New Holland T3F, i nuovi compatti per la frutticoltura professionale

Macchine , Trattori 05/11/2012 -
New Holland T3F, i nuovi compatti per la frutticoltura professionale

La nuova serie di trattori compatti T3F di New Holland, destinata a impieghi in frutteto, vigneto e oliveto, si compone di quattro modelli: T3.50F, T3.55F, T3.65F e T3.75F. Più leggeri e più corti dei pluripremiati trattori specializzati serie T4000F/N/V, i nuovi T3F si caratterizzano per versatilità e maneggevolezza, pur non avendo nulla da invidiare ai loro “fratelli maggiori” in fatto di dotazioni.

Motore: tutti i modelli della nuova serie T3F montano motori turbo intercooler FPT Industrial S8000 in versione speciale con potenze nominali di 50, 55, 65 e 72 CV a 2.300 giri/min. Si tratta di motori compatti e reattivi, che si ispirano ai gloriosi Iveco della serie 8000, ben conosciuti in ambito agricolo. Prevalentemente meccanici, a 3 cilindri ed emissionati Tier 3, sono alimentabili con 100% biodiesel.

Serbatoio carburante: al serbatoio carburante da 50 litri può essere aggiunto un serbatoio supplementare da 10 litri.

Trasmissione: i T3F montano la trasmissione Synchro Shuttle, disponibile nelle versioni 12 x 12 fino a 30 o 40 km/h (allestimento base) e 20 x 20 fino a 40 km/h con superriduttore. Grazie alle marce ultralente del superriduttore il nuovo T3F è in grado di procedere ad una velocità di 0,11 km/h, ideale per esempio nella messa a dimora di colture specialistiche o nella lavorazione intensiva del suolo con erpici rotanti a bassa velocità, in cui si richiedono velocità di appena 0,2 km/h.

L’inversore sincronizzato facilita e velocizza le inversioni di marcia che possono essere effettuate senza utilizzare la leva del cambio.

Presa di forza: di serie una Pto a 2 regimi, 540 e 540E. A richiesta è disponibile una versione a 3 regimi: 540, 540E e sincronizzato al cambio. Il selettore del regime è montato sulla console. L’inserimento della Pto è comandato da una leva servoassistita che riduce la pressione d’esercizio necessaria per l’innesto della frizione, in modo tale da modulare facilmente e senza sforzo la potenza erogata all’attrezzo.

Impianto idraulico e sollevatore: l’idraulica è concepita per poter azionare attrezzature importanti, sia trainate sia portate. Di serie la pompa idraulica da 52 litri al minuto. È inoltre prevista una seconda pompa indipendente da 32 litri al minuto per lo sterzo, in modo che la pompa principale possa sempre erogare la massima portata idraulica indipendentemente dal carico sul circuito dello sterzo.

Tutti i modelli possono montare fino ad un massimo di 3 distributori idraulici ausiliari. Il sollevatore idraulico ad azionamento meccanico appositamente progettato per la serie T3F è dotato di due cilindri esterni al fine di coniugare il profilo stretto con la capacità massima di sollevamento che raggiunge i 2.277 kg. Il sistema Lift-O-Matic è di serie e consente il sollevamento o l’abbassamento dell’attrezzo nella configurazione di lavoro preimpostata agendo su un unico comando posizionato nella console di destra.

Trazione: tutti i modelli dispongono di serie dell’innesto elettroidraulico della doppia trazione e del bloccaggio del differenziale posteriore e anteriore.

Raggio di svolta: grazie al passo di 186 cm il raggio di svolta è consentito in appena 3,4 metri.

Design e comandi: La presa d’aria e la marmitta sotto cofano assicurano un’ampia visibilità sul cofano spiovente. Il telaio di sicurezza è completamente abbattibile per non ostacolare la visibilità anteriore, con ovvi vantaggi nei frutteti e nei vigneti dove si richiede un trattore dal profilo arrotondato (cofano e parafanghi) per ridurre il rischio di danni alla vegetazione.

La piattaforma sospesa dei nuovi T3F isola efficacemente l’operatore da rumori e vibrazioni. Il posto di guida è stato conceputo facendo riferimento ai numerosi input raccolti direttamente da clienti ed operatori del settore. In evidenza: il sedile regolabile, i comandi collocati in posizione logica e a portata di mano, il cruscotto chiaro e intuitivo. Da segnalare anche come il corpo sollevatore esterno alla trasmissione sia stato progettato per associare il sollevamento alla posizione dell’operatore il più bassa possibile.

Pesi e misure: 1350-1771 (min/max) mm di larghezza fuori tutto, 3.438 mm di lunghezza e un peso totale di 2.200 kg.

Fonte: New Holland

L'azienda del mese
Sotto i riflettori
Meccagri.it - Social media
Seguici su Facebook Seguici su Instagram Seguici su Youtube Seguici su Twitter