1250, presentato al pubblico in anteprima nazionale già pronto per le vendite – dopo il debutto in versione prototipale ad Agritechnica 2015 – in occasione dell’ultima edizione di TechAgro, la fiera internazionale di tecnologia agricola andata in scena dal 3 al 7 aprile scorsi a Brno, nella Repubblica Ceca.

Anzi il vero protagonista del ricco stand allestito da Farmet per TechAgro è stato proprio questo coltivatore universale di nuova generazione, premiato con la nomina al Grand Prix del salone ceco.

 

LARGHEZZA DI LAVORO DI 12,50 METRI, PER TRATTORI DI 550-650 CAVALLI

FARMET_fantom_pro_57

Contraddistinto da una larghezza di lavoro di 12,50 metri (la più ampia di un range che include anche larghezze di 6, 8 e 10 metri) e da una larghezza di trasporto su strada che non supera i 3 metri (altezza massima di trasporto: 4 metri), il Fantom Pro 1250 è abbinabile a trattori dalle potenze di 550-650 cavalli.

 

ELEVATA POLIVALENZA

FARMET_fantom_pro_49

Dotato di robusto telaio, il nuovo coltivatore di Farmet, in grado di operare sia su terreni secchi sia su terreni umidi, si segnala soprattutto, come detto, per la sua polivalenza: si tratta infatti di una attrezzatura progettata per la lavorazione sia superficiale sia profonda del suolo, vale a dire per l’interramento rapido delle stoppie o dei residui colturali come pure per la coltivazione con intensa miscelazione fino a 15 centimetri di profondità. Ideale inoltre, grazie alla sua concezione e ai numerosi vomeri, per la preparazione del letto di semina.

 

CINQUE FILE DI DENTI FLESSIBILI

A caratterizzare il coltivatore Fantom Pro 1250 sono cinque file di denti flessibili e una luce da terra di 660 millimetri, oltre che una particolare resistenza agli intasamenti dovuta all’ottimo deflusso delle zolle di terreno fra le ruote anche in condizioni di umidità.

 

RULLI POSTERIORI FACILMENTE RIMOVIBILI IN TEMPI RAPIDI

FARMET_fantom_pro_93

Altro tratto saliente è rappresentato dalla possibilità di operare anche senza rulli posteriori di compattamento, che vantano una pressione al suolo regolabile a seconda delle esigenze e sono facilmente e velocemente rimovibili grazie al sistema di sgancio rapido di cui sono provviste le loro cerniere.

Non a caso il modello Fantom Pro 1250 in esposizione a TechAgro era equipaggiato con quattro differenti tipi di rulli posteriori, in modo da poter dimostrare la semplicità di montaggio e smontaggio.

 

DIECI RUOTE CON REGOLAZIONE IDRAULICA DELLA PROFONDITÀ DI LAVORO

Tra le ulteriori avanzate prerogative del coltivatore Fantom Pro 1250 – il cui rendimento, sottolinea Farmet, arriva fino ai 15 ettari lavorati in un’ora – vanno menzionate, in vista di una guida precisa in profondità della macchina, le dieci ruote con costante regolazione idraulica della profondità di lavoro. Regolazione che viene con comodo effettuata direttamente dalla cabina del trattore.

 

© riproduzione riservata
 

 

Attrezzature , ,

Related Posts

Comments are closed.