MENU

Olmi, attrezzature per una viticoltura ecocompatibile

By at Gennaio 12, 2017 | 09:57 | Print

Olmi, attrezzature per una viticoltura ecocompatibile

La tecnologia deve creare e non distruggere. È la filosofia, mirata a coniugare spiccata innovazione e sostenibilità, che sta ispirando la più recente fase del bel percorso di crescita vantato dalla ditta Olmi di Costigliole d’Asti, iniziato nel 1965 – anno della realizzazione di una apprezzatissima “zappatrice a disco” interceppi – e culminato nel suo attuale volto di moderna azienda specializzata nella costruzione di attrezzature per la lavorazione del vigneto (alcune adattabili anche per il frutteto), declinate in un’ampia gamma che annovera, tra l’altro, concimatori interratori, decespugliatrici, zappatrici, spollonatrici, defogliatrici pneumatiche e ad aspirazione, elevatori per uve.

Un’azienda affermata e riconosciuta a livello internazionale per le sue macchine originali, affidabili e di semplice utilizzo, frutto di una accurata progettazione e di una elevata qualità dei materiali impiegati, oltre che di una estrema cura dei dettagli associata ad una vasta possibilità di personalizzazioni grazie alla dimensione artigianale mai persa da casa Olmi.

Negli ultimi anni, poi, è appunto sulle tecnologie al servizio di una gestione del vigneto improntata al massimo rispetto del suolo e dell’ambiente che si è concentrato l’impegno del marchio astigiano, procedendo all’insegna della forte attenzione rivolta alle soluzioni per una viticoltura ecocompatibile.

Ne sono derivate nuove attrezzature, studiate per limitare il ricorso a trattamenti chimici come diserbanti e anticrittogamici, che possono fungere da proficuo strumento per le aziende viticole e frutticole indirizzate verso le tecniche di riduzione dell’impatto ambientale.

 

DEFOGLIATRICE PNEUMATICA HIGH SPEED

E molte di queste nuove proposte erano in mostra presso lo stand allestito da Olmi in occasione di Eima 2016. Vedi, in primo luogo, la defogliatrice pneumatica High Speed (nella foto di apertura), caratterizzata dall’innovativo funzionamento ad aria compressa: il flusso d’aria prodotto dal compressore passa attraverso un rotore e colpisce le foglie nella zona grappoli in tutta la loro profondità, consentendo una sfogliatura selettiva grazie all’eliminazione delle foglie basali all’interno dell’area fruttifera, senza danneggiare i grappoli.

 

EFFETTUA LA PULIZIA DEL GRAPPOLO DA RESIDUI FIORALI

L’azione esercitata dall’aria permette inoltre di ottenere un effetto, unico nel suo genere, di pulizia del grappolo dai residui fiorali, unitamente alla rimozione di parassiti e inerti depositati sul grappolo stesso.

L’ultima versione della defogliatrice di Olmi prevede l’abbinamento del funzionamento ad aria compressa al nuovo modello di testata defogliante High Speed, che raggiunge più elevati livelli di prestazioni e di comfort operativo, incrementando la velocità di lavoro e la sicurezza dell’operatore.

 

ADATTA SU QUALSIASI FORMA DI ALLEVAMENTO

Disponibile in diverse varianti con applicazione posteriore o anteriore al trattore, con una o due testate defoglianti oppure nella versione con testata reversibile, la defogliatrice pneumatica è adatta all’impiego su qualsiasi forma di allevamento del vigneto (velocità di lavoro: da 4 a 6 chilometri orari) e il peculiare sistema ad aria compressa offre la possibilità di operare dalla fase di fine fioritura fino alla raccolta, con sensibili vantaggi in termini di migliorate esposizione solare e aerazione nella zona dei grappoli, di riduzione degli interventi e di una superiore sanità dei frutti.

 

UN AIUTO CONTRO LA BOTRITIS

A quest’ultimo proposito, le prove sperimentali nel vigneto – condotte in collaborazione con importanti centri di ricerca del settore – hanno dimostrato che l’utilizzo della defogliatrice pneumatica Olmi a fine fioritura rappresenta un ottimo ausilio per contrastare l’insorgere di Botritis, il che si traduce in una migliore qualità del prodotto raccolto.

