MENU

New Holland T6.180 Methane Power: dalla ricerca pionieristica alla produzione in serie

By at Gennaio 9, 2020 | 22:29 | Print

New Holland T6.180 Methane Power: dalla ricerca pionieristica alla produzione in serie

Un ulteriore importante passo in avanti nel suo percorso di continua innovazione e nella sua strategia sostenibile incentrata su una filosofia costruttiva che guarda ad una meccanizzazione agricola che fa sempre più leva, appunto, sulla crescente sostenibilità e sull’utilizzo di energie rinnovabili.

Lo ha compiuto New Holland in occasione dell’ultima edizione di Agritechnica, sede della presentazione del T6.180 Methane Power, il primo trattore alimentato a metano prodotto in serie a livello mondiale.

 

UN POSTO D’ONORE AD AGRITECHNICA 2019

Ad Hannover il nuovo T6.180 Methane Power è andato ad occupare il posto d’onore al centro dell’area dello stand New Holland dedicata alle soluzioni della Energy Independent Farm.

E in effetti il trattore Methane Power rappresenta un autentico pilastro di questo progetto pilota al quale il brand giallo-blu tiene molto, anche perché offre un autorevole esempio di circolo energetico virtuoso: un’azienda agricola, infatti, energeticamente indipendente in grado di coltivare la biomassa per produrre in proprio il biometano necessario alle sue attività e all’alimentazione del T6 Methane Power, all’interno della quale il cerchio, in sostanza, si chiude grazie alla possibilità di utilizzare colture vegetali e scarti di prodotti agricoli per ottenere gas naturale, biometano o energia elettrica poi reintrodotti nel circuito, con emissioni nocive prossime allo zero.

Le aziende zootecniche e lattiero-casearie, in particolare, possono andare ancora oltre, producendo biometano dal letame, sottraendo così CO2 dall’ambiente e pertanto con emissioni di carbonio addirittura di segno zero. Gli agricoltori, inoltre, possono utilizzare i sottoprodotti della biodigestione come fertilizzanti naturali nei loro campi, chiudendo il cerchio dell’economia circolare.

 

UN IMPORTANTE RICONOSCIMENTO PER IL SUO PRECURSORE, INCORONATO “TRATTORE SOSTENIBILE DEL 2020”

Fondamentale tassello anche del programma Clean Energy Leader – attraverso il quale New Holland sta fin dal 2006 promuovendo il miglioramento dell’efficienza e della sostenibilità delle realtà agricole incentivando le bioenergie e l’utilizzo di carburanti alternativi – il T6.180 Methane Power è l’erede diretto del concept di ultima generazione di trattore alimentato a metano “T6 Methane Powered Concept Tractor”, incoronato del titolo di Sustainable Tractor of the Year 2020 (Trattore sostenibile dell’anno 2020), riconoscimento introdotto nell’edizione di quest’anno del concorso Tractor of the Year.

«Possiamo ben dire di essere giunti al culmine della nostra ricerca pionieristica sull’uso di carburanti alternativi tramite la strategia Clean Energy Leader e di aver compiuto un significativo step nel cammino verso la decarbonizzazione dell’agricoltura», ha commentato Carlo Lambro, brand president di New Holland, durante la conferenza stampa organizzata dal marchio di CNH Industrial in seno ad Agritechnica 2019.

 

SUL MERCATO I PRIMI ESEMPLARI NELLA SECONDA METÀ DEL 2020

«Il T6.180 Methane Power esposto ad Hannover è la nostra prima unità prodotta, capofila dei primi esemplari che saranno probabilmente disponibili sul mercato in numero limitato sul mercato dalla seconda metà del 2020, cercando di coprire i principali mercati europei, Italia compresa», ha annunciato Sean Lennon, responsabile Tractor Product Management di New Holland.

«Ci aspettiamo, dati i vantaggi economici e pratici offerti dal T6 Methane Power soprattutto in caso di utilizzo di biometano, un vivo interesse da parte degli operatori e dei fornitori attivi nel settore degli impianti di biogas, nonché degli agricoltori che hanno accesso alla rete di distribuzione del gas naturale. Anche gli enti comunali si stanno dimostrando interessati alla prospettiva di aggiungere questo trattore alle loro flotte di veicoli a gas naturale compresso al fine di ridurre ulteriormente l’impatto delle emissioni».

 

STESSE PRESTAZIONI DELL’EQUIVALENTE A GASOLIO

Avvalendosi del solido know-how vantato da FPT Industrial nella sperimentazione di sistemi di trazione a gas naturale, il T6 Methane Power in mostra ad Hannover adotta un propulsore del brand motoristico di CNH Industrial appositamente sviluppato per le applicazioni agricole. Si tratta del nuovo motore NEF a sei cilindri in linea da 6,7 litri di cilindrata in versione Natural Gas, contraddistinto dal robusto design, con utilizzo di materiali ad alte performance ed una configurazione strutturale adatta a facilitarne il montaggio sui trattori assicurando affidabilità e lunga durata e capace di offrire potenza e coppia massime assolutamente assimilabili a quelle degli equivalenti motori diesel per l’agricoltura.

