Il gruppo francese Burel acquisisce l’italiana Frandent

News 27/07/2021 -

Il gruppo francese Burel, specializzato nella progettazione, produzione e commercializzazione di macchine agricole per la preparazione del terreno, la semina e la concimazione, ha acquisito la maggioranza di Frandent Group, società con sede a Osasco (TO), attiva anch’essa nella progettazione e produzione di macchine agricole.

L’accordo, che porta la data del 1° luglio 2021, prevede inoltre la successiva acquisizione, nel 2025, della restante parte delle quote ancora in capo al fondatore Ezio Bruno.

 

TRA I DUE GRUPPI UNA PARTNERSHIP VENTENNALE

Lo stabilimento Frandent Group a Osasco (TO).

Questa operazione – che si inserisce del progetto “Farming Together”, finalizzato a consolidare la presenza del gruppo Burel in Europa –  è frutto di una partnership nata nel 2001. Frandent Group è infatti attiva, tra l’altro, nella produzione di erpici rotanti da 3 a 8  metri di larghezza per il marchio Sulky, uno dei tre brand del gruppo Burel (gli altri due sono Sky Agriculture e Prolog).

«Storicamente – viene spiegato nel comunicato stampa che dà la notizia –  i produttori di seminatrici non disponevano del know-how necessario alla fabbricazione di erpici rotanti e viceversa. In seguito, con l’introduzione delle seminatrici combinate, i produttori hanno ritenuto necessario includere nella propria offerta soluzioni in grado di integrare seminatrice ed erpice. È per questo motivo che, nel 2001, il gruppo Burel ha iniziato a collaborare con l’italiana Frandent Group, con l’obiettivo di offrire combinazioni di seminatrici integrate». Dall’inizio della partnership, Frandent Group ha prodotto oltre 10.000 erpici rotanti per il marchio Sulky.

Frandent Group è inoltre riconosciuta per la vasta gamma di attrezzature per la fienagione. Infatti, la società è specializzata nella produzione di 23 modelli di spandivoltafieno e ranghinatori-andanatori da 2,00 a 8,40 metri di larghezza.

 

CON LA CESSIONE VIENE GARANTITA LA CONTINUITÀ DI FRANDENT GROUP IN ITALIA

Julien Burel, presidente del gruppo Burel (a sinistra), ed Ezio Bruno, presidente di Frandent Group.

Questo accordo garantisce, da un lato, ad Ezio Bruno, proprietario e amministratore della società, la continuità all’attività di Frandent Group e, dall’altro, a Sulky di assicurare la produzione dei propri erpici rotanti associati alle seminatrici Tramline, Master, Progress e TF anche in futuro.

Entrambi gli imprenditori si dichiarano soddisfatti dell’accordo che contribuisce a garantire la continuità di Frandent Group in Italia.

«Siamo felici di accogliere Frandent Group nella nostra famiglia – ha dichiarato Julien Burel, presidente del Gruppo Burel –.  Frandent Group possiede un vero know-how e una competenza riconosciuta nel campo degli utensili a motore. Ci auguriamo così di consolidare e sviluppare questa attività in Italia».

«Sono molto soddisfatto di vedere la mia impresa famigliare entrare a far parte di un gruppo famigliare. La storia di Frandent Group iniziata da mio padre proseguirà nel tempo e la cessione al gruppo Burel ci permetterà di assicurare il futuro della società – ha commentato a sua volta Ezio Bruno, presidente di Frandent Group –. Accompagnerò questa transizione per garantirne il successo».

Nella foto di apertura: seminatrice combinata Sulky Tramline dotata di un erpice rotante prodotto da Frandent Group.

 

Fonte: Burel Solutions
 
 

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori
trattori breaking news