La seminatrice Elektra di Sfoggia fa incetta di premi

Attrezzature 01/04/2014 -
La seminatrice Elektra di Sfoggia fa incetta di premi

Ancora un riconoscimento per Elektra, la seminatrice elettrica di  Sfoggia, che ha ottenuto  la menzione speciale al concorso sulla sicurezza organizzato presso la fiera Agriumbria di Bastia Umbra.

Elektra_Plovdid

Si arricchisce così ulteriormente il carnet di questa macchina innovativa e migliorativa delle condizioni di lavoro, già riconosciuta Novità Tecnica alla fiera della Meccanizzazione agricola di Savigliano e vincitrice del concorso Innovation Competition presso la fiera di Plovdiv in Bulgaria (vedi foto sopra).

 

MASSIMA PRECISIONE

Seminatrice_Elektra3

La grande novità di Elektra consiste nella presenza di un avanzato dispositivo elettronico di controllo, con comando touch screen, che permette di gestire automaticamente la macchina direttamente dalla cabina, garantendo un’elevata precisione di semina, anche a velocità di 15 chilometri orari, ed una ottimale distribuzione dei prodotti geodisinfestanti/microfertilizzanti, insieme alla comodità e alla piena sicurezza dell’operatore.

 

DISPOSITIVO ELETTRONICO CON COMANDO TOUCH SCREEN

 Seminatrice_Elektra2

La console touch screen permette di configurare in modo semplice le impostazioni relative alla semina, la quantità di concime e di geodisinfestante, lo stato di funzionamento dei singoli elementi di semina, la loro esclusione e l’area trattata, garantendo una maggiore produttività con la massima precisione.

Il motore elettrico di nuova concezione, studiato per incrementare le prestazioni della macchina e per ottimizzare il processo di deposizione di semi, viene alimentato in modo autonomo rispetto alla batteria del trattore.

 

VARI TIPI DI TELAIO

Elektra_Sfoggia

La nuova seminatrice può essere dotata di telaio fisso, telescopico, ripieghevole idraulico e a passo variabile; quest’ultimo studiato appositamente per soddisfare le esigenze del mercato che richiede distanze interfilari diverse a secondo della coltura. La macchina può inoltre interfacciarsi con il dispositivo Gps e con il sistema Isobus.

Da segnalare, infine, la nuova colorazione, in linea con la scelta dell’azienda di Montebelluna (Treviso) di abbandonare il giallo-verde per il verde-grigio.

 

© riproduzione riservata

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori
Meccagri.it - Social media
Seguici su Facebook Seguici su Instagram Seguici su Youtube Seguici su Twitter