Nobili: l’ultima evoluzione della gamma Ventis e la nuova trincia SDS Serie 1000 a Eima 2022

Attrezzature 16/11/2022 -
Nobili: l’ultima evoluzione della gamma Ventis e la nuova trincia SDS Serie 1000 a Eima 2022

Elevata specializzazione, vivacità progettuale, innovazione continua e tecnologie sempre più sofisticate e intelligenti, che oggi lasciano crescente spazio all’elettronica, all’informatica e all’interconnessione. Aspetti fondamentali, questi, della filosofia costruttiva e dell’operato della Nobili spa, storica azienda bolognese forte di un’offerta di trince e irroratrici, particolarmente evolute e affermate sui mercati a livello mondiale, che le hanno meritato il ruolo di solido punto di riferimento nei settori della difesa delle colture e della trinciatura.

Ribadendo dunque tutto lo spessore della propria carica innovativa, Nobili ha portato sotto i riflettori di Eima 2022 le sue più recenti novità di punta dedicate agli ambiti che la vedono in veste di accreditata specialista.

 

TECNOLOGIE ALL’AVANGUARDIA NEL SEGNO DELL’ECOSOSTENIBILITÀ

Sul fronte della difesa delle colture procede il suo percorso evolutivo la linea di nebulizzatori pneumatici Ventis, ideali per i trattamenti in vigneti, come pure in frutteti e oliveti, ora in grado di compiere un ulteriore salto in avanti in termini di prestazioni per merito della nuova generazione del “sistema elettrostatico” ES di Nobili, disponibile per tutte le testate della gamma, in vista di un trattamento efficiente e “green” su tutte le colture, e arricchito dei nuovi cannoni elettrostatici che consentono di incrementare l’efficacia del trattamento stesso anche sui filari adiacenti.

Combinando l’elevata capacità di penetrazione dei nebulizzatori pneumatici con il sistema a carica elettrostatica made in Nobili, infatti, si ottengono incrementi di copertura e omogeneità del trattamento, al contempo si riducono le perdite per deriva e a terra. Questo perché, grazie al campo elettrostatico creato su ogni modulo irrorante, è possibile polarizzare le gocce generando una vera e propria attrazione delle stesse su ogni parte della vegetazione.

L’equipaggiamento ES, nello specifico, annovera un rinnovato generatore elettrostatico operante ad elevato voltaggio ed un comando in cabina comprendente un indicatore led di corretto funzionamento.

 

CISTERNA DA 3.000 LITRI PER GLI ATOMIZZATORI TRAINATI GEO E ANTIS

Un’altra novità sempre di sicuro spicco esposta ad Eima 2022 presso lo stand Nobili è rappresentata, in risposta alle esigenze dell’azienda professionale rivolta all’ottimizzazione dei tempi e delle risorse, dalla nuova generazione di atomizzatori trainati Geo e Antis dotati di cisterna in polietilene da 3000 litri di capienza, contraddistinta da moderno design dalle linee ribassate e compatte che rende ottimale l’impiego della macchina anche sulle coltivazioni più vigorose.

La nuova cisterna da 3000 litri si propone corredata di una gamma completa di gruppi ventola, accessori e dotazioni di serie che permettono di adattarla a tutte le condizioni di utilizzo. Vedi in tal senso l’ergonomico premixer e la possibilità di installare sensori di vegetazione per l’apertura/chiusura automatica dei getti.

Atomizzatore GEO 3000 HF in lavoro.

Da segnalare anche il robusto doppio telaio zincato a caldo in acciaio ad alta resistenza, che conferisce all’attrezzatura requisiti di durata nel tempo e di resistenza alle aggressioni chimiche delle parti in ferro, mentre le ruote a bassa pressione risultano in grado di ridurre il compattamento del suolo e il timone sterzante garantisce notevole maneggevolezza. L’abbinamento ai gruppi ventola HF o Antis ad aspirazione anteriore, poi, consente una copertura ottimale anche nelle piante ad alto fusto, associata ad una contemporanea ridotta richiesta di potenza.

Altra interessante caratteristica è legata alla presenza del carter frontale e della protezione inferiore, idonei a mantenere al sicuro i molteplici dispositivi di controllo dell’irrorazione proposti da Nobili, che vanno dalle più semplici regolazioni elettriche della pressione fino alle moderne soluzioni ISOBUS compatibili e alla sensoristica. Sul fronte delle soluzioni tecnologiche più avanzate, va infine citato il Nobili IOT BOX, che rende gli atomizzatori conformi alle agevolazioni previste in ambito di Agricoltura 4.0.

