Fendt: fino a 673 cavalli con la nuova generazione di cingolati 1100 Vario MT

Primo piano 19/11/2020 -

Grande rinnovamento in casa Fendt anche per i cingolati della serie 1100 Vario MT, sempre più potenti, efficienti e provvisti di un sempre più nutrito pacchetto di tecnologie innovative.

Ampliata, innanzitutto, la gamma di potenza dell’ultima generazione di big su cingoli dell’offerta trattoristica del marchio tedesco, declinata in quattro  modelli (1151 Vario MT, 1156 Vario MT, 1162 Vario MT e 1167 Vario MT) a coprire un range di potenze che va da 511 cavalli fino ai 673 cavalli elargiti dal modello di punta 1167 Vario MT, che vanta così, sottolinea il costruttore, la massima potenza offerta da un trattore cingolato con cambio a variazione continua.

 

MOTORI MAN A SEI CILINDRI CONFORMI ALLO STAGE V

I primi tre modelli sono mossi da un motore Man a sei cilindri con una cilindrata di 15,2 litri, mentre è un propulsore Man a 6 cilindri da 16,2 litri di cilindrata di maggiori dimensioni, per garantire sicurezza di impiego e performance in qualsiasi campo di applicazione, ad azionare il top di gamma, appositamente concepito per impieghi con un’elevata richiesta di potenza di utenze secondarie (ad esempio una potenza elevata dell’impianto idraulico con seminatrici pneumatiche).

Entrambi i motori sono conformi alla Fase V della normativa europea sulle emissioni grazie al ricircolo dei gas di scarico, al catalizzatore di ossidazione diesel (DOC), al filtro antiparticolato (DPF) e alla rinomata tecnologia SCR (Selective Catalytic Reduction per la riduzione di azoto). L’intervallo di manutenzione è stato inoltre esteso a 500 ore. La ventola idraulica, poi, consente un raffreddamento ottimale del motore indipendentemente dal numero di giri, con un netto incremento dell’efficienza.

 

PRESTAZIONI ELEVATE RISPARMIANDO CARBURANTE

Sempre in primo piano anche sulla rinnovata serie cingolata 1100 Vario MT il concetto Fendt iD “coppia elevata-bassa velocità del motore” ­– introdotto per la prima volta sui 900 Vario – regolato per riserve di potenza elevate, al fine di ridurre il consumo di carburante. A velocità parsimoniose nei consumi di 1.500 giri al minuto, infatti, il motore può raggiungere una coppia massima di 3.100 newtonmetri.

 

TRASMISSIONE VARIODRIVE ADATTATA AI REQUISITI SPECIALI DI UN TRATTORE CINGOLATO

In sinergia con il vigoroso motore Man e perfettamente coordinata nella tecnologia, poi, opera – ereditata dai modelli delle serie 900 e 1000 Vario – l’innovativa trasmissione a variazione continua VarioDrive di comprovata efficienza.

Il funzionamento del cambio è simile a quello dei trattori su ruote. A differenza però di questi ultimi, sui quali la trasmissione idromeccanica agisce direttamente su entrambi gli assali, sui cingolati 1100 Vario MT, a causa dell’assenza dell’assale anteriore, i due motori idraulici di Vario Drive agiscono sull’assale posteriore e funzionano entrambi in modo indipendente.

In assenza di carico, il motore idraulico 2 viene inoltre completamente e automaticamente disaccoppiato a velocità elevate, evitando tensioni in strada e in curva e consentendo una ottimizzata forza di trazione.

 

IL PESO ADEGUATO PER QUALSIASI TIPO DI IMPIEGO

In vista della massima versatilità di impiego del potente trattore cingolato di Fendt, poi, vengono offerte varie e flessibili opzioni di zavorratura: sulle ruote motrici posteriori, sulla ruota di guida anteriore e, tramite pesi aggiuntivi, sui lati della cingolatura e sul frontale con zavorre anteriori di diverse dimensioni.

Così il 1100 Vario MT con zavorratura leggera e velocità elevate sul campo è in grado di trainare una seminatrice di precisione oppure può essere impiegato con zavorratura pesante e velocità ridotta per la lavorazione impegnativa del terreno.

 

NUOVA SOSPENSIONE SMARTRIDE+ CON SISTEMA DI COMPENSAZIONE DEL LIVELLO

Per la sua serie 1100 Vario MT di nuova generazione Fendt ha rinnovato completamente la sospensione SmartRide, già apprezzata sui cingolati 900 Vario MT, adattandola allo specifico segmento di potenza ed integrandola. La nuova versione SmartRide+ comprende dunque due cilindri idraulici – controllabili direttamente dalla cabina per abbassare la parte anteriore del veicolo, in modo da poter facilmente agganciare e sganciare la zavorra senza utilizzo di attrezzi – che compensano gli spostamenti di peso durante il processo di lavoro, cosicché il trattore dispone della forza di trazione massima sul campo senza alcuna interruzione.