Alimentato a gas naturale compresso (CNG) o a biometano, è infatti in grado di elargire una potenza massima di 180 cavalli (a 1.800 giri al minuto) ed una coppia massima di 740 Newtonmetri a 1.500 giri al minuto, al pari del suo omologo a gasolio.

Per garantire prestazioni di tutto rispetto associate ad una elevata efficienza (con conseguente sensibile risparmio nei costi operativi), il propulsore sfrutta la tecnologia della combustione stechiometrica e l’iniezione di gas multipunto, sinonimo di combustione stabile e pulita.

 

FORTE ABBATTIMENTO DELLE EMISSIONI COMPLESSIVE E DI QUELLE DI ANIDRIDE CARBONICA

L’efficienza è però raggiunta con profilo di emissioni di anidride carbonica ridotto di almeno il 10 per cento – e pari praticamente a zero nel caso di alimentazione a biometano – e con un abbattimento dell’80 per cento delle emissioni complessive in confronto ad una alimentazione tradizionale.

Il T6 Methane Power produce di fatto, in condizioni reali di lavoro, fino al 99 per cento in meno di particolato (PM) e il 48 per cento in meno di Nox rispetto all’equivalente modello a gasolio: vantaggi ambientali attestati dagli oltre 50mila motori alimentati a gas naturale venduti fino ad oggi in tutto il mondo da FPT Industrial.

Tutto ciò comporta l’impiego di un sistema di post-trattamento conforme alle più recenti norme sulle emissioni semplificato, basato su un singolo convertitore catalitico a tre vie esente da manutenzione. Per di più, rispetto al diesel convenzionale, il livello di rumorosità e vibrazioni durante la marcia risulta drasticamente inferiore.

 

CONSISTENTE RISPARMIO (ANCHE DEL 30 PER CENTO) SUI COSTI DI ESERCIZIO

Fatto sta che, oltre a godere dei vantaggi di ordine ambientale, si ha l’opportunità di tagliare i costi di esercizio anche in misura del 30 per cento grazie al risparmio conseguito rispetto all’acquisto di carburante. Per quanto riguarda gli agricoltori non in possesso delle risorse idonee alla produzione in proprio del biometano, invece, il trattore T6 Methane Power di New Holland può comunque essere rifornito dalla rete di distribuzione “convenzionale” del metano.

Quanto ai serbatoi del gas, sul T6 Methane Power sono collocati nella stessa posizione dei serbatoi del gasolio del cugino diesel, così da mantenere inalterate l’ottimale visibilità e accessibilità alla cabina.

Il serbatoio del carburante sotto la cabina, inoltre, è stato ottimizzato per garantire la stessa scelta di misure di pneumatici di serie e la stessa larghezza della carreggiata, restando ferma la disponibilità di opzioni quali i distributori ausiliari elettroidraulici ventrali.

Al fine di migliorare l’autonomia e prolungare l’orario di lavoro, poi, è disponibile a richiesta il serbatoio “Range Extender”, installabile sul sollevatore o sul portazavorre anteriore, oppure sull’attacco posteriore per l’impiego del caricatore frontale, mentre, grazie agli attacchi per il gas di cui il trattore è dotato nella parte anteriore e posteriore, un serbatoio supplementare può essere eventualmente montato su rimorchi e attrezzi.

 

UN’OFFERTA COMPLETA PER LA ENERGY INDEPENDENT FARM

Numerosi inoltre gli spunti di interesse offerti dall’area espositiva dedicata ad Hannover da New Holland alla Energy Indipendent Farm. Qui, tra l’altro, è stato allestito uno spazio dove i visitatori, attraverso una simulazione, hanno potuto rendersi conto in prima persona dei benefici economici e ambientali ottenibili con il nuovo trattore T6 a metano, calcolando i risparmi sui costi di gestione e gli abbattimenti delle emissioni di CO2 derivati dall’utilizzo di gas naturale o biometano.

In collaborazione con Prodeval – azienda specializzata nel trattamento e recupero del biogas – New Holland, oltre a presentare le infrastrutture impiegate in azienda per la trasformazione del biogas in biometano o per l’utilizzo del gas naturale della rete di distribuzione, ha mostrato come rifornire il T6 Methane Power direttamente in campo con l’ausilio del suo compressore.

Non è mancata neanche una panoramica dell’offerta completa messa a disposizione per la Energy Indipendent Farm da New Holland e dagli altri brand di CNH Industrial: in vetrina, tra l’altro, una trinciacaricatrice foraggera FR920 con testata mais, una pala gommata W170D, un sollevatore telescopico Elite TH7.42, un veicolo commerciale Iveco Daily Natural Power e un motore a gas naturale di FPT Industrial.

 

 
© riproduzione riservata
 
 

 

Macchine Trattori , , , , , ,

Related Posts

Comments are closed.