MENU

Steyr Konzept: propulsione ibrida per il “trattore del futuro”, che è già presente

By at Novembre 28, 2019 | 21:14 | Print

Steyr Konzept: propulsione ibrida per il “trattore del futuro”, che è già presente

Definitivamente archiviato, per Steyr, il passato che l’ha identificata nella veste di casa costruttrice relegata entro i confini della patria austriaca e aree limitrofe, lasciando spazio alla fisionomia di un marchio di indiscussa valenza internazionale e dalla caratura fortemente hi tech, requisiti e immagine che prefigurano il ruolo di brand di alto profilo in seno a CNH Industrial.

Sintomatico, a tale proposito, il fatto che una delle novità di maggiore spicco in mostra sul palcoscenico dell’ultima edizione di Agritechnica arrivi proprio dalla carica innovativa di casa Steyr, che quest’anno si è proposta ad Hannover con un’offerta non soltanto molto forte e convincente, ma anche dichiaratamente proiettata verso il futuro della tecnologia dei trattori.

 

IN COLLABORAZIONE CON LA CONSOCIATA FPT INDUSTRIAL

Hubertus Mühlhäuser

 

Il clou dello stand del costruttore austriaco è stato infatti un avveniristico concept di trattore a propulsione ibrida, lo Steyr Konzept – frutto di un progetto sviluppato in stretta collaborazione con FPT Industrial – svelato subito all’apertura del salone tedesco, alla presenza di Hubertus Mühlhäuser e di Derek Neilson, rispettivamente CEO e President Agriculture di CNH Industrial,

Derek Neilson

 

Si tratta di una esclusiva combinazione, sotto il manto di un look avanzatissimo di forte impatto, di soluzioni tecnologiche d’avanguardia, a livello di sostenibilità e dimensione elettrica e digitale, che sfociano in un concetto di trattore ecologico, potenzialmente ad emissioni zero, senza tuttavia venir meno all’efficienza e alla funzionalità.

Un trattore dal design compatto, dunque, ma capace di assicurare picchi di coppia elevati per essere in grado di affrontare varie tipologie di applicazioni.

 

PRESTAZIONI, PRODUTTIVITÀ E SOSTENIBILITÀ

Questo evoluto prototipo è incentrato su un motopropulsore ibrido elettrico modulare, composto da un motore diesel ad alta efficienza (un quattro cilindri compatto da 4,5 litri al posto del classico sei cilindri tradizionalmente installato su trattori di questo tipo), un generatore di energia elettrica e diversi motori elettrici a controllo individuale.

clicca sull’immagine per ingrandirla

E per il suo trattore di nuova concezione Steyr ha adottato il motore NEF 45 di FPT Industrial, che eroga una potenza massima di 150 kilowatt, incrementabili fino a 250 kilowatt nella modalità di funzionamento hybrid boosting, garantendo sia consumi di carburante ridotti nell’ordine del 10 per cento rispetto a una motorizzazione solo diesel per alcune missioni specifiche del trattore, sia una riduzione di emissioni di CO2.

 

MODALITÀ DI PROPULSIONE “PURAMENTE ELETTRICA” A ZERO EMISSIONI

Con la possibilità di utilizzare una modalità di propulsione puramente elettrica (con un’ora di autonomia), grazie alla quale si arriva ad azzerare le emissioni dei gas di scarico, abbattendo anche l’inquinamento acustico, il che permette l’impiego del trattore in aree sensibili dal punto di vista ambientale (vedi aree urbane, stalle o serre).

Per giunta, essendo il pacco batterie di tipo modulare, è possibile garantire un’autonomia in modalità puramente elettrica adeguata a tutte le tipologie di attività e questa caratteristica avrà un ruolo centrale anche nei futuri progetti di elettrificazione.

 

ELEVATO COMFORT DI GUIDA

Grazie alla innovativa architettura del powertrain, lo Steyr Konzept consente una serie di soluzioni intelligenti, come lo sterzo integrale e il concetto avanzato di sospensione a ruote singole, sinonimo di numerosi vantaggi, tra i quali un maggiore comfort di guida, superiore flessibilità operativa, oltre che prestazioni ottimali in campo e su strada.

 

OTTIMIZZAZIONE DELL’EFFICIENZA

Tutti i motori elettrici del veicolo, inoltre, sono collegati tra loro per garantire che la potenza venga sempre impiegata esattamente laddove necessaria a seconda delle varie situazioni applicative, mentre un booster della coppia elettronico (eTorque), alimentato da una batteria centrale, fornisce energia supplementare durante il funzionamento alla massima potenza.

Risultato di tale sistema: un azionamento elettrico a variazione continua ad alta efficienza che elimina la necessità di una trasmissione meccanica e di componenti idraulici nel gruppo propulsore, traducendosi in un minor numero di parti in movimento, con conseguenti minori perdite di potenza, e in un flusso di energia ottimale.

 

MOTORI ELETTRICI INDIPENDENTI SUI MOZZI DELLE RUOTE PER UN CONTROLLO OTTIMALE DELLA TRAZIONE

Da segnalare anche il fatto che il motore non è collegato direttamente alle ruote e la trazione integrale è assicurata da quattro motori elettrici indipendenti installati direttamente nei mozzi delle ruote, con distribuzione equilibrata delle masse e potenziate sicurezza, aderenza, maneggevolezza e risposta.

I motori indipendenti sul mozzo delle ruote, poi, oltre a consentire un più efficace controllo della trazione, permettono di recuperare e immagazzinare energia, per esempio in discesa, e al tempo stesso il contributo del motore elettrico alla trazione migliora il comportamento dinamico del trattore e fornisce, come detto, la coppia supplementare istantanea necessaria per svolgere i lavori più pesanti.

A garantire il funzionamento tradizionale dello Steyr Konzept provvedono sistemi idraulici azionati elettricamente e una presa di potenza, sempre ad azionamento elettrico, che consente sia un numero di giri variabile sia la rotazione inversa, mentre per gli accessori elettrificati sono disponibili le connessioni da 700 V e 48 V.

Una eccellente visibilità a 360 gradi è poi assicurata dalla cabina di nuova concezione, con ampie superfici vetrate e telecamere integrate.

 

NUOVE SOLUZIONI PER L’AGRICOLTURA DI PRECISIONE

Ma lo Steyr Konzept si caratterizza anche per le sue innovative soluzioni tecnologiche relative all’agricoltura di precisione: vedi il drone dotato di sensori per la vegetazione che, durante le operazioni in campo, precede il trattore, trasmettendo dati in tempo reale.

Per la prima volta, inoltre, questo futuristico trattore funge da ufficio digitale mobile che consente di gestire l’attività dell’azienda agricola direttamente dalla cabina attraverso un display integrato nel vetro laterale destro.

E un “head-up display” frontale proietta sul parabrezza tutti i parametri chiave della macchina per una visualizzazione immediata da parte dell’operatore.

 

 
© riproduzione riservata
 
 

 

Primo piano , , , , , , ,

Related Posts

Comments are closed.