MENU

Trattori Solis: parlano indiano ma vestono europeo

By at Gennaio 24, 2019 | 17:09 | Print

Trattori Solis: parlano indiano ma vestono europeo

Centomila trattori esportati e diecimila trattori venduti in Europa. Sonalika, gruppo facente capo a International Tractors Limited, al terzo posto tra i costruttori indiani di trattori grazie ad una ampia ed articolata gamma che va da 20 a 120 cavalli, ha scelto la cornice di Eima International 2018 per festeggiare l’ambito traguardo raggiunto sul fronte dell’export, che viene vissuto dall’azienda con sede a Hoshiarpur, nel Punjab, non certo come un punto d’arrivo bensì con la consapevolezza di poter fare ancora meglio.

 

PRODOTTI RIVOLTI ALLA CLIENTELA EUROPEA

Dopo aver dimostrato di saper fabbricare trattori in grado di ritagliarsi uno spazio nell’affollato mercato del Vecchio Continente Sonalika sta infatti affilando le armi per mettere a punto dei prodotti che si avvicinino sempre di più al gusto della clientela europea.

 

DESIGN MODERNO E RINNOVATA CABINA PER IL SOLIS 90N CRDI

Come il nuovissimo Solis (Solis è il brand utilizzato per i trattori che vengono commercializzati sul mercato europeo) 90N CRDi (Common Rail Direct Injection) (nelle foto sopra e sotto) che ha debuttato proprio alla rassegna bolognese, forte di un design moderno ed accattivante e di una rinnovata cabina che ben riesce a coniugare spazio, visibilità e comfort.

Tra le specifiche tecniche del nuovo modello il motore 4 cilindri turbo intercooler da 4.087 centimetri cubi di cilindrata che eroga una potenza nominale di 90 cavalli a 2.200 giri al minuto, la trasmissione meccanica sincronizzata Carraro (12AV+12RM)  con inversore meccanico al volante, Pto a due regimi (540 e 540E) e sollevatore posteriore con capacità massima di sollevamento di 2.500 chilogrammi (3.000 opzionale).

 

SEMPLICE E FUNZIONALE

Si tratta, per farla breve, di un trattore di facile impiego ed accessoriato “quel tanto che basta”, fabbricato con componentistica di buon livello e contraddistinto da un prezzo decisamente competitivo, la cui unica incognita in ambito europeo potrebbe consistere nell’assistenza post vendita e nel reperimento dei pezzi di ricambio strettamente legati alla presenza di concessionari in loco.

 

NUOVO SOLIS 26 HST GIÀ STAGE V

All’Eima è stato svelato anche il nuovo Solis 26 HST (nella foto sopra) caratterizzato dalla presenza di un motore di derivazione giapponese emissionato Stage V e di una trasmissione idrostatica 6AV+2RM, anch’essa “made in Japan”, che combina morbidezza di funzionamento e silenziosità, e da un look  al passo con i tempi grazie all’elegante musetto che vede la presenza di quattro potenti luci a led.

Tra i punti di forza di questo nuovo modello, che ha dalla sua compattezza ed agilità, l’elevata ergonomia, assimilabile a quella di un cabinato.  Completano il quadro due regimi alla pto (540 e 1.000),  il sollevatore posteriore con capacità di sollevamento di 600 chilogrammi e la possibilità di scelta tra tre diverse tipologie di pneumatici (per uso agricolo e industriale).

 

LE ALTRE NOVITÀ IN MOSTRA A LAMMA SHOW 2019

La volontà di Solis di rafforzare la propria presenza in Europa ha trovato conferma anche all’inizio di quest’anno con la presenza del brand indiano al Lamma Show (nella foto sopra), di scena a Birmingham, nel Regno Unito, l’8 e il 9 gennaio scorsi, dove sono stati lanciati il nuovo Solis 50 con cabina provvista di aria condizionata e il Solis 75 CRDi, da 75 cavalli.

 

IL BOOM DELLE VENDITE SUL MERCATO INDIANO

Ai buoni risultati conseguiti da Sonalika Tractors all’estero si accompagnano le ottime performance messe a segno sul mercato domestico dove lo scorso novembre le vendite di trattori sono salite a 8.029  unità, con un incremento del 54 per cento rispetto allo stesso periodo del 2017. Nel periodo aprile-dicembre 2018 le vendite complessive di trattori fabbricati da Sonalika (mercato interno + export) hanno raggiunto 87.507 unità (+20,8% rispetto allo stesso periodo del 2017.

Ma l’azienda indiana non intende certo fermarsi qui. Allo scorso maggio risale l’annuncio di un investimento di 2 miliardi di rupie (equivalenti a oltre 28 miliardi di dollari) per la realizzazione di un nuovo Centro Ricerca e Sviluppo, seguito da un ulteriore investimento di 2,5 miliardi di rupie finalizzato allo sviluppo di una piattaforma prodotti rispondente agli standard richiesti per una presenza sui mercati globali.

«Nel 2017-18 superando la soglia dei 10.000 trattori collocati sul mercato (di cui 86.000 in India) abbiamo raggiunto l’obiettivo di raddoppiare le vendite complessive nell’arco di cinque anni che ci eravamo prefissi nel 2013, quando le unità vendute erano state 50.583», ha dichiarato Raman Mittal, direttore esecutivo di Sonalika ITL. «Per i prossimi cinque anni – ha aggiunto Mittal – ci attende un nuovo traguardo, che è quello di arrivare a 20.000 trattori venduti».

 

ALLA CONQUISTA DELLA CINA

Tra i mercati da conquistare, oltre a quelli europei, figura la Cina e con questa finalità la compagnia indiana sta cercando un partner locale. Nel frattempo prosegue la politica di sviluppo di nuovi prodotti a cominciare dalla gamma Sykander che, in virtù della favorevole accoglienza ottenuta, è arrivata a rappresentare in meno di un anno circa il 90 per cento dell’intera produzione.

 

© Barbara Mengozzi

 

Macchine Trattori , , , ,

Related Posts

Comments are closed.