Sitevi 2021: la filiera vigna-vino in primo piano a Montpelllier dal 30 novembre al 2 dicembre

Eventi 21/10/2021 -

Ricca più che mai di spunti interessanti e di stimoli, e in forte ascesa sotto tutti gli aspetti, grazie innanzitutto ad un quartiere espositivo ampliato ed ad una quota di adesioni già praticamente al massimo. Così si prospetta l’edizione 2021 del Sitevi, il grande salone francese delle attrezzature e del know-how delle filiere vitivinicola, olivicola e frutticola, che guadagna sempre maggiore caratura, tanto da aver assunto oggi il ruolo di evento fieristico di punta a livello mondiale nel suo ambito di riferimento, in grado di fornire un’offerta esaustiva e risposte puntuali ed efficaci alle esigenze delle filiere produttive in oggetto.

 

NEL RINNOVATO E AMPLIATO PARCO DELLE ESPOSIZIONI

Isabelle Alfano, Direttrice del Sitevi, ha illustrato le novità del Salone nel corso di una conferenza stampa virtuale lo scorso 28 settembre.

Offerta completa ed estremamente attraente, dunque, che la trentesima edizione del salone transalpino, di scena presso il Parco delle Esposizioni di Montpellier dal 30 novembre al 2 dicembre prossimi, è pronta ancora una volta a proporre, forte del 90 per cento dei suoi spazi già prenotati, di 950 espositori iscritti, tra cui numerose industrie leader, e di 3.000 metri quadri di superficie espositiva supplementare ottenuta grazie al nuovo padiglione B2.

Coprendo in tal modo l’insieme delle tre filiere, dal momento che il 90 per cento degli espositori presenterà attrezzature destinate agli operatori della filiera vigna-vino, il 60 per cento attrezzature dedicate ai professionisti della filiera ortofrutticola e il 45 per cento attrezzature per gli operatori dell’olivicoltura.

 

UNA RASSEGNA SEMPRE PIÙ COSMOPOLITA

Decisamente degno di nota anche il desiderio di partecipare al Sitevi 2021. Durante un sondaggio condotto dal salone lo scorso mese di luglio presso i visitatori delle edizioni precedenti, infatti, l’86 per cento degli interpellati ha espresso l’intenzione precisa di visitare il Sitevi di quest’anno. Il 72 per cento degli intervistati, inoltre, si è dichiarato ottimista in merito alla propria attività nell’arco dei prossimi sei mesi ed il 28 per cento ha comunicato di avere in cantiere un progetto d’investimento da finalizzare entro il primo semestre del 2022.

Un atteggiamento positivo che si riscontra anche a livello di partecipazione internazionale. Ad oggi circa un quarto delle ditte espositrici iscritte arrivano principalmente da paesi europei, come Germania, Austria, Belgio, Italia, Portogallo, ma anche da provenienze più lontane, vedi tra l’altro Stati Uniti e Paraguay.

Quanto ai visitatori internazionali, il salone continua ad intensificare le proprie iniziative promozionali, incentrate sul bacino del Mediterraneo e l’Europa, muovendosi lungo due direzioni strategiche: una comunicazione a 360 gradi ed una operazione “Top Buyers” svolta in collaborazione con Business France in cinque paesi (Austria, Polonia, Repubblica Ceca, Ucraina e Gran Bretagna).

Sempre più cosmopolita, insomma, il Sitevi, manifestazione che rivendica ormai a pieno titolo la sua valenza di appuntamento fieristico dedicato al business per tutti gli operatori delle filiere vigna-vino, olivo e ortofrutta, spingendo con ancora maggiore energia a tal fine sul pedale dell’innovazione tecnologica.

Rivelare e accelerare la diffusione dell’innovazione e delle soluzioni di domani, del resto, fa parte integrante del Dna del salone francese, come attestato dal Forum che, all’interno di un’unica area, concentra il meglio delle tre filiere – oltre che sotto l’aspetto di interessanti degustazioni, con sessioni di assaggio di vini e olio d’oliva – in termini di ricerca e di carica innovativa.

 

LARGO SPAZIO ALL’INNOVAZIONE CON I SITEVI INNOVATION AWARDS

Vedi, in particolare, i prestigiosi Sitevi Innovation Awards, che anche stavolta metteranno sotto i riflettori le novità più ragguardevoli del settore, preselezionate quest’anno, tra i 57 dossier di candidatura presentati, da una giuria composta dai migliori specialisti francesi ed internazionali e presieduta da Jean-Pierre Van Ruyskensvelde (nella foto sopra), direttore generale dell’IFV (Institut Français de la Vigne et du Vin). Novità di questa edizione 2021, il palmarès verrà svelato il 30 novembre, in occasione della serata di gala del salone.

 

TRENTUNO NOMINATION ALL’INTERNO DI TRE GRANDI TENDENZE

Sono tre le grandi tendenze in cui si concentrano i 31 prodotti e servizi che hanno ricevuto dalla giuria la nomination per il conferimento finale delle medaglie assegnate nell’ambito dei Sitevi Innovation Awards 2021.