Da segnalare, inoltre, che nella cingolatura sono applicati quattro rulli intermedi di lunga durata, rivestiti da un composto in poliuretano (brevettato) che garantisce elevata resistenza al calore e alle rotture, oltre a risultare di facile sostituzione. Si tratta di rulli capaci di adattarsi ai profili del terreno con elevata flessibilità, massimizzano in tal modo la trazione.

 

BARRA DI TRAINO OSCILLANTE E SOLLEVATORE POSTERIORE OSCILLANTE PER MAGGIORE PRECISIONE

Tra le innovazioni di maggiore interesse introdotte sui cingolati della serie 1100 Vario MT si evidenziano la barra di traino oscillante – l’unica nel suo genere sul mercato, viene fatto notare in casa Fendt – e il sollevatore posteriore oscillante.

L’oscillazione della barra di traino può essere di 28 gradi in entrambe le direzioni, mentre il sollevatore posteriore oscillante con aggancio a tre punti presenta un raggio di movimento di 12 gradi in entrambe le direzioni. Il punto di rotazione dell’attrezzo si sposta rispetto al punto di rotazione del trattore e, in combinazione con il sistema di guida parallela, l’attrezzo avanza con una precisione nettamente maggiore e, laddove si incontri un ostacolo sul terreno che può spostare lateralmente l’attrezzo stesso, questo può deviare senza che il trattore cingolato esca dalla carreggiata.

Con la barra di traino oscillante e il sollevatore posteriore oscillante, il Fendt 1100 Vario MT mette in risalto i suoi punti di forza anche su aree con molte curve o bordi campo irregolari, grazie alla capacità di seguire con particolare accuratezza il profilo del terreno anche in caso di impiego di attrezzi di grandi dimensioni. Con questi due equipaggiamenti, inoltre, la forza richiesta per lo sterzo risulta minore, registando quindi una netta riduzione dell’usura, come pure una maggiore velocità di lavorazione ed una superiore efficienza e precisione del lavoro delle attrezzature combinate.

 

IMPIANTO IDRAULICO A DUE CIRCUITI, CON UNA PORTATA FINO A 440 LITRI AL MINUTO

Altissime anche le prestazioni garantite dall’impianto idraulico del nuovo Fendt 1100 Vario MT, dotato di due pompe load-sensing opzionali (da 220 litri al minuto ciascuna), deputate ad alimentare due circuiti separati ed in grado di raggiungere la loro portata massima a 1.700 giri del motore. Entrambe, grazie alle valvole di limitazione della pressione integrali, trasportano nel circuito operativo sempre la giusta quantità di olio con la corretta pressione in rapporto alla domanda, adattando al meglio l’elevata capacità idraulica alla concezione di regime a bassa velocità del motore Fendt iD.

 

VISIBILITÀ E COMFORT DI DOMANDO AD ALTI LIVELLI IN CABINA

Spaziosa, panoramica ed ergonomica, la cabina che equipaggia il cingolato 1100 Vario MT, la stessa adottata sul 900 Vario MT, offre l’elevato comfort di comando classico di Fendt.

I parametri macchina possono essere comodamente controllati e monitorati dal terminale Vario da 10.4 pollici touchscreen e la rapidità del comando è garantita dal rinomato bracciolo multifunzione della casa tedesca con l’efficiente joystick integrato.

 

DISPONIBILITÀ  DEL SISTEMA DI GUIDA PARALLELA VARIOGUIDE

Al pari dei trattori su ruote, il sistema di guida parallela Fendt VarioGuide è ora disponibile anche per i cingolati della serie 1100 Vario MT.

A seconda del sistema di guida parallela e dei servizi di correzione, il trattore corredato di VarioGuide può lavorare con una precisione compresa tra 20 e 2 centimetri, con possibilità di scelta tra ricevitore Trimble e NovAtel di ultima generazione (quest’ultimo è in grado di ricevere anche segnali di satelliti cinesi Beidou, e quindi nel complesso segnali di circa trenta satelliti, riducendo di conseguenza le interruzioni di segnale). Oltre ai noti servizi di correzione, il ricevitore Trimble supporta altri servizi, quali RangePoint RTX™ e CenterPoint RTX™, permettendo di superare un’interruzione del segnale fino a 20 minuti.

 

© Stefania Capponi

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori