Sima 2013: al centro dell’innovazione

Eventi 20/12/2012 -
Sima 2013: al centro dell’innovazione

Terminata da poco l’Eima, si accendono i riflettori sul Sima (www.simaonline.com), il salone mondiale dei fornitori dell’agricoltura e dell’allevamento che si svolgerà dal 24 al 28 febbraio 2013 presso il quartiere fieristico di Paris-Nord Villepinte.

L’EXPLOIT DEL MERCATO FRANCESE

Anche questa rassegna darà largo spazio alla meccanizzazione, in un contesto però ben diverso da quello  di casa nostra. Infatti, mentre il mercato italiano delle macchine agricole non accenna ad interrompere la fase di recessione, in Francia Axema (l’associazione dei costruttori francesi),  dopo l’exploit del 2011 caratterizzato da  un aumento delle vendite del 32,4%, prevede per l’anno appena conclusosi una crescita ulteriore del 18%  che porterà il fatturato del comparto a 5,43 miliardi di euro, un valore superiore del 20% a quello fatto registrare nel 2008, anno record per l’industria della meccanizzazione agricola. Sul fronte della produzione nel 1° semestre del 2012 sono stati raggiunti i 2,39 miliardi di euro (+22,3% rispetto allo stesso periodo del 2011) mentre le esportazioni, sempre nel primo semestre del 2012, hanno raggiunto quota  1,71 miliardi di euro (+15,8%).  Emblematici i dati relativi ai trattori: oltre 26 mila macchine immatricolate nel primo semestre del 2012, con un incremento del 16% rispetto al primo semestre del 2011 e previsioni per l’intero anno di un volume di vendite pari a  41.500 unità, con un incremento di quasi il 10%. Ma anche altri prodotti hanno messo a segno risultati di grande interesse, come le attrezzature per la lavorazione del terreno (+20% di aumento medio con delle punte relative agli aratri),  e i robot di mungitura (+42%).

«Le nuove sfide legate al mondo agricolo – sostengono i professionisti del settore – stanno obbligando gli agricoltori a “ripensare” i loro macchinari e ad integrare ancora di più i loro investimenti dentro un ragionamento di tipo economico, a garanzia di una crescita migliore, più sostenibile e ragionevole. Così, i costruttori lavorano instancabilmente a nuovi sistemi che possano migliorare la sicurezza, la tutela dell’ambiente, aumentare la produttività e soddisfare le aspettative dei loro clienti. Inoltre, come accade per molti altri settori, anche le attrezzature agricole operano in un ambiente sempre più costrittivo fatto di norme, direttive e test standardizzati. Il rispetto delle leggi in vigore impone pertanto ai produttori e agli utilizzatori di tener conto di tutta una serie di parametri nella progettazione o nell’uso di macchine e prodotti». Ed anche le  previsioni per il futuro sono improntate all’ottimismo, supportate dal dato di fatto che in Francia devono ancora essere coperti più di 5.000 posti di lavoro nel settore delle macchine agricole, con riferimento a produzione e vendita ma anche a  ricerca e sviluppo.

IL SALONE “DI TUTTE LE AGRICOLTURE”

È in questo contesto che si colloca  la 75esima edizione del  Sima-Simagena, il cui claim il salone di “tutte le agricolture” ben sintetizza  l’obiettivo di rappresentare una profiua occasione d’incontro per gli attori del mondo agricolo e per tutte le tipologie di agricoltura, indipendentemente dal Paese, dalle metodiche colturali e dalle dimensioni dell’azienda. Rispetto all’edizione del 2011 (dal 1995 il Salone francese ha cadenza biennale) la presenza di espositori internazionali  (1.350 e 1.670 marche rappresentate, con moltissime anteprime di prodotto) è in aumento di oltre il 29% con più di 40 Paesi rappresentati. Le aziende italiane partecipanti sono al momento un’ottantina, in crescita di 19 punti percentuali sulla passata edizione. Il trend positivo del mercato lascia  prefigurare anche un aumento del numero di visitatori stranieri che nella scorsa edizione sono stati più di 210 mila provenienti da 123 Paesi.

«In un contesto economico particolarmente favorevole e alla luce delle continue trasformazioni che lo rendono una manifestazione sempre più in grado di rispondere ai bisogni degli agricoltori e allevatori, il Sima-Simagena 2013 promette di essere al contempo un salone BtoB ed un evento di riferimento per l’intero mondo agricolo», ha dichiarato Martine Dégremont, direttore del Salone durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento che si è svolta lo scorso dicembre a Milano.

I SIMA INNOVATION AWARDS

Anche quest’anno la manifestazione francese, che sin dal 1931, data d’avvio del concorso “Sezione delle Macchine Nuove”, rappresenta una grande vetrina per le macchine agricole del futuro, ha voluto dare lustro alle innovazioni. Una giuria di esperti internazionali, presieduta  da Hugues de Jouvenel, presidente di Futuribles International, ha premiato con i Sima Innovation Awards 19 prodotti: 3 medaglie d’oro, 4 medaglie d’argento e 12 nomination. Tre le tendenze principali: l’integrazione sempre più spinta dell’informatica, il miglioramento dell’efficienza tecnica, economica e ambientale delle attrezzature nonché la loro semplicità d’uso, e infine l’assimilazione dei requisiti di sicurezza nel “restyling” delle macchine (esistenti e nuove).

GLI EVENTI COLLATERALI

A latere della sezione espositiva numerosi eventi e attività destinati a visitatori ed espositori costelleranno i cinque giorni della manifestazione: incontri internazionali, tra i quali quelli organizzati dal Climmar (Centro internazionale di collegamento tra commercianti di macchine agricole e riparatori) che vedranno la presenza dell’associazione italiana Unacma, conferenze tecniche e workshop, open show, scambi Ubifrance, appuntamenti della meccanica con il Cetim. Tre Paesi – l’Algeria, avviata verso un “nuovo rinascimento agricolo”, la Cina, gigante all’8° posto tra gli importatori di macchine agricole, con una quota di mercato che tra il 2006 e il 2011 è quasi raddoppiata, e il Kazakistan, il cui governo ha fatto dello sviluppo dell’agricoltura la priorità numero uno – saranno al centro di incontri professionali che serviranno a fare il punto sulle specificità dei singoli  mercati relativamente alle attrezzature agricole e alla genetica.

L’organizzazione della rassegna prevede inoltre spazi dedicati per le Energie rinnovabili (pad. 2), l’Irrigazione (pad. 5a), la Manutenzione degli spazi rurali e forestali (pad. 5a), le Buone pratiche agricole, (pad. 5a).

IL SIMAGENA, L’APPUNTAMENTO DELLA GENOMICA

In questa edizione 2013 il Simagena, appuntamento internazionale della filiera bovina, presenterà più di 400 bovini da latte e da carne, oltre ad un gran numero di novità e attività, completate come da tradizione dagli open show e dalle aste. Sempre fedele alla sua ambizione di essere motore e precursore dell’innovazione, per questa nuova edizione il Simagena ha creato un polo apposito, dedicato alla genetica e alla genomica, dove verranno illustrate le ultime ricerche sul sequenziamento del genoma bovino. A completare l’offerta arrivano il catalogo riservato agli allevatori, il nuovo spazio dedicato alle novità e molte altre sorprese.

L'azienda del mese
Sotto i riflettori
Meccagri.it - Social media
Seguici su Facebook Seguici su Instagram Seguici su Youtube Seguici su Twitter