La prima riguarda anche quest’anno il digitale e le sue applicazioni, tendenza in continua crescita in quanto la tecnologia digitale risulta sempre più al centro del funzionamento delle macchine.

La seconda tendenza si riferisce all’ottimizzazione delle operazioni colturali (in viticoltura e arboricoltura in primo luogo) e dei processi (nell’enologia in particolare): ambito, questo, in cui la riduzione dell’uso di prodotti fitosanitari occupa un posto sempre importante.

La terza tendenza, infine, concerne l’innovazione di prodotto e riflette la necessità di differenziazione commerciale e di una ecoprogettazione mirata al contenimento degli impatti ambientali.

Ed è all’interno della seconda tendenza, quella dunque relativa all’ottimizzazione delle operazioni colturali e dei processi, che troviamo tre marchi italiani nominati in lizza per i riconoscimenti finali.

IL DIGITALE E LE SUE APPLICAZIONI
NOMINATO NOME DELL’INNOVAZIONE
3D AEROSPACE DeVines
APTIMIZ Solution for automatic monitoring of working times of people and machinery
ERTUS GROUP Exapta TACTIQUE
IFV Pathogen, training course on vine virus diseases
PARSEC NECTAR by ADCF
PARSEC Quadr@
PELLENC – PERA OENOPROCESS PELLENC Connect
STUDIO NYX E-Cab: the agricultural machinery driving simulator
TerraNIS Oenoview365-HYD
VINVENTIONS Wine development trend test
 

L’OTTIMIZZAZIONE DELLE OPERAZIONI COLTURALI E DEI PROCESSI

NOMINATO NOME DELL’INNOVAZIONE
BUCHER VASLIN Bucher Xplus
CAFFINI Spa Smart Synthesis
DELLA TOFFOLA FRANCE Ampelos
ERO ERO VITIpulse Defoliator Combi
NETAFIM NetFlush™
NEW HOLLAND AGRICULTURE AGXTEND XPower XPN for narrow vineyards
PELLENC – PERA OENOPROCESS INTEGRAL’WINERY
PELLENC – PERA OENOPROCESS FILTR’ACTIV Combination
PROVITIS VSE 230
SOUFFLET VIGNE Spray Protect
VIGNETINOX ATT.65 LIV. RAPID
VITIBOT Confined spraying with recovery panels on automated platform
 

L’INNOVAZIONE DEL PRODOTTO, LA DIFFERENZIAZIONE COMMERCIALE E L’ECO-PROGETTAZIONE

NOMINATO NOME DELL’INNOVAZIONE
BIOPHYTOS 3D printing process for ceramic wine maturing containers
COQUAS Full range of nut (almond) shelling machines
DALIVAL KISSABEL®
LITHOBRU Collection Nature – Les Inattendus de Lithobru
NEW HOLLAND AGRICULTURE TK Methane Power
R&D VISION Machine for quality control and optical sorting of grape crates
SOUFFLET VIGNE Presticire
TONNELLERIE ROUSSEAU Cuve InOak
VINVENTIONS Nomacorc Blue Line

 

L’ATOMIZZATORE SMART SYNTHESIS DI CAFFINI, INTELLIGENTE E INNOVATIVO

Nomination da parte della giuria dei Sitevi Innovation Awards 2021, quindi, per una “macchina intelligente e innovativa” come l’evoluto atomizzatore Smart Synthesis Hybrid sviluppato da Caffini, sul quale è possibile regolare sia il volume d’aria generato dalla turbina sia la dose di prodotto.

La turbina è azionata da un motore elettrico da 400 volt e la velocità di questo motore viene costantemente modulata in base alla misura della densità della chioma della pianta, mentre, nel frattempo, la dose di prodotto viene modulata da ugelli PWM senza modificare la dimensione delle gocce: l’operatore sceglie la dimensione delle gocce desiderata in base a parametri quali il clima e la penetrazione delle gocce stesse, la cui dimensione rimane costante grazie al fatto che la pressione resta stabile.

 

AMPELOS, IL NUOVO CENTRO DI PRESSATURA PNEUMATICO CONTINUO DI DELLA TOFFOLA

Tecnologie all’avanguardia e processi produttivi automatizzati, in vista della massima precisione operativa sul fronte enologico, balzano in primo piano su un’altra innovazione italiana nominata quest’anno per i Sitevi Innovation Awards: si tratta di Ampelos, nuovo centro di pressatura pneumatico che consente di lavorare in ciclo continuo, introdotto sul mercato dal gruppo trevisano Della Toffola.

Il sistema è formato da presse intelligenti, completamente automatiche e connesse, gestite da un software di intelligenza artificiale con algoritmi appositamente sviluppati. Il software ottimizza i cicli di pressatura rilevando tipologia e quantità di prodotto caricato, consentendo una drastica riduzione dei tempi di pressatura.