 

ROTO-PLUS: ATTREZZATURA COMBINATA PER FRESATURA, ARATURA E SEMINA SOVESCIO

Particolarmente interessante poi, nell’ottica di una valida azione di contenimento del compattamento del suolo, dell’impoverimento organico e dell’erosione, si rivela Roto-Plus (nella foto sopra), attrezzatura combinata pensata da Olmi per la fresatura, l’aratura e la semina sovescio.

 

RIDUCE I COSTI DELLA MANODOPERA E DI USURA DEL TRATTORE

Il tutto con un unico intervento, e con risparmi sui costi di manodopera e di usura del trattore, grazie all’esclusiva struttura di Roto-Plus che permette di eseguire una lavorazione a doppio strato: nella parte superficiale del terreno si interviene con la fresa, abbinando una efficace operazione di aratura in profondità mediante 3/5 ripper che consentono di smuovere il terreno fino a 40 centimetri.

 

EVITA IL COMPATTAMENTO DEL SUOLO

Dotato di una larghezza di lavoro variabile da 100 fino a 170 centimetri e indicato in terreni duri, argillosi e collinari, Roto-Plus riesce ad eliminare il problema della suola compatta che normalmente si crea con l’impiego di frese convenzionali (o semplicemente con i frequenti passaggi dei trattori durante le lavorazioni) e permette il drenaggio dell’acqua, evitando fenomeni di smottamento ed erosione (l’utilizzo in periodi di forte siccità, poi, contribuisce a mantenere l’umidità nel sottosuolo così da garantire il sostentamento della pianta).

A completamento di questo multiforme attrezzo, inoltre, interviene l’applicazione di una vasca seminatrice, che rende possibile la semina sovescio di leguminose utili a preservare la fertilità del suolo.

 

BIO SYSTEM, COMBINATA TRINCIA E TESTATA SPOLLONANTE

Un’altra combinata firmata Olmi in evidenza all’ultima edizione dell’Eima è stata la trincia Bio System (nelal foto sopra), disponibile in diverse larghezze e con varie regolazioni idrauliche per operare in collina, che combina trincia e testata spollonante in modo da effettuare contemporaneamente la pulizia interfilare e interceppo.

 

RIPUNTATORE CON RULLO FRANTUMATORE

Ma va segnalato anche il ripuntatore dotato di rullo frantumatore (nella foto sopra), con punta regolabile idraulicamente fino ad 80 centimetri di profondità: si tratta di un attrezzo ideale per il rinnovo delle radici capillari che permette un maggiore drenaggio dell’acqua e decompatta il suolo.

 

VENDEMMIATRICE ALMA SELECTA 3

Sul palcoscenico della manifestazione bolognese, inoltre, Olmi – che da dieci anni è l’importatore delle vendemmiatrici Alma trainate e semoventi – ha voluto portare anche il nuovo modello di vendemmiatrice trainata Alma Selecta 3 (nella foto sopra) compatta e versatile, particolarmente idonea per i vigneti italiani.
Caratterizzata, come vale da sempre per le macchine Alma, da semplicità di utilizzo e di regolazione, oltre che da una facile manutenzione, questa vendemmiatrice vanta tra i suoi punti di forza una elevazione di 70 centimetri e uno scarico vasca a 310 centimetri.

 

NUOVO BATTITORE ARCO

Ulteriore prerogativa vincente, poi, è rappresentata dal nuovo battitore “Arco”, in grado di garantire un ottimo raccolto, un minimo ammostamento e la massima delicatezza sulla vegetazione, mentre i convogliatori maggiorati consentono rese di lavoro paragonabili a quelle di una semovente. In primo piano anche il comfort operativo, grazie alla guida automatica per una perfetta sincronizzazione tra trattore e vendemmiatrice, e la sicurezza (vedi tra l’altro la scaletta di accesso superiore che permette di raggiungere senza alcun rischio tutti i punti alti della macchina per ispezioni e pulizia).

 

CON DIRASPATORE OPZIONALE

Il nuovo diraspatore opzionale di cui è dotata l’Alma Selecta 3, infine, non rallenta la vendemmiatrice, può essere agevolmente disinserito e la sua bassa velocità è funzionale al rispetto degli acini. Acini che, tramite il semplice e resistente tavolo di separazione a dischi dentati e velocità variabile, vengono orientati verso il tappeto sottostante, deputato al trasporto del prodotto nelle vasche.

 

© riproduzione riservata
 

 

Attrezzature ,

Related Posts

Comments are closed.