MENU

Same: nuovo Frutteto CVT, ai vertici del segmento degli specializzati

By at giugno 19, 2018 | 17:58 | Print

Same: nuovo Frutteto CVT, ai vertici del segmento degli specializzati

SPECIALE MECCANIZZAZIONE PER IL VIGNETO

 

Quando viene lanciata una novità di prodotto è facile sentir parlare di nuova generazione di macchine. Ma nel caso della nuova gamma Frutteto CVT S di Same questa definizione non è davvero esagerata, trattandosi di specialisti destinati a segnare una svolta nell’ambito dei trattori compatti da frutteto e vigneto, contraddistinti come sono da soluzioni tecnologiche marcatamente innovative – a conferma di tutto il valore del know-how del marchio di Treviglio in questo specifico segmento – e da una rivoluzionaria gestione della macchina, oltre che da una nuova cabina, completamente ridisegnata nel più moderno degli stili.

Un insieme di requisiti che colloca i nuovi Same Frutteto CVT S (stretti) ai vertici assoluti del mercato degli specializzati e non soltanto in termini di prestazioni e produttività ma anche in quelli di ergonomia e comfort.

 

MOTORI FARMOTION A 3 E 4 CILINDRI

Prerogative di altissimo livello che sui Frutteto CVT S (che non vedremo ad Enovitis in Campo per una precisa scelta della casa costruttrice, che ha preferito dare spazio ad altri modelli di fama già consolidata, ma che già si è piazzato tra i finalisti in gara per il titolo di Tractor of the year nella categoria degli specializzati) – proposti in sei modelli a tre o quattro cilindri che mettono a disposizione potenze massime comprese tra 88 e 113 cavalli – partono dagli efficienti propulsori Sdf FarMotion, decisamente contenuti nell’ingombro (il loro layout particolarmente compatto assicura un profilo sfuggente della cofanatura, in favore di una eccellente visibilità anteriore), nella rumorosità e nei consumi, ma al contempo in grado di garantire una erogazione ottimale di coppia e potenza, che sul top di gamma, il Frutteto CVT 115 S, raggiunge i 113 cavalli a soli 2.200 giri al minuto.

 

EMISSIONATI IN STAGE IIIB COL SOLO CATALIZZATORE DOC

Unità disponibili, come detto, con configurazione a tre cilindri da 2.887 centimetri cubi o a quattro cilindri da 3.849 centimetri cubi, provviste di sistema di iniezione common rail Bosch da 2.000 bar, turbocompressore con intercooler e ventola di raffreddamento viscostatica a controllo elettronico, conformi ai nuovi standard di emissionamento Stage IIIB/Tier 4 interim grazie al solo ricorso al catalizzatore di ossidazione diesel (Doc), esente da manutenzione.

 

MINIMI INGOMBRI E MASSIMA FUNZIONALITÀ

Già in fase di progettazione i tecnici Same, va ribadito, hanno pensato tutte le componenti accessorie al motore (come radiatori, ventole, tubazioni, filtri) in vista del miglior contenimento possibile degli ingombri, ma anche della capacità di garantire la massima funzionalità nella manutenzione ordinaria e straordinaria.

Vedi il nuovo filtro dell’aria comburente PowerCore a doppio stadio, introdotto nella parte anteriore del sottocofano (completato a richiesta da un eiettore di polveri), e il nuovo compatto gruppo radiatori (fluido motore, olio e intercooler) molto facile e rapido da pulire anche in campo.

 

INNOVATIVA TRASMISSIONE A VARIAZIONE CONTINUA

Per passare all’inedita carta vincente dei nuovi Frutteto CVT S, rappresentata come già espresso nella denominazione della serie dalla loro trasmissione a variazione continua – messa a punto in casa Same espressamente per i trattori specializzati – che combina l’elevata efficienza tipica dei dispositivi meccanici con il comfort e la fluidità della componente idrostatica per poter variare in continuo la velocità di avanzamento da 0 fino a 40 chilometri orari, toccati e mantenuti ad un regime motore ridotto (1.650 giri al minuto), a tutto vantaggio della riduzione dei consumi di gasolio.