Tutte le fasi di lavoro, dal ricevimento dell’uva alla pressatura e allo scarico delle vinacce all’interno di container per lo smaltimento, fino al risciacquo e al lavaggio sono quindi gestite dalla macchina stessa senza attività dell’operatore, a tutto vantaggio della velocità, della qualità e del rendimento.

 

AGXTEND XPOWER XPN, NUOVO ESCLUSIVO SISTEMA DI DISERBO ELETTRICO

Sugli allori anche New Holland, meritevole per la giuria dei Sitevi Innovation Awards di una doppia nomination. La prima è andata all’AgXtend XPower XPN, nuovo esclusivo sistema di diserbo elettrico, al top dell’innovazione, dell’efficienza e dell’eco-compatibilità, in questo caso dedicato alle vigne strette, nelle quali è in grado di eliminare completamente le infestanti in modo perfettamente ecologico e con l’efficacia della tecnologia erbicida digitale, paragonabile a quella degli erbicidi di sintesi in termini di controllo delle malerbe e più efficiente, pratico e sicuro rispetto al diserbo meccanico, senza danneggiare il suolo.

 

IL TK METHANE POWER DI NEW HOLLAND, PER UN VINO A EMISSIONI ZERO DI CO2

La seconda nomination per New Holland poi, conferita nell’ambito della tendenza innovazione di prodotto ed ecoprogettazione, è dovuta ai requisiti altamente innovativi in termini di ecologia ed economicità vantati dallo specializzato TK Methane Power, nuovo prototipo di trattore cingolato da vigneto alimentato a biometano, capace di muoversi al meglio anche in spazi ristretti, per una produzione di vino a emissioni zero di CO2.

Un trattore che funge da tassello fondamentale del programma Clean Energy Leader, attraverso il quale New Holland sta da una quindicina d’anni promuovendo il miglioramento dell’efficienza e della sostenibilità delle realtà agricole incentivando le bioenergie e il ricorso a carburanti alternativi. E che rappresenta anche il pilastro della Energy-Independent Farm, il progetto pilota con cui il brand giallo-blu ha sviluppato un modello di azienda agricola energeticamente indipendente.

 

UN PROGR4AMMA RICCO DI CONFERENZE E WORKSHOP

Ma a tenere banco anche nel corso della trentesima edizione della kermesse francese saranno i suoi contenuti di grande qualità, i momenti forti e gli eventi collaterali di spicco organizzati per arricchire ed accompagnare il percorso dei visitatori.

Basti dire che, nell’arco di tre giorni, sono in calendario cinquanta conferenze e workshop – organizzati dall’IFV e dai partner del salone – che consentiranno ai visitatori di confrontarsi sulle nuove sfide del mercato e sulle ultime soluzioni innovative. Quest’anno il programma approntato dall’IFV prevede conferenze incentrate su tematiche di stringente attualità per il comparto viticolo, quali la transizione agroecologica, i rischi climatici, il label low carbon, l’attrezzatura per il vegetale e la selezione sanitaria.

 

IL VILLAGGIO DELLE START-UP

Come da tradizione, inoltre, il villaggio delle Start-up – per la prima volta quest’anno realizzato in partnership con la Ferme Digitale e Agri Sud-Ouest Innovation (Polo d’eccellenza della regione Occitania) –  rappresenterà un luogo di espressione e confronto e un autentico trampolino per le giovani start-up innovative del settore agricolo,  permettendo ad ognuna di esse di costituire una rete di contatti professionali e strategici per sviluppare il proprio progetto in Francia e a livello internazionale.

 

I BUSINESS MEETINGS, IL JOB DATING E UNO SPAZIO MASTERCLASS  E DEGUSTAZIONI

 

Altro momento clou, poi, i Business Meetings, appuntamenti d’affari tra visitatori con progetti concreti d’investimento ed espositori del salone che permetteranno di creare un contatto in modo rapido e di trovare  soluzioni fattive per l’avanzamento dei progetti.

Organizzati per la prima volta nel 2019, questi appuntamenti d’affari hanno generato più di 600 incontri. A causa della pandemia e del suo impatto sul business internazionale, il Sitevi 2021 organizzerà questi incontri ricentrandoli a livello geografico sull’Europa ed il bacino del Mediterraneo.

Non mancherà uno spazio di Job Dating, deputato a consentire la scoperta di opportunità lavorative nei tre settori del salone francese a chi cerca un’occupazione, ai giovani laureati e diplomati e a chi già lavora ma desidera un’evoluzione nella propria carriera.

Imperdibile infine per tutti i professionisti e i visitatori del Sitevi lo spazio dedicato a masterclass e degustazioni, che permetterà di andare alla scoperta della diversità delle regioni viticole, olivicole, orticole e frutticole francesi ed internazionali, facilitando il contatto con gli espositori.

Verranno affrontate tematiche quali il bouquet dei vitigni resistenti, la scoperta di un nuovo vitigno e i vitigni adatti ai cambiamenti climatici. Le degustazioni saranno guidate da professionisti della filiera, in particolare dall’IFV e da France Olive.

 

 
© riproduzione riservata
 
 
 
 

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori
trattori breaking news