MENU

Sitevi 2019: il grande salone francese al servizio di tre filiere

By at Luglio 25, 2019 | 20:43 | Print

Sitevi 2019: il grande salone francese al servizio di tre filiere

Prosegue costante la crescita del Sitevi, il grande salone francese delle attrezzature e del know-how delle filiere vitivinicola, olivicola e frutticola, che guadagna sempre maggiore caratura, tanto da aver assunto oggi il ruolo di evento fieristico di punta a livello mondiale nel suo ambito di riferimento, in grado di fornire un’offerta esaustiva e risposte puntuali ed efficaci alle esigenze delle filiere produttive in oggetto.

 

APPUNTAMENTO A MONTPELLIER, DAL 26 AL 28 NOVEMBRE

Ed in effetti si prospetta più che mai ricca di stimoli e in forte ascesa sotto tutti gli aspetti l’edizione 2019 del salone transalpino, di scena presso il Parco delle Esposizioni di Montpellier dal 26 al 28 novembre prossimi.

Pronta, dunque, a segnare nuovi più alti traguardi rispetto all’edizione di due anni fa, già da record assoluto grazie al suo numero di ditte espositrici mai raggiunto prima, nell’ordine delle 1.100 presenze, in arrivo da 25 paesi – tra i quali nuovi entrati come Austria, Irlanda e Moldavia – con un sensibile incremento della partecipazione internazionale (più 19 per cento). E grazie a 57mila ingressi professionali, laddove si è registrato un forte aumento dei visitatori esteri, provenienti da 65 paesi.

 

CRESCE  IL NUMERO DEGLI ESPOSITORI E LA DIMENSIONE COSMOPOLITA

Ma quest’anno, come detto, il Sitevi promette risultati ancora migliori: a circa cinque mesi dall’apertura del salone il 96 per cento di superficie espositiva risulta già prenotata e confermata e già si contano 43 espositori in più rispetto al 2017.

Tra le presenze abituali, brand di primo piano come Agco, Arbos, Berthoud, Case IH, Claas, Ferrand, Gregoire Besson, John Deere, Kubota, Kuhn, New Holland e Pellenc. Accanto a loro l’edizione 2019 apre le porte a numerose new entry: da segnalare, tra gli altri, Gualal Closures, Emis, Lallemand, Nyseos, Alpego, Brenntag, CHR Hansen, Dalkia Air Solutions, Epson, Fenwick Linde, Forigo Roter, Koppert, Lemken, Sidel, Timac Agro, Trelleborg e Vitisoft.

Fatto sta che è in rialzo anche la quota internazionale sul totale degli espositori iscritti, ad oggi pari al 28 per cento (contro il 25 per cento di due anni fa).

Un salone che è divenuto, insomma, più cosmopolita che mai e con tutte le carte in regola per affermarsi come appuntamento fieristico dedicato al business per tutti gli operatori delle filiere vigna-vino, olivo e ortofrutta, spingendo con ancora maggiore energia a tal fine sul pedale dell’innovazione tecnologica.

 

LARGO ALL’INNOVAZIONE

In crescita al Sitevi 2019, quindi, lo spazio riservato all’innovazione e alle soluzioni di domani. A partire dal Forum, che concentra all’interno di un’unica area il meglio delle tre filiere, oltre che sotto l’aspetto di interessanti degustazioni, con sessioni di assaggio di vini e olio d’oliva, in termini di ricerca e di carica innovativa.

Vedi, in particolare, i prestigiosi Sitevi Innovation Awards, che danno ancora una volta risalto alle novità più ragguardevoli del settore, selezionate e premiate dalla giuria di venti esperti francesi e internazionali, tra cui direttori scientifici, ricercatori, ingegneri, professori, ma anche utilizzatori di attrezzature. Il palmarès verrà svelato in occasione della conferenza stampa in programma il prossimo 24 settembre a Montpellier.

 

UNA VERA E PROPRIA KERMESSE

Ma a tenere banco nel corso della ventinovesima edizione della kermesse francese saranno anche i suoi contenuti di grande qualità e gli eventi collaterali di spicco che punteranno i riflettori del salone sulla capacità di anticipare.

Basti dire che, nell’arco di tre giorni, sono in calendario oltre quaranta conferenze e workshop – organizzati dall’IFV (Institut Français de la Vigne et du Vin), dai partner del salone e dall’Association Française Interprofessionelle de l’Olive (Associazione Francese degli Operatori dell’Oliva) – che consentiranno ai visitatori di confrontarsi sulle nuove sfide delle tre filiere, sulle tendenze del mercato e sulle ultime soluzioni innovative.

Collocato come detto all’interno del Forum, lo spazio dedicato alle degustazioni nell’ambito del Sitevi 2019 si articola intorno a due aree deputate ad accogliere eventi collaterali di gran richiamo.

Le masterclass (vino e olio) innanzitutto, organizzate dall’IFV e dall’Afidol in lingua inglese per andare incontro agli ospiti internazionali, che affronteranno tematiche quali il gusto dei vitigni resistenti, i futuri vitigni del sud della Francia, “la Francia va verso i bianchi” e i tre colori del Carignan, proponendo anche un blind test di rosé.

E poi, novità di quest’anno, la Tasting Avenue, uno spazio appositamente pensato per gli operatori delle tre filiere produttive, e destinato alla libera degustazione, che permetterà ai visitatori del Sitevi di andare alla scoperta della diversità delle regioni viticole, olivicole e frutticole francesi e internazionali, facilitando il loro contatto con gli espositori.

 

 
© riproduzione riservata
Le immagini si riferiscono all’edizione 2017, fonte Salon Sitevi Flickr ©FOUCHA_DHERINES
 
 

 

Eventi , , , , ,

Related Posts

Comments are closed.