 

EFFICIENZA E COMFORT AL TOP

Il grande comfort offerto da questi nuovi specialisti viene ulteriormente esaltato dalle modalità di controllo della trasmissione: per condurre il trattore non occorre più agire su frizione, cambio, acceleratore e freni, dal momento che in molte operazioni è sufficiente impostare la velocità desiderata e usare l’acceleratore per raggiungerla. Motore e trasmissione, poi, si sincronizzano automaticamente per trovare il punto di massima efficienza in funzione dei carichi.

In alternativa, è possibile utilizzare la funzione “cruise” che consente, con la semplice pressione di un pulsante, di memorizzare e richiamare una velocità di lavoro.

 

TRE MODALITÀ OPERATIVE

Grazie al joystick ergonomico, inoltre, la gestione della nuova trasmissione stepless – che tra i suoi plus annovera anche la Pto sincronizzata con la velocità di avanzamento – si rivela estremamente intuitiva.

Tramite un potenziometro dedicato, poi, si può scegliere tra diverse modalità di gestione del motore, comprese tra la “Eco” (che minimizza i consumi di carburante) e la “Power” (che viceversa massimizza le prestazioni del trattore), mentre il software della centralina di controllo prevede tre modalità operative: manuale, Pto (modalità che si attiva automaticamente all’inserimento della presa di potenza) e automatica (scelta indicata per i lavori di trazione in campo e per il trasporto).

 

POMPA LOAD SENSING DA 100 LITRI AL MINUTO

Al top della categoria, per prestazioni e configurabilità, si rivela anche l’impianto idraulico a centro chiuso dei nuovi Same Frutteto CVT, che, per adattarsi ad ogni più attuale condizione operativa, offre varie possibilità di allestimento, culminanti in una potente pompa principale Load Sensing da 100 litri al minuto dedicata ai sollevatori e ai distributori, comunque sempre affiancata da una ulteriore pompa da 42 litri al minuto al servizio dell’idroguida.

 

18 VIE IDRAULICHE CON COMANDI DEDICATI

Allo scopo di soddisfare le diversificate esigenze di ogni azienda agricola, inoltre, l’impianto idraulico presenta spiccate caratteristiche di modularità.

Al posteriore è possibile installare fino a 5 distributori a controllo elettroidraulico (10 vie), mentre altre 8 vie possono essere insediate in posizione anteriore, dove sono previsti anche due ulteriori distributori ad alta portata, duplicati da altrettante vie posteriori, e due ritorni liberi.

 

CONTROLLO ELETTRONICO PER IL SOLLEVATORE POSTERIORE

In tutti i casi, ad ogni modo, il controllo elettronico permette di programmare la quantità di flusso d’olio desiderato, di temporizzare le differenti vie e di determinare eventuali priorità.

Controllo elettronico di cui è dotato anche il sollevatore posteriore, dalla capacità massima di 2.600 chilogrammi, mentre quello anteriore, opzionale, arriva a sollevare 1.500 chilogrammi.

 

TRE MODALITÀ DI FUNZIONAMENTO PER LA PTO, A INNESTO ELETTROIDRAULICO

A ribadire la rimarchevole versatilità dei nuovi trattori da filare firmati Same, anche la Pto viene fornita di serie con innesto elettroidraulico modulato e tre diverse modalità di funzionamento che comprendono, ovviamente, la classica 540 giri al minuto, cui si aggiungono la 1000 giri al minuto e la 540 Eco.

Presente di serie, in ogni caso, la funzione Pto Auto, che rende automatico l’innesto e il disinnesto in relazione alla posizione dell’attrezzo collegato all’attacco a tre punti (disponibile a richiesta, invece, la modalità di funzionamento sincronizzata con il cambio).

E, ugualmente a richiesta, è possibile disporre del codolo scanalato intercambiabile e della Pto anteriore a 1000 giri al minuto.

 

CABINA INTERAMENTE RIDISEGNATA, CON AMPIA VARIETÀ DI CONFIGURAZIONI

Ennesimo punto di forza dei Frutteto CVT S, poi, la loro aggiornata cabina, caratterizzata da standard di comfort e tecnologia, da varietà di allestimenti e da linee morbide e snelle – piacevolmente affusolate e prive di spigoli, funzionali ad un’ampia visibilità e al rispetto della vegetazione nei filari più stretti – di assoluto spicco nel settore degli specializzati.

