MENU

John Deere: 5100 GL in versione cabinata, new entry tra gli specializzati

By at maggio 31, 2018 | 15:10 | Print

John Deere: 5100 GL in versione cabinata, new entry tra gli specializzati

SPECIALE MECCANIZZAZIONE PER IL VIGNETO

 

Come avviene ormai puntualmente in ogni edizione, anche quest’anno John Deere partecipa da protagonista ad Enovitis in Campo, portando in quel di Fabbrico una qualificata rosa di specialisti in rappresentanza di una gamma aziendale che si segnala per completezza e capacità di far fronte al meglio ad ogni applicazione in ambito viticolo e frutticolo.

 

LA RINNOVATA SERIE 5G MOTORIZZATA STAGE IIIB

John Deere 5100 GL in versione piattaformata.

 

In grande evidenza dunque tra i filari emiliani, tra conferme e interessanti nuove proposte, gli esemplari di punta della rinnovata serie 5G dotata di motorizzazione Stage IIIB – potenziata dal costruttore in termini di più elevati livelli di potenza, prestazioni e comfort messi a disposizione delle operazioniall’interno di frutteti e vigneti (o comunque laddove venga richiesto un trattore a carreggiata stretta) – tra i quali spicca una attesa novità, ovvero il modello super basso 5100 GL esposto in versione cabinata.

Un’offerta specialistica, quella del marchio del Cervo, che si propone oggi corroborata da un pacchetto di nuove funzionalità e prestazioni, oltre che da un rivisitato design in grado di esaltarne ulteriormente le doti di compattezza, agilità e maneggevolezza. senza nulla cedere sul piano della comodità di guida.

 

NELLE QUATTRO VARIANTI 5GF, 5GN, 5GV E 5GL

E che, sempre derivata dalla proficua partnership con Carraro Divisione Agritalia e pertanto realizzata nello stabilimento di Rovigo, continua a declinarsi nelle classiche quattro varianti: 5GF soluzione ottimale per molteplici attività all’interno di frutteti e vigneti con larghezza interfilare ampia (2-3 metri e anche di più), 5GN, concepita da John Deere per frutteti con filari stretti e vigneti con filari larghi e 5GV, dedicata a vigneti con spazi interfilari molto ridotti (1,8-2,2 metri) grazie ad un raggio di sterzata molto contenuto e ad una larghezza complessiva di soli 1,05 metri (nella versione a due ruote motrici) o di 1,15 metri (a quattro ruote motrici).

Pensata espressamente per un agevole lavoro in frutteti bassi e vigneti a tendone o pergola, infine, la versione 5GL a profilo ribassato si contraddistingue per gli ingombri decisamente limitati e per l’eccellente manovrabilità, conferita da raggio di sterzata particolarmente ridotto abbinato ad una altezza dal centro dell’assale posteriore alla parte superiore del cofano di appena 800 millimetri.

 

NUOVO 5100 GL  CON ASSALE PIÙ STRETTO E CABINA LOW PROFILE

Ed è proprio in questo ambito che si registra come detto la novità più importante esibita ad Enovitis in campo 2018 da John Deere, che presenta alla manifestazione il nuovo modello 5100 GL da 100 cavalli, disponibile oggi anche con un assale più stretto (per una larghezza ridotta a 1,4 metri), equipaggiato dell’inedita cabina low profile omologata – dopo aver superato rigorosi test ed essere stata approvata in base ai rigidi standard di casa John Deere – e installata in fabbrica, idonea ad offrire maggiore comfort e protezione all’operatore.

 

ALTEZZA MASSIMA DI 1,86 METRI

La nuova cabina – l’unica omologata a profilo ribassato del settore, rileva la casa costruttrice, a non necessitare di protezione antiribaltamento supplementare – permette infatti di eseguire in piena sicurezza e tranquillità trattamenti fitosanitari tra un’ampia varietà di filari di frutteti e vigneti nei quali la larghezza o l’altezza del trattore risulta fondamentale per evitare interferenze con il raccolto o i rami, dotata com’è di tutti i requisiti necessari a tal fine – vedi la notevole visibilità anteriore e posteriore, la pressurizzazione e gli ottimali livelli di rumorosità interna – pur mantenendo il suo peculiare profilo basso (il modello cabinato raggiunge un’altezza massima di 1 metro e 86, conservando dunque tutta l’agilità che caratterizza la linea).

 

MOTORI 4 CILINDRI FPT DA 3,4 LITRI

In primo piano poi, accanto al nuovo trattore super basso, i modelli 5105 GN (nella foto sopra) e 5105 GF da 105 cavalli, top di gamma delle rispettive serie, che mettono ancora una volta in luce le valide prerogative della nuova generazione della famiglia di specialisti 5G del Cervo, mossa dai compatti motori Fpt a quattro cilindri da 3,4 litri di cilindrata provvisti di iniezione elettronica e di funzione (opzionale) di gestione intelligente della potenza IPM – che per lavori alla Pto apporta un surplus di 5 cavalli (sui modelli da 105 cavalli) o di 10 cavalli (sui modelli da 90 cavalli) – in grado di contribuire all’incremento della capacità di garantire gli elevati livelli di potenza e di coppia tipici di questi propulsori.