 

ATOMIZZATORI TRAINATI PDF DI NUOVA GENERAZIONE INNOVATIVI E DI SEMPLICE UTILIZZO

In evidenza alla rassegna bolognese anche la nuova linea di atomizzatori trainati PDF, concepita e realizzata con lo scopo di fornire all’operatore una macchina innovativa e di semplice utilizzo. Disegnata in casa Nobili, la nuova cisterna principale è disponibile nelle capacità di 1.000, 1.500 e 2.000 litri e presenta tre volumi indipendenti (cisterna principale, lava impianto e lavamani) integrati in un unico corpo.

Inseriti su un robusto telaio zincato a caldo, gli organi del nuovo atomizzatore PDF beneficiano di una semplificata manutenzione grazie all’ampio vano pompa: una pompa in cataforesi, da 120 litri al minuto, che garantisce resistenza agli agenti chimici più aggressivi. Il doppio agitatore pneumatico, inoltre, consente una miscelazione efficace del prodotto anche nelle soluzioni più concentrate e ad incrementare l’efficacia del trattamento provvede il gruppo ventola da 850 millimetri con correttore d’aria di serie.

Atomizzatore trainato PDF in lavoro.

Fornito anche nella versione a torre, il nuovo atomizzatore trainato di Nobili risulta in grado di adattarsi a tutti i tipi di coltura. aumentando la penetrazione nelle forme di allevamento a spalliera. Su tutte le macchine, poi, è presente il sistema di lavaggio by-pass, che permette di effettuare il lavaggio del circuito anche a serbatoio principale pieno, senza interferire sulla diluizione del prodotto. Completa la gamma un ventaglio di optional, quali l’omologazione stradale europea, i filtri pre-raggera con attacco lancia, la frizione, il cestello miscelatore in plastica, i deflettori superiori e gli ergonomici comandi elettrici.

 

TRINCIA SDS SERIE 1000 PER LA PACCIAMATURA DEL SOTTOCHIOMA NEI VIGNETI

Trincia SDS serie 1000 in lavoro.

Venendo poi alle ultime proposte formulate da Nobili nell’ambito della trinciatura, presentazione in anteprima assoluta in occasione di Eima 2022 della nuova trincia SDS serie 1000, pensata, in una dichiarata ottica di sostenibilità ambientale, per la pacciamatura con erba, potatura, cover crops e colture da inerbimento in frutteto, vigneto e oliveto, in vista di un incremento della sostanza organica associato ad un apporto di azoto nel terreno lungo la fila delle piante.

Così, dopo più di quindici anni di esperienza e commercializzazione del sistema brevettato Side Delivery System, la casa costruttrice emiliana accresce la famiglia di trince SDS con la performante serie 1000, disponibile nelle larghezze di lavoro di 2600, 2800 e 3100 millimetri con scarico bilaterale, che consente la pacciamatura del sotto chioma e la contemporanea pulizia interfilare, anche in presenza di potatura.

Caratterizzate dalla doppia coclea di grandi dimensioni e dall’ampia apertura frontale, le nuove trince SDS sono in grado di processare elevate quantità di materiale e di creare andane simmetriche da entrambi i lati in un’unica passata. Appoggiano inoltre su un rullo, con fondelli smontabili, che ne regola l’altezza di lavoro e sono dotate di regolazione idraulica della velocità delle coclee, al fine di adeguare la portata di biomassa alla velocità del trattore e al volume del materiale da trinciare. Ulteriore prerogativa: la presenza di due cofani che facilitano pulizia e manutenzione della macchina, equipaggiata di attacchi di seconda categoria collegabili ai bracci del sollevatore posteriore.

 

NUOVE BFP 320 e 370: TRINCE PER FOGLIE DI PATATA A 4 FILE

Sostenibilità in primo piano anche sulle due nuove trince per foglie di patata BFP 320 e 370, pensate per lavorare, rispettivamente, 4 file da 75/80 e 90 centimetri.

I due nuovi triturator BFP di Nobili presentano un rotore con speciali coltelli che seguono il profilo dei cumuli e consentono di triturare solamente la parte erbacea senza intaccare la sommità del terreno. L’elevata velocità periferica degli utensili crea un effetto di aspirazione che rende possibile la trinciatura di tutto il materiale presente a terra, mentre i deflettori installati all’interno della grande camera di trinciatura permettono di scaricare il materiale processato sul fondo, pulendo quindi i cumuli e agevolando la successiva fase di raccolta.

Triturator BFP 370 in lavoro.

Per adattare la macchina al terreno sono installate posteriormente due ruote di lavoro regolabili in altezza ed appositi elementi antiusura di serie garantiscono maggiore longevità alla trincia per foglie di patata. Completano il quadro quattro ruote di pressione (una per ogni cumulo) grazie alle quali si va a compattare il terreno a seguito della trinciatura.

 

 
© riproduzione riservata

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori