Steyr: compattezza e tecnologia nei nuovi Profi con cambio CVT

Macchine , Trattori 23/07/2013 -
Steyr: compattezza e tecnologia nei nuovi Profi con cambio CVT

Nel corso di Steyr@home è stata presentata in anteprima assoluta la nuova serie Profi CVT, tre modelli che vanno ad inserirsi nel segmento di potenza 110-130 cavalli e sono caratterizzati da motori a 4 cilindri e trasmissione a variazione continua. Quest’ultima è stata sviluppata presso lo stabilimento di Sankt Valentin e si avvale della tecnologia a doppia frizione Dkt che è garanzia di elevata fluidità. La variazione dei rapporti tra 0 e 50 chilometri orari è assicurata da gruppi idrostatici, anche se la parte meccanica è preponderante (due gamme meccaniche per la marcia avanti e una per quella indietro).

Sviluppato dal centro ingegneristico Steyr, il sistema di suddivisione della coppia permette di raggiungere una velocità di 50 chilometri orari con un regime di rotazione del motore di 1.750 giri al minuto (40 chilometri orari @ 1.600 giri al minuto). Le due gamme avanti, la retromarcia e l’inversore vengono inseriti automaticamente usando la doppia frizione e le due frizioni si innestano solo quando entrambe ruotano alla stessa velocità così da garantire una lunga durata di servizio e perdite ridotte al minimo.

La nuova serie è formata dai modelli 4110 Profi CVT, 4120 Profi CVT e 4130 Profi CVT, con potenze, al regime nominale di 2.200 giri al minuto (normativa Ece R 120), di 110, 121 e 131 cavalli rispettivamente, che salgono a 131, 140 e 150 cavalli grazie al sistema PowerPlus con il quale si ottiene una potenza supplementare per i trasporti su strada e per le applicazioni idrauliche e con la Pto. Il sistema di gestione della trasmissione e del motore S-Tronic, volto ad ottimizzare l’efficienza dei consumi, fa parte della configurazione standard.

 

POTENZA E MANOVRABILITÀ

Tutti e tre i modelli sono azionati da motori Fpt da 4.485 centimetri cubi di cilindrata, con turbocompressore, intercooler e tecnologia Steyr Ecotech che ricorre al post trattamento dei gas di scarico con sistema Scr per ottemperare alle richieste dello step IIIB. Questi propulsori sono inoltre dotati di un sistema di iniezione common rail ed offrono un incremento di potenza del dieci per cento al regime ridotto di 1.900 giri al minuto, che si traduce in un consumo di carburante nettamente inferiore. Le dimensioni compatte del motore garantiscono un angolo di sterzata di 55 gradi ed un raggio di volta di soli 4,04 metri.
Il sistema Active stop control (controllo attivo di arresto), collegato alla trasmissione, assicura un completo arresto del mezzo anche in presenza di carichi senza dover azionare freno o frizione. Di serie anche  il freno di stazionamento elettronico, che, oltre a poter essere inserito e disenserito dal piantone dello sterzo, si attiva automaticamente a motore spento disattivandosi alla ripartenza del trattore.
Il sistema di gestione del minimo è un’altra funzione software innovativa che riduce ulteriormente il consumo di carburante e i costi operativi. Trenta secondi dopo che il conducente ha lasciato la cabina la velocità al minimo scende da 850 a 650 giri al minuto a condizione che né i distributori elettronici né il sollevatore siano in uso.

 

VISIBILITÀ, COMFORT E PRODUTTIVITÀ

La cabina della nuova serie Profi CVt è una delle più spaziose in questa categoria con una struttura a quattro montanti, una superficie vetrata di di 5,78 metri quadrati ed una finestra integrata nel tetto che offre al guidatore una vista frontale a 105 gradi, ideale per i lavori con il caricatore frontale. Con 69 decibel è anche una delle cabine più silenziose disponibili sul mercato.
Grazie alla presenza del monitor touchscreen S-Tech Isobus compatibile, il motore, la trasmissione, la Pto ma anche il sistema di guida automatica S-Guide e diverse altre funzioni della macchina, sono continuamente interconnessi. La leva Multicontroller, integrata nel bracciolo del sedile e dotata di pulsanti retroilluminati per il lavoro notturno, può gestire fino a sette funzioni e con un solo bottone viene invertita la direzione di marcia del trattore.

Trattandosi di un trattore polivalente, il Profi CVT è dotato di un sistema idraulico potente ed estremamente flessibile. Una pompa a pistoni assiali fornisce portate considerevoli, fino a 125 litri al minuto, compresa la regolazione della pressione e del flusso. Il sollevatore posteriore arriva a sollevare 7.850 chili, mentre la portata di quello anteriore di 3.100 chili. Fino a sette distributori ausiliari elettroidraulici consentono il controllo di un’ampia gamma di funzioni idrauliche.

Costituisce una novità il sistema di gestione del sollevatore frontale che rende molto più facile azionare attrezzi montati anteriormente. Si possono programmare due impostazioni dell’altezza, e l’impostazione automatica flottante consente al sollevatore anteriore di passare automaticamente alla posizione flottante appena la posizione di lavoro è raggiunta.

 

LA VERSIONE MUNICIPALITÀ

Su richiesta, il Profi CVT è disponibile in versione municipalità, che si distingue per la colorazione arancione, con apposito telaio integrato, quattro o sei valvole idrauliche anteriori e la Pto frontale.

La nuova gamma Profi CVT è entrata in produzione nel mese di luglio e le prime consegne avverranno a fine 2013.

© Barbara Mengozzi

L'azienda del mese
Sotto i riflettori
Meccagri.it - Social media
Seguici su Facebook Seguici su Instagram Seguici su Youtube Seguici su Twitter