 

SISTEMA DI POST-TRATTAMENTO POSIZIONATO ALL’ESTERNO, A FIANCO DEL COFANO

Propulsori conformi allo standard di emissionamento Stage IIIB grazie all’adozione del filtro antiparticolato Dpf associato al ricircolo dei gas di scarico raffreddato Egr e al catalizzatore Doc.

Da segnalare l’inserimento sotto il cofano delle soluzioni utilizzate per il post-trattamento dei gas di scarico, eccezion fatta per i modelli 5GL (nella foto sopra), sui quali, al fine di mantenere l’altezza ridotta, è stato scelto il posizionamento all’esterno e al fianco del cofano.

Senza dimenticare una capienza del serbatoio gasolio aumentata fino a un massimo di 10 litri e gli intervalli di manutenzione dell’olio idraulico prolungati a 750 ore.

 

RAGGIO DI STERZATA MIGLIORATO FINO AL 15 PER CENTO

Tra gli attributi di maggior rilievo che identificano l’intera nuova gamma 5G, poi, figura – per effetto della riduzione della lunghezza complessiva del trattore e di un angolo di sterzata migliorato fino a 43 gradi (per un raggio di sterzata di soli 3,38 metri) – una incrementata manovrabilità, che si traduce in svolte più strette e rapide, ideali a fine campo, rese ancora più semplici e fluide da soluzioni mirate quali il nuovo acceleratore manuale elettronico e il blocca differenziale sulla console destra.

 

TRASMISSIONE POWRREVERSER 24AV+12RM COMPLETAMENTE RIPROGETTATA

Altro fiore all’occhiello è rappresentato dalla trasmissione elettrica PowrReverser a 24 marce avanti e 12 indietro con inversore sincronizzato, completamente riprogettata per tutti i trattori specializzati della serie 5G, che consente all’operatore di cambiare senso di marcia semplicemente con un dito, senza lasciare il volante e senza premere il pedale della frizione.

Il pulsante di disinnesto della frizione è comodamente posizionato sulla leva del cambio, agevolando il cambio marcia in movimento.

I modelli corredati di trasmissione PowrReverser sfruttano inoltre un super-riduttore a velocità ridotta e coppia elevata per le operazioni che richiedono velocità di avanzamento molto basse.

 

MAGGIORE CAPACITÀ IDRAULICA

Tutti questi specialisti vantano anche una capacità idraulica maggiorata, che arriva adesso fino a 126 litri al minuto, con tre pompe idrauliche; le versioni F, N e V possono essere dotate di quattro distributori posteriori comandati da joystick elettronico o da potenziometri (muniti di temporizzatore e regolatore di flusso) e fino a sette attacchi centrali per alimentare tutte le attrezzature da frutteto e vigneto.

 

MIGLIORI PRESTAZIONI DELLA PTO

Decisamente generosa, poi, l’erogazione di potenza della Pto – sincronizzata di serie e a doppia velocità: 540/540E e 540/1000 giri al minuto, senza trascurare la Pto anteriore elettroidraulica completamente integrata (opzionale) – che permette di gestire al meglio le operazioni più impegnative, così come degna di nota risulta la capacità di sollevamento standard, pari ad un massimo di 2.888 chilogrammi (2.218 sui 5GL).

 

ELEVATO COMFORT NELLE CABINE RIDISEGNATE

Lo spazioso interno della cabina del 5GV.

 

Ancora più confortevoli, infine, si rivelano le ridisegnate cabine di cui sono ora equipaggiati gli specialisti di John Deere, in grado di offrire maggiore superficie vivibile all’operatore: vedi innanzitutto il 10 per cento di spazio in più disponibile sui modelli 5GF e 5GN, ma anche il miglioramento dell’abitabilità della nuova cabina stretta del 5GV, a fronte di un suo ingombro totale contenuto entro un metro.

 

NUOVA CONSOLE DI DESTRA

La riduzione dell’altezza del tunnel di trasmissione in misura del 33 per cento, inoltre, è andata a tutto vantaggio della visibilità panoramica di queste cabine, sigillate e pressurizzate, dotate di un inedito display e di sedile regolabile, al quale si aggiunge a richiesta il sedile con sospensione pneumatica Deluxe.

Rivisitata e più ergonomica anche la disposizione dei comandi, raggruppati in modo intelligente e intuitivo sulla nuova console posizionata sulla destra, in vista di un semplificato controllo di sollevatori, Pto elettroidraulica e distributori.

 

© Stefania Capponi

 

Macchine Trattori , , ,

Related Posts

Comments are closed.