Vitrac e Viroc: porta attrezzi multifunzionali per la viticoltura di alta quota

Macchine 09/06/2022 -
Vitrac e Viroc: porta attrezzi multifunzionali per la viticoltura di alta quota

ANTEPRIMA ENOVITIS IN CAMPO 2022

Con Vitrac, prodotto in serie dalla WM Agri Technics di Prato all’Isarco, in provincia di Bolzano, è nata una nuova generazione di porta attrezzi, specificamente sviluppata per la viticoltura: mezzi di nuova concezione flessibili ed estremamente maneggevoli, facili da manovrare anche sui pendii più ripidi nonché in grado di accogliere gli attrezzi più complessi., senza trascurare il comfort del guidatore.

 

MASSIMA STABILITÀ E LEGGEREZZA, CON STERZATA SEMPLIFICATA

Il telaio in acciaio ad alta resistenza di Vitrac garantisce al tempo stesso leggerezza e stabilità grazie alla struttura a incastro. Per la protezione dai danni da collisione, la sottoscocca è corazzata con lamiera in acciaio nella parte anteriore e posteriore. A sua volta  l’articolazione a snodo, oltre ad assicurare il massimo adattamento al terreno, permette alla macchina di raggiungere un angolo di sterzata di circa 80 gradi senza perdere stabilità.

La posizione del giunto centrale fa sì che l’asse di rotazione corra parallelo all’asse longitudinale del veicolo, anche durante la manovra. La valvola elettrica proporzionale consente di eseguire con la massima precisione anche gli spostamenti più piccoli.

 

DIMENSIONI CONTENUTE E PESO RIDOTTO

Con una lunghezza complessiva di 2,25 e 2,55 metri, una larghezza a partire da 80 centimetri e uno sterzo dalla grande stabilità direzionale, il porta attrezzi può inserirsi nel filare successivo senza manovre già con una distanza tra filari di 1,30 metri: è sufficiente prestare attenzione al passaggio della parte anteriore così che la coda non sia soggetta a sbandamenti.

Per proteggere il delicato biosistema del terreno, il peso del porta attrezzi è stato ridotto a 750 chilogrammi, mentre gli pneumatici con ampiezza opzionale di 25 centimetri esercitano una pressione contenuta sul suolo.

 

MOTORE COMPATTO DI FACILE MANUTENZIONE E POMPE IDRAULICHE AD ALTA EFFICIENZA

Vitrac è azionato da un propulsore Kohler KDW 1404 a quattro cilindri da 1.372 centimetri cubi di cilindrata che eroga una potenza di 32 cavalli a 2.600 giri al minuto: un motore compatto (pesa soltanto 98 chilogrammi) e di facile manutenzione, la cui ridotta altezza e il posizionamento in profondità nel telaio hanno consentito di mantenere il più basso possibile il baricentro della macchina.

Il motore alimenta una pompa doppia a pistone assiale e regolazione elettronica. La prima, deputata alla trasmissione, fornisce 100 litri di olio, mentre la seconda, con 50 litri e 250 bar, assicura il funzionamento dell’attrezzo accessorio. Inoltre, per lo sterzo e il movimento del cilindro sono a disposizione due pompe a ingranaggi separate.

 

TRAZIONE INTEGRALE IDRAULICA E MOTORE AUTOFRENANTE

La trazione integrale idraulica con ingranaggi planetari è fatta apposta per le specifiche esigenze dell’agricoltura: da una parte, consente un’ottimale ripartizione delle forze motrici e, dall’altra, assicura un’elevata coppia di avviamento e una delicata trasmissione della potenza.

L’idraulica di trasmissione, sotto forma di collegamento in parallelo in serie, assicura inoltre una trazione straordinariamente elevata. Grazie al motore idraulico autofrenante, poi, Vitrac frena automaticamente al rilascio del pedale di avanzamento, facilitando la ripartenza su pendio.

E, sempre in tema di sicurezza, l’abbandono del mezzo da parte del conducente, lo spegnimento del motore oppure il rilascio del joystick attivano in automatico quattro freni a molla, uno per ogni ruota motrice.

 

SEDILE REVERSIBILE ED ERGONOMICI JOYSTICK MULTIFUNZIONE

A favore della versatilità del Vitrac gioca in misura notevole il sedile reversibile Grammer, con sospensione pneumatica e ammortizzatore longitudinale, facilmente ruotabile di 180 gradi, assieme a tutti gli elementi di controllo, senza l’ausilio di attrezzi.

Massima attenzione è stata riservata al comfort di guida e di manovra in entrambe le direzioni di marcia garantito dagli ergonomici joystick multifunzione. Mediante quello di sinistra (nella foto sopra) possono essere azionate tutte le funzioni idrauliche ed elettriche, così come la valvola di polverizzazione. Inoltre, è possibile impostare il senso di rotazione e regolare il quantitativo d’olio della presa di potenza idraulica indipendentemente dal numero di giri del motore diesel.

Il joystick modifica le funzioni in base all’attrezzo accessorio montato, impostando automaticamente tutti i parametri ottimizzati sulla base del dispositivo riconosciuto.

Il joystick multifunzione destro (nella foto sopra) invece, oltre a provvedere alla sterzatura mediante una semplice rotazione sino a 85 gradi in entrambe le direzioni, consente l’azionamento del blocco del differenziale, l’inversione della direzione di marcia, la regolazione del numero di giri del motore e l’impostazione del tempomat.

Tutte le informazioni rilevanti sono consultabili sul display (nella foto sotto): temperatura, velocità, chilometraggio giornaliero e complessivo, intervalli di manutenzione, così come impostazioni individuali relative all’attrezzo accessorio collegato.

La velocità può essere regolata gradualmente, mediante il pedale ergonomico, sino a 10 chilometri orari. Il predellino per il piede sinistro è inclinato, consentendo così un assetto stabile anche su terreni ripidi.

 

RICONOSCIMENTO AUTOMATICO DEGLI ATTREZZI ACCESSORI

Come anticipato, la macchina riconosce automaticamente l’attrezzo accessorio, adattando in modo ottimale tutte le impostazioni necessarie, come quantità d’olio ed elementi di comando, oltre che consentire l’impiego di 11 uscite elettriche programmabili per il controllo delle valvole idrauliche, così come di 7 ingressi analogici, digitali ed encoder. Infine, tramite un’interfaccia CAN-BUS, Vitrac può gestire anche attrezzi più complessi.

 

ARCHI ANTIRIBALTAMENTO

Due diversi archi antiribaltamento proteggono il guidatore e il porta attrezzi. Il primo, più alto, è stato sviluppato ad hoc per l’area della testa e il secondo, più basso, per gli impianti a pergola. Girando il sedile, gli archi possono essere spostati senza l’impiego di attrezzi.

 

VIROC, CON CABINA DI GUIDA 

Presenta gli stessi requisiti di aderenza, sicurezza e maneggevolezza di Vitrac, con l’aggiunta del massimo comfort per il guidatore, Viroc, ultima generazione del porta attrezzi provvista di cabina di guida.

Viroc è azionato da un motore Hatz 75 PS e pesa 1.270 chilogrammi. La cabina di guida, realizzata in alluminio e testata Rops, è girevole a 180 gradi; il piantone dello sterzo è regolabile in altezza e angolazione. Invariata la gestione dei comandi che avviene attraverso un joystick multifunzione.

 

 
© riproduzione riservata
Nella foto di apertura Viroc, evoluzione di Vitrac, versione provvista di cabina di guida, realizzata in alluminio.
 

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori