Pöttinger: nuovi andanatori trainati Top a 1 e 2 giranti

Attrezzature 01/09/2020 -

Sempre più deciso a ribadire il proprio ruolo di specialista della fienagione, Pöttinger lancia sul mercato per la stagione 2021 quattro nuovi modelli di andanatori trainati Top, in grado di adattarsi perfettamente al terreno e di garantire un foraggio di alta qualità, impiegabile in modo redditizio per l’alimentazione del bestiame.

Si tratta, per l’esattezza, dei due andanatori a singolo girante Top 422 A e 462 A, con larghezze di lavoro, di 4,20 e di 4,60 metri rispettivamente, e dei due andanatori a doppio girante Top 632 A (nella foto di apertura), con larghezza di lavoro di 3,40 e 6,30 metri, e Top 692 A con una larghezza di lavoro massima di 7,40 metri, entrambi in grado di realizzare una o due andane.

 

TOP 422 e 462 A: ELEVATE PRESTAZIONI CON PICCOLI TRATTORI

Gli andanatori a singolo girante offrono alte rese in abbinamento a trattori di piccole dimensioni e, trattandosi di attrezzature trainate, non esercitano alcun carico sull’attacco del trattore. Grazie al timone a parallelogramma sia il Top 422 A (nella foto sopra) sia il modello più grande Top 462 A possono essere agganciati (e sganciati) facilmente alla barra di collegamento del trattore o al gancio ad anello.

Anche nella realizzazione degli andanatori a un solo girante Pöttinger ha prestato particolare attenzione al comfort: il sollevamento idraulico dell’attrezzo per il trasporto su strada può essere effettuato infatti comodamente dal posto di guida.

Il cilindro idraulico sul telaio e il timone garantiscono un’altezza da terra di 50 centimetri. Inoltre gli assali tandem assicurano un perfetto adattamento al profilo al terreno, mentre gli pneumatici “Flotation” 18,5 x 8,5-8 di serie consentono agevoli trasferimenti su strada.

 

TOP 632 e 692 A: ESTREMA MANOVRABILITÀ E ADATTAMENTO OTTIMALE OTTIMIZZATO

Dotati di serie di assali tandem, i due andanatori a doppio girante Top 632 A e Top 692 A sono caratterizzati dalla presenza di un telaio robusto ed estremamente maneggevole.
Le doppie ruote tastatrici interne disponibili a richiesta e le ruote di tracciamento aggiuntive Multitast montate davanti al rotore e abbondantemente testate in campo offrono un ottimale adattamento al terreno. Inoltre, il telaio dei due nuovi modelli è strutturato in modo da consentire ai due giranti di superare le irregolarità del terreno in modo indipendente l’uno dall’altro.

L’agganciamento cardanico del girante posteriore e gli ampi interspazi tra i giunti del telaio garantiscono un adattamento tridimensionale.

L’adattamento verticale è assicurato da uno snodo installato direttamente dietro al cambio angolare; il movimento trasversale del girante posteriore è reso possibile da un cuscinetto orientabile montato nel telaio stesso e da un giunto universale posto tra il telaio e il girante posteriore. Questa flessibilità protegge i denti e non lascia indietro foraggio non ranghinato.

 

MASSIMA STABILITÀ SUI PENDII E IN CURVA

Ma non è tutto. L’ampio telaio appositamente disegnato, che può essere equipaggiato con pneumatici AS opzionali per offrire ancora più grip, garantisce non solo un eccellente adattamento al terreno, ma anche massima stabilità sui terreni ripidi.

Il telaio per il secondo girante è montato 650 millimetri davanti al punto centrale del primo girante. Così nell’impiego sui pendii l’andanatore mantiene la carreggiata, offrendo una sufficiente sovrapposizione in curva.
Il timone, a sua volta, è dotato di una grande piastra di supporto che conferisce ulteriore stabilità sui pendii e in curva.

Il sollevamento idraulico dei giranti permette la guida su andane e in curva e grazie all’elevata altezza da terra di 50 centimetri anche le grandi andane rimangono intatte quando vengono trascinate.

Un ulteriore aspetto positivo in termini di praticità risiede nel fatto che l’operatore può regolare idraulicamente la larghezza di lavoro in base al volume di foraggio, adattarla al pick-up della macchina che entrerà in campo successivamente e scegliere tra due andane singole o un’andana doppia.

 

 
© riproduzione riservata
 
 

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori