Meccanizzazione agricola: premiate a Savigliano le aziende “green”

Eventi 20/03/2014 -
Meccanizzazione agricola: premiate a Savigliano le aziende “green”

È stata presentata a Savigliano, nel corso della 33esima Fiera della meccanizzazione agricola, la seconda edizione del Rapporto sulle tecnologie agricole verdi-AgreenCulture, ricerca espressamente dedicata alle innovazioni tecnologiche “green” nella meccanizzazione agricola realizzata da Fondazione Symbola e Coldiretti, in collaborazione con l’Ente Manifestazioni di Savigliano e l’Enama e con il patrocinio del ministero dell’Ambiente.

Insieme a Ermete Realacci e Domenico Sturabotti, rispettivamente presidente e direttore della Fondazione Symbola, e ad Albano Agabiti, della Coldiretti Nazionale, hanno raccontato i dati e i casi di AgreenCulture Gloria Monasterolo, presidente dell’Ente Manifestazioni di Savigliano ed Enzo Pagliano, per la Coldiretti.

 

INNOVAZIONI RISPETTOSE DELL’AMBIENTE

 

L’appuntamento è stato anche l’occasione per premiare le aziende che hanno ricevuto la menzione del rapporto per la loro attenzione alla sostenibilità e all’innovazione verde. Il rapporto e le menzioni nascono da un’indagine qualitativa che racconta la storia di una decina di aziende della meccanizzazione agricola italiana distintesi sul terreno delle innovazioni rispettose dell’ambiente, caratterizzate quindi da una riduzione dei consumi energetici, o dall’ottimizzazione dell’uso delle risorse e delle materie prime, oppure ancora dal minor ricorso all’utilizzo dei prodotti chimici e da un minor impatto sui terreni. Un’indagine per analizzare le tendenze in atto e individuare le linee di innovazione più competitive e promettenti di questo settore.

Il rapporto e le relative menzioni prendono in esame tre categorie: sostenibilità dei processi produttivi, efficienza delle macchine agricole e tecnologie per l’ambiente. Più nello specifico, la capacità delle imprese di produrre beni con un approccio sostenibile è valutata attraverso alcuni indicatori, i più importanti dei quali sono l’analisi del consumo di energia elettrica, la produzione e il recupero dei rifiuti, nonché la valutazione delle emissioni atmosferiche derivanti dai processi produttivi.

L’aspetto interessante che emerge dalla lettura dei dati è che, sia per le emissioni inquinanti sia per la produzione di rifiuti, l’economia italiana si mostra come una delle più sostenibili, collocandosi in entrambi i casi in quarta posizione nello scacchiere comunitario (quinta e settima considerando il solo manifatturiero).

 

PROCESSI PRODUTTIVI E PRODOTTI “VIRTUOSI”

 

Per quel che riguarda il settore della fabbricazione di macchine agricole l’approccio ambientale assume indubbia rilevanza non solo nell’ottica di un miglioramento dell’impatto ambientale che tali macchinari possono produrre sul territorio circostante ma anche in termini di sostegno al settore agricolo per la produzione di beni di più elevato livello qualitativo.

«La leadership italiana anche nel settore delle macchine agricole si è rafforzata nel corso di questi anni scommettendo sulla green economy. All’efficienza dei processi produttivi si affianca quella dei prodotti: le macchine agricole italiane consumano meno, ma permettono anche, ad esempio, di impiegare nei campi meno prodotti fitosanitari. Un settore, quello della meccanizzazione, fortemente orientato all’innovazione che ben rappresenta la vocazione alla qualità iscritta nei cromosomi del made in Italy», ha  affermato Realacci commentando la ricerca AgreenCulture.

 

IN VISTA DI UNA CERTIFICAZIONE

 

«Già oggi, ma lo sarà sempre di più nel prossimo futuro, l’agricoltura è legata a doppio nodo alle tematiche della sostenibilità e della protezione ambientale – ha commenta Liberatori -. Come dimostra il rapporto AgreenCulture, le imprese agromeccaniche italiane stanno cogliendo le opportunità di questa “rivoluzione verde”, guadagnando in competitività sui mercati mondiali grazie a macchine e processi produttivi sempre rispettosi dell’ambiente». L’Enama vuole accompagnare tali esigenze ed ha già avviato progetti di innovazione ed a breve attiverà anche una certificazione in tale direzione.

 

LE AZIENDE PREMIATE

 

In questa seconda edizione hanno ricevuto la menzione del Rapporto sulle tecnologie agricole verdi-AgreenCulture le aziende: Landini-ArgoTractors e Same Deutz-Fahr Italia, menzionate entrambe nella sezione sostenibilità processi produttivi;  Arag, specializzata in accessori per l’irrorazione e Salvarani, che opera da anni nel campo delle tecnologie per il miglioramento delle prestazioni dei macchinari per la protezione delle colture, menzionate per la sezione efficienza dei macchinari agricoli;  Maschio Gaspardo e  Agricolmeccanica premiate nella sezione tecnologie per l’ambiente.

 

Fonti: Ufficio stampa Ente Manifestazioni di Savigliano, Ufficio stampa Symbola, Ufficio stampa Coldiretti Piemonte

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori
Meccagri.it - Social media
Seguici su Facebook Seguici su Instagram Seguici su Youtube Seguici su Twitter