 

STRUTTURA “TUTTO VETRO” E PAVIMENTO COMPLETAMENTE PIATTO

Realizzata sulla struttura a quattro montanti – poggiata a richiesta sui nuovi Hydro Silent-Block, quattro speciali sospensioni con fluido idraulico integrato che la isolano dal corpo trattore e contribuiscono a ridurre rumore e vibrazioni nell’abitacolo – la cabina vanta una piattaforma completamente piana, complice il layout compatto e ribassato della trasmissione CVT che determina un ampio pavimento piatto e l’eliminazione del tunnel centrale.

Dispone inoltre di vetratura integrale, con parabrezza monolitico e senza montante centrale per una ottimale visuale panoramica, e, in opzione, di parafanghi conformati per ospitare ruote alte (da 28 pollici) e basse (da 24 pollici).

Sempre in opzione sono disponibili il sedile con sospensione pneumatica e le versioni omologate in Categoria 4 per la massima protezione durante l’esecuzione dei trattamenti fitosanitari.

Da segnalare, infine, il cruscotto centrale completamente nuovo, che segue in modo solidale le variazioni di posizione della colonna di sterzo sia nell’allungamento verticale sia nell’inclinazione, consentendo la migliore visibilità della strumentazione a conducenti di qualsiasi taglia.

 

ESCLUSIVO BRACCIOLO MULTIFUNZIONE MAXCOM

Un abitacolo di prima classe in cui si inserisce alla perfezione la punta di diamante tecnologica dei Frutteto CVT S, ovvero l’inedito ed esclusivo bracciolo MaxCom, avanzata consolle di controllo derivata dai trattori di gamma alta e studiata per adattarsi agli spazi contenuti di uno specializzato.

Risultato: un bracciolo multifunzione che in soli 20 centimetri di larghezza permette di coniugare il massimo comfort operativo alla piena funzionalità. Con il MaxCom è infatti possibile configurare a piacimento le funzioni idrauliche gestite con i joystick, così da controllare in modo semplice e comodo anche le attrezzature più complesse.

 

 

CON LAYOUT ERGONOMICO

Tutto è dunque concentrato in una soluzione unica, integrata con il sedile dell’operatore con tutte le funzioni a portata di mano, che, grazie alla regolazione in lunghezza, consente di lavorare stando sempre seduti sulla poltroncina di guida con il gomito appoggiato su un comodo sostegno.

Ma non è tutto: il layout dei comandi è stato pensato per offrire la massima ergonomia sia quando si è alle prese con lavorazioni frontali e laterali sia quando vengono impiegate attrezzature posteriori.

Nella zona centrale del bracciolo sono raggruppate le funzioni relative a motore, trasmissione, Pto e sblocchi.

Disposte in linea, inoltre, le pratiche leve “fingertip” permettono di controllare i distributori addizionali e i sollevatori posteriore e anteriore. In vista della massima intuitività e facilità di utilizzo, poi, ogni distributore è associato ad un singolo comando e tutti i comandi sono sistemati secondo la ben nota “logica del colore” di casa Same.

 

SOSPENSIONE ANTERIORE ACTIVE DRIVE A BRACCI INDIPENDENTI

Già forti della loro ricchissima dotazione standard, i nuovi specialisti della serie Frutteto Cvt S sono disponibili, oltre che con le classiche sospensioni anteriori ad asse basculante, con l’innovativo e pluripremiato sistema di sospensioni a ruote indipendenti e controllo attivo ActiveDrive.

Grazie ad una centralina espressamente dedicata, è possibile controllare in continuo la reattività della singola sospensione, in modo da garantire un comportamento dinamico estremamente efficace, in grado non solo di incrementare sicurezza e comfort in ogni condizione, ma anche di consentire una elevatissima precisione di intervento nella gestione meccanizzata della chioma.

Il software di controllo dell’ActiveDrive, inoltre, riesce ad aumentare la sicurezza in frenata grazie alla funzione “anti-dive”, che impedisce l’affossamento dell’avantreno e il conseguente spostamento del baricentro del trattore, mentre stabilità e aderenza su ogni superficie risultano migliorate per effetto della funzione “anti-rolling”, che adatta automaticamente la rigidezza del sistema in funzione della sterzata e della velocità di percorrenza, contenendo così il rollío.

 

© Barbara Mengozzi

 

Macchine Trattori , ,

Related Posts

Comments are closed.

Processing...
Thank you! Your subscription has been confirmed. You'll hear from us soon.
Iscriviti alla newsletter di Meccagri
ErrorHere