Un ottimo 2011 per Same Deutz-Fahr

News 20/04/2012 -

Same Deutz-Fahr ha chiuso il 2011 con un fatturato di 1.114,7 milioni di euro, in crescita del 30,4% rispetto al 2010. Tale cifra consolida il fatturato di Grégoire Sas, la cui acquisizione si è perfezionata a settembre dello scorso anno, con effetti economici a partire dall’1/1/2011 e che ha contribuito per 41,2 milioni di euro. Il buon andamento di quasi tutti i mercati, unitamente all’efficacia della gestione interna, hanno consentito al gruppo di Treviglio di raggiungere un livello di Ebitda pari al 7,5% rispetto al 4,9% del 2010. In crescita anche l’Ebit, che passa dal 2,4% sui ricavi del 2010 al 5,6% del 2011 (61,9 milioni di euro). L’esercizio si è quindi chiuso con un utile netto consolidato pari a 30,3 milioni di euro. L’85% del fatturato è sviluppato al di fuori dell’Italia, con la Germania che rappresenta il primo mercato (22% del fatturato totale).

Il gruppo Sdf ha proseguito la strategia di internazionalizzazione in corso, rafforzando la propria attività nei Paesi emergenti. In particolare, ad ottobre 2011 è stata costituita una ioint venture paritetica con Shandong Changlin Agricultural Equipment Co. Ltd per la produzione e distribuzione di trattori in Cina, con un investimento totale di 60 milioni di euro. In India, dove il gruppo Sdf è presente con uno stabilimento produttivo dal 1996, nel 2011 sono stati prodotti 15.000 motori rispetto agli 8.000 dell’anno precedente. La produzione di trattori ha raggiunto nel 2011 le 6.488 unità, in crescita del 15,7% rispetto al 2010. Il fatturato relativo ai trattori è aumentato del 30% chiudendo l’esercizio con un fatturato pari a 855,9 milioni di euro. Il comparto full line ha registrato una crescita delle vendite del +60,9% rispetto al 2010. Il fatturato dei ricambi è stato pari a 189,7 milioni di euro, in aumento del 15,2% rispetto al 2010.

«Il 2011 è stato un anno complessivamente positivo, nel quale sono stati raggiunti buoni risultati che ci proponiamo di migliorare ulteriormente nell’anno in corso», ha commentato Lodovico Bussolati, amministratore delegato Sdf. «Il 2012 rappresenta per Sdf un anno di importante verifica delle proprie capacità gestionali che ci vedrà impegnati nel mantenere l’azienda snella, efficiente e in grado di guidare con successo gli importanti investimenti in corso nei nuovi mercati. Si manterrà alta l’attenzione sui margini e sui costi fissi di struttura per consolidare il buon lavoro svolto nel 2011. Sia pur in un contesto generale di crisi economica prolungata e di altissima incertezza, le previsioni per il 2012 sono per il nostro settore positive. Il nostro budget prevede una crescita del fatturato del 6% ed i dati di raccolta ordini e fatturato dei primi mesi dell’anno sono in linea con tale previsione».

Fonte: Same-Deutz-Fahr
L'azienda del mese
Sotto i riflettori
trattori breaking news