Un innovativo rompigranella per le trince semoventi John Deere

Macchine 13/06/2012 -

John Deere ha annunciato l’acquisizione dei diritti di una tecnologia innovativa per la trinciatura di mais e del foraggio destinata alle trince semoventi. Si tratta della soluzione concepita dalla società Cawi e commercializzata in passato con il nome di “Master Cracker”, una tecnologia che ha  riscosso un notevole successo tra i clienti, in virtù della capacità di migliorare la qualità del foraggio destinato all’alimentazione degli animali e alla produzione di biogas.
«La nuova tecnologia John Deere KernelStar conferisce un notevole valore aggiunto alle trince semoventi John Deere, migliorando ulteriormente la produttività sul campo. L’integrazione di questo nuovo rompigranella è il risultato di ricerche portate avanti in collaborazione con i clienti e riflette la crescente domanda di insilato di altissima qualità –  ha affermato Christoph Wigger, vicepresidente Sales & Marketing divisioni Agricola e Turf per Europa, Nord Africa, Vicino e Medio Oriente –. L’innovazione della tecnologia per la produzione di insilato si fonda su due elementi principali: il primo è il sensore Harvest Lab che, negli ultimi cinque anni, si è affermato come uno dei componenti chiave per la documentazione dei processi su trince semoventi; il secondo è il nuovo KernelStar».
KernelStar è una tecnologia all’avanguardia, basata su un disco conico brevettato che consente una lavorazione più intensiva della granella rispetto ai rulli cilindrici o ai dischi di altre forme presenti sul mercato.«Oltre a una migliore lavorazione della granella e a una riduzione del consumo di energia, grazie a questa tecnologia è possibile limitare il numero di particelle di dimensioni superiori a quelle previste», ha spiegato Richard Halsall, Division Manager per le trince semoventi. Il nuovo design prevede l’utilizzo di dischi interconnessi sagomati, in grado di offrire una superficie maggiore per la lavorazione della coltura. «Grazie alla speciale forma brevettata, questi dischi forniscono una superficie di lavorazione tre volte superiore rispetto ai rompigranella a rullo tradizionali», ha aggiunto Halsall.

Disponibili i kit di conversione

La totale integrazione di questa tecnologia nelle foraggere John Deere come optional preinstallato verrà annunciata nel corso dell’anno. Nel frattempo, sarà comunque possibile acquistare i kit per convertire le foraggere semoventi. Nelle prossime settimane saranno disponibili ulteriori informazioni presso i concessionari John Deere. Questo nuovo componente si integra perfettamente con le numerose soluzioni all’avanguardia presenti sulle foraggere John Deere, come le innovative soluzioni per la testata, il gruppo di taglio DuraDrum e il premiato sensore di umidità e di costituenti HarvestLab.

Fonte: John Deere Italia
L'azienda del mese
Sotto i riflettori
trattori breaking news