Pöttinger: nuove falciatrici combinate Novadisc 732, 812 e 902, stabili e facili da trainare, anche sulle pendenze

Attrezzature 09/09/2020 -

Facile trainabilità, stabilità, adattamento al terreno e grande longevità. Queste alcune delle prerogative di punta degli sviluppi più recenti nel settore delle falciatrici combinate di casa Pöttinger, rappresentato da macchine ricche di avanzate tecnologie come le falciatrici combinate Novadisc 732, 812 e 902, disponibili con larghezze di lavoro pari rispettivamente a 7,24, 8,09 e 8,92 metri e contraddistinte da un nuovo e moderno design dalla linea grintosa e accattivante.

Abbinabili inoltre, grazie alla loro costruzione leggera, già a trattori dalla potenza minima di 85 cavalli.

 

BASSA RICHIESTA DI POTENZA E FACILE TRAINABILITÀ

Una ridotta richiesta di potenza e una facile trainabilità, a tutto vantaggio di una elevata redditività, che rendono le falciatrici combinate Novadisc particolarmente adatte all’impiego su pendii, terreni irregolari e argini: in combinazione con una falciatrice frontale da 3,04 metri, la laterale Novadisc raggiunge una notevole sovrapposizione, nell’ordine dei 52 centimetri per ciascun lato. Così è possibile falciare anche sui pendii ed in curva senza lasciare strisce non lavorate.

Due robuste molle di compensazione per ciascuna barra falciante assicurano una compensazione uniforme per l’intera falciatrice.

 

TRATTAMENTO DELICATO DEL TERRENO E DEL FORAGGIO

Sulle nuove falciatrici combinate Novadisc di Pöttinger, poi, altra interessante novità è costituita dalla pressione sul terreno regolabile in tre posizioni senza bisogno di utensili.

Unica nel suo genere, la cinematica garantisce che la barra falciante poggi sul terreno con lo stesso peso lungo tutta la sua larghezza, cosicché la macchina risulta protetta in modo ottimale, incrementando la propria trainabilità.

Ma anche una ottimale protezione della cotica erbosa e un delicato trattamento del foraggio sono assicurati dalla esclusiva tecnologia di sollevamento di cui dispone Novadisc: quando si abbassa la falciatrice, infatti, questa appoggia per terra sempre prima con la parte esterna, mentre a fine campo si solleva sempre prima la parte interna.

L’ampio spazio di oscillazione di +22/-30 gradi consente un lavoro semplice, come detto, anche su terreni irregolari e pendii e, grazie al sollevamento della cerniera di bloccaggio, è possibile anche lavorare per breve tempo fino a + 45 gradi.

 

ELEVATA LONGEVITÀ

Sul fronte della longevità, la sospensione bilaterale di cui è dotata la barra falciante la protegge da torsioni, in modo che gli ingranaggi ed i cuscinetti risultano meno sollecitati, garantendo una grande regolarità e resistenza.

In tale ambito la casa costruttrice di Grieskirchen ha pensato anche alle collisioni con ostacoli: il dispositivo meccanico di sicurezza contro gli urti da entrambi i lati consente infatti uno spostamento all’indietro di circa 12 gradi e, dopo l’attivazione, è sufficiente fare retromarcia affinché la barra falciante ritorni in posizione di lavoro (così, urtando un ostacolo, è possibile evitare danni alla falciatrice).

L’azionamento compatto ed il tensionamento delle cinghie mediante una puleggia tendicinghia, inoltre, garantiscono una trasmissione robusta ed affidabile della potenza.

 

AI VERTICI PER COMFORT E SICUREZZA

Sempre sul versante del comfort e della sicurezza di queste falciatrici, aspetto assolutamente prioritario per i progettisti Pöttinger, il ribaltamento avviene mediante un distributore idraulico a semplice effetto per ciascun lato (con il comando a preselezione, disponibile su richiesta, è sufficiente un solo distributore idraulico) e l’opzione è tra sollevamento parallelo e sollevamento singolo delle pluriaffermate barre falcianti, marchio di fabbrica delle nuove falciatrici combinate Novadisc, facilmente accessibili grazie al ribaltamento delle protezioni.

Manutenzione agevolata anche per gli alberi cardanici, anch’essi di agevole accesso, dotati di funzionale e pratico supporto e con intervalli di lubrificazione che sono stati portati a 150 ore.

Grazie al ribaltamento idraulico delle protezioni esterne, disponibile su richiesta, si raggiungono infine dimensioni di trasporto compatte di 2,85 metri di larghezza per tutti i modelli e di 3,10 metri di altezza per Novadisc 732, di 3,50 metri per Novadisc 812 e di 3,90 metri per Novadisc 902, che annoverano, tra le ulteriori nuove prerogative, l’illuminazione a LED di serie.

 

 
© riproduzione riservata
 
 

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori