Sima 2022: tempo di bilanci per una rassegna sempre più internazionale

Eventi 17/11/2022 -
Sima 2022: tempo di bilanci per una rassegna sempre più internazionale

Prometteva di essere un appuntamento di grande caratura e di riconfermarsi evento fieristico di primo piano  nel settore l’edizione 2022 del Sima, andata recentemente in scena da 6 al 10 novembre presso il quartiere espositivo di Parigi-Nord Villepinte e ricca di spunti nuovi e stimolanti, a partire dal nuovo posizionamento nel calendario e dai nuovi spazi previsti, abbinati ad un contenuto denso di innovazioni per rispondere al meglio alle aspettative degli operatori della filiera delle attrezzature per l’agricoltura.

E va detto che le aspettative suscitate dalla storica edizione del centenario del Salone internazionale delle soluzioni e delle tecnologie per un’agricoltura performante e durevole non sono andate deluse sotto vari punti di vista, anche se, come sempre succede, i cambiamenti necessitano di essere metabolizzati.

 

153.000 VISITATORI (PER IL 18% IN ARRIVO DA 120 NAZIONI) E 1000 ESPOSITORI DA 37 PAESI (DI CUI 290 NUOVI)

Iniziando dalle cifre, il Sima 2022 ha chiuso i battenti con al suo attivo oltre 153mila visitatori e la presenza di più di 1000 espositori (di cui 290 alla loro prima partecipazione alla rassegna parigina). Ulteriormente ribadita anche la valenza internazionale della manifestazione che, a riprova della sua vivacità e della sua risonanza all’estero, ha accolto quest’anno ditte espositrici provenienti da 37 paesi del mondo, mentre il 18 per cento dei visitatori arrivava da 120 diverse nazioni.

 

COMMENTI POSITIVI AL NUOVO POSIZIONAMENTO NEL CALENDARIO

Decisamente favorevoli le reazioni alla nuova data del Sima, tradizionalmente organizzato nel mese di febbraio degli anni dispari  e d’ora in poi, come inaugurato dall’edizione 2022 del salone francese, destinato a svolgersi nel mese di novembre degli anni pari, allo scopo di venire incontro alle richieste degli espositori e dei visitatori internazionali e di propiziare il lancio delle innovazioni.

«Dopo un’assenza di tre anni, questa edizione del Sima ha confermato il successo dell’attuale posizionamento, con un nuovo calendario favorevole alla presentazione delle novità – ha commentato Jean-Cristophe Regnier, direttore generale di Lemken France -. Abbiamo atteso l’edizione 2022 del salone per lanciare tre nuovi prodotti in anteprima mondiale per Lemken e Steketee e durante i cinque giorni della kermesse abbiamo ricevuto un pubblico internazionale molto diversificato, proveniente da Europa, Asia, Territori d’Oltremare, ma anche visitatori dal Nord e dal Sud America (Stati Uniti, Canada, Brasile, Cile, Uruguay), che non avremmo visto nelle consuete date di febbraio».

«Questa nuova speciale edizione del Sima era molto attesa dall’intero organico di New Holland, e abbiamo colto l’occasione per procedere al lancio in esclusiva mondiale del nostro nuovo trattore T7.300: un modello che i nostri clienti e la nostra rete di concessionari aspettavano da tempo e che rappresenta il cuore della gamma trattoristica aziendale. E gli effetti che ne sono derivati sono risultati molto significativi, tanto in termini di comunicazione quanto sul piano delle vendite», ha fatto eco Olivier Le Flohic, direttore commerciale di New Holland France.

 

PRESENTE IL TRADE INTERNAZIONALE PIÙ QUALIFICATO

L’edizione appena conclusa del Sima ha potuto inoltre contare su una importante presenza del trade internazionale più qualificato. Questo grazie anche al nuovo programma “Top Buyer” (oltre 100 i top buyer invitati, in arrivo da 17 paesi, che hanno beneficiato di un programma di visite su misura) e ai Business Meetings, un servizio gratuito proposto per la prima volta che ha offerto la possibilità di fissare appuntamenti tra espositori e visitatori, con assistenza dedicata e opportunità per i visitatori iscritti di richiedere un percorso di visita personalizzato in funzione delle proprie ricerche e dei propri progetti.

«A partire dal primo giorno della manifestazione il nostro stand è stato intensamente frequentato e i ritmi si sono mantenuti sostenuti per l’intera durata del Sima – ha spiegato Jean-Cristophe Haas, responsabile comunicazione di Kuhn –. E si tratta di contatti che, oltre ad essere numerosi, si manifestano di livello qualitativo elevato, con progetti di investimento concreti».

 

INNOVAZIONE TECNOLOGICA IN PRIMA LINEA

Da sempre fulcro concettuale e componente integrante delle attività allestite all’interno del salone parigino, l’innovazione tecnologica ha giocato un ruolo più che mai di primo piano durante il Sima 2022, grazie innanzitutto ai “Sima Innovation Awards”, il concorso internazionale che quest’anno ha messo in luce 17 innovazioni che delineano le tendenze di fondo delle trasformazioni agricole in atto.

Quest’anno però ha fatto ingresso anche un nuovo concorso: i “Sima Farming Awards”, organizzati da Sima in partnership con Axema e Nuffield International, con l’obiettivo di porre in risalto alcune iniziative portatrici d’innovazione proposte da agricoltori francesi ed europei. Sono stati premiati 7 agricoltori per il loro impegno in una azione di transizione verso la sostenibilità e la loro capacità di presentare realizzazioni connotate da un forte impatto sociale, economico e ambientale.

 

VIVO SUCCESSO OTTENUTO DAL NUOVO SPAZIO SIMA TECH

Innovazione tecnologica che ha fatto da trait d’union nell’ambito della tematica centrale dell’edizione 2022 del Sima, vale a dire la presentazione in anteprima delle più evolute soluzioni e delle tecnologie di ultima generazione rivolte allo sviluppo di un’agricoltura efficiente e sostenibile.

Tecnologie innovative e sostenibilità in vetrina, in particolare, nel Sima Tech, nuovo ambito dedicato all’Ag Tech che ha riunito 150 espositori e ha riscosso un vivo successo. Al suo interno hanno trovato posto il Villaggio delle start-up – con 70 imprese del mondo del digitale partecipanti che hanno presentato le loro ultime soluzioni e novità in sintonia con un mondo agricolo in piena mutazione –  e il Villaggio della Robotica, organizzato di concerto con Fira, che ha evidenziato il forte sviluppo della robotica in agricoltura.

Ma all’interno del Sima Tech non sono mancati anche gli spazi riservati all’approfondimento e al confronto, con un programma di conferenze su argomenti specifici di stringente attualità per gli agricoltori, quali le soluzioni mirate alla riduzione dell’impatto ambientale, la realizzazione della transizione agro-ecologica, il miglioramento della redditività dell’azienda agricola, la garanzia della sicurezza del lavoro.

 

GRANDE INTERESSE E AFFLUENZA DI VISITATORI PER I SIMA TALKS

Per dare puntuale risposta alle problematiche con cui gli agricoltori debbono fare i conti, inoltre, la kermesse parigina di quest’anno ha previsto altri momenti forti e di grande richiamo.

Vedi i Sima Talks, che hanno registrato un lusinghiero pieno di visitatori intervenuti per assistere ai 34 incontri, tra conferenze, tavole rotonde, workshop, che si sono susseguiti durante i cinque giorni della manifestazione, nel corso dei quali i partner e gli ambasciatori di Sima hanno preso la parola per discutere delle sfide con cui gli agricoltori si trovano a confrontarsi ogni giorno, qualsiasi sia il loro metodo di produzione e la dimensione della loro azienda agricola.

 

LA NUOVA OFFERTA BIO

Ulteriore novità vista al Sima 2022, in linea con un’offerta che si è fatta sempre più diversificata, è stato lo spazio dedicato al biologico e organizzato in collaborazione con il salone Tech&Bio: un evento che ha proposto, unitamente ad un ciclo di conferenze tecniche ed economiche, uno stand di espositori ed un percorso di visita speciale con una selezione di espositori specifici per l’agricoltura biologica e alternativa.

 

AL CENTRO DELL’ATTENZIONE ANCHE LE NUOVE GENERAZIONI

Autentica finestra sul mondo agricolo per le giovani generazioni, infine, il Sima 2022 ha ospitato oltre 6.000 studenti appassionati delle soluzioni e delle nuove tecnologie, mentre il Sima Talent ha consentito l’organizzazione di numerose sessioni di job dating, deputate a facilitare l’incontro tra selezionatori e candidati per dialogare sui temi dei posti di lavoro, degli stages e dei contratti di formazione a tempo determinato.

L’appuntamento per la prossima edizione del Sima è già fissato: dal 24 al 28 Novembre 2024.

 

 
© riproduzione riservata
L'azienda del mese
Sotto i riflettori