Walvoil: ampliamento del polo produttivo e costruzione del nuovo Innovation Center

News 29/11/2022 -
Walvoil: ampliamento del polo produttivo e costruzione del nuovo Innovation Center

Walvoil, tra i principali produttori mondiali di prodotti oleodinamici, elettronica e sistemi meccatronici completi, ha dato ufficialmente il via ai lavori di ampliamento della propria sede produttiva di via Portella della Ginestra a Cavriago (RE) e di costruzione del nuovo Innovation Center.

 

UNA SCELTA CHE CONFERMA IL PROFONDO RADICAMENTO DELL’AZIENDA NEL TERRITORIO REGGIANO ED EMILIANO

Presenti al ‘ground breaking’: da destra Fabio Marasi, presidente e amministratore delegato di Walvoil, Davide Mesturini, direttore Ricerca & Sviluppo, Andrea Ferrari, direttore Commerciale & Marketing, e Antonio Catellani, direttore Operations Italia.

I lavori, che insistono su una superficie di 3 ettari, rappresentano un ennesimo segno del profondo radicamento dell’azienda nel territorio reggiano ed emiliano.

Già presente, infatti, in Italia su otto sedi, sei delle quali a Reggio Emilia e provincia, e due nella provincia bolognese, Walvoil, che il prossimo anno compirà i suoi primi Cinquanta anni, continua ad essere un volano di sviluppo e di innovazione in una relazione di reciprocità con le comunità nelle quali è insediata. Comunità e territori, che rappresentano anche comprensori di eccellenza dei settori meccanico, meccatronico ed oleodinamico del nostro Paese.

 

UN INVESTIMENTO COMPLESSIVO DI OLTRE 30 MILIONI DI EURO

Render vista aerea dell’intervento

I nuovi edifici, che avranno le dimensioni rispettivamente di 9.000 e di 3.000 metri quadrati, significano un investimento totale di circa 31 milioni di euro, comprensivi degli allestimenti interni in tecnologie e macchinari, e saranno costruiti secondo le più moderne metodologie per garantirne la massima efficienza e sostenibilità sia ambientale sia sociale.

L’ampliamento dello stabilimento produttivo, informa l’azienda reggiana, sarà realizzato secondo forme e proporzioni analoghe a quelle dell’edificio esistente, richiamandone per quanto possibile i caratteri morfologici e il linguaggio architettonico, in ottica di continuità tipologica e funzionale, oltre che di unitarietà di lettura nella visione di insieme dell’intervento.

 

ALL’INTERNO  DELL’AREA IL NUOVO INNOVATION CENTER, CHE OSPITERÀ I LABORATORI DI RICERCA E SVILUPPO DI WALVOIL

Render del nuovo Innovation Center

A sud degli edifici destinati alla produzione troverà sede una costruzione leggermente più piccola, quanto a dimensioni, ma dalle caratteristiche estetiche e formali di maggiore impatto. L’edificio ospiterà, infatti, il nuovo Innovation Center, i laboratori di ricerca e sviluppo dell’azienda, attualmente siti a Reggio Emilia in via Norvegia, 10.

Questi laboratori, già fiore all’occhiello dell’azienda e cuore operativo di tutte le attività di ricerca, saranno ulteriormente di servizio anche alle filiali estere presenti in Australasia, Brasile, Canada, Cina, Corea, Francia, India e Stati Uniti.

Estremamente curato e ricco il progetto legato al verde, che è stato infatti studiato con l’intento di ridurre l’impatto paesaggistico dell’intervento, e, allo stesso tempo, di svolgere un’importante azione di ristoro per le persone e gli operatori coinvolti, e di compensazione delle emissioni dell’insediamento industriale.

 

A GIUGNO 2023, PRIMA DELLA FINE DEI LAVORI, L’AZIENDA FESTEGGERÀ IL CINQUANTESIMO ANNIVERSARIO

Il motivo di questo investimento lo ha spiegato Fabio Marasi, presidente e AD di Walvoil, che lo ha commentato come: «un grande passo in avanti per noi come azienda. Una conseguenza naturale della nostra crescita, che si concretizzerà, oltretutto, nell’anno di ricorrenza del nostro Cinquantesimo Anniversario, che festeggeremo prima della fine dei lavori a giugno 2023».

«Abbiamo voluto dare ulteriori gambe alle potenzialità dell’azienda – ha sottolineato Marasi –.  Per farlo abbiamo scelto ancora una volta il nostro territorio: è qui che ci sono le nostre radici, e da qui tutto è cominciato. È nostra volontà e responsabilità come impresa investire ancora una volta nello sviluppo delle nostre attività nel territorio reggiano e nella valorizzazione delle competenze e del know-how dei nostri collaboratori, essenziale e distintivo punto di forza del nostro Gruppo».

 

UNO STEP ULTERIORE PER L’ELEVAZIONE DEGLI STANDARD DI WALVOIL PER QUALITÀ E PROGETTAZIONE

Render del nuovo Innovation Center

Il progetto prevede un iter di soli 14 mesi per l’edificazione di un nuovo polo comprendente l’ampliamento e conseguente raddoppiamento della capacità produttiva dell’attuale stabilimento e la realizzazione del nuovo Innovation Center di Walvoil.

A tal proposito Davide Mesturini, direttore R&D, ha dichiarato: «il progetto è un vero e proprio upgrade per la nostra area, un riconoscimento della sua importanza strategica. Rappresentiamo il cuore propulsivo dell’innovazione e dell’ideazione di nuovi prodotti».

«Il passaggio dalla sede attuale ad un nuovo polo all’avanguardia, con un’area dedicata alle nostre attività di 3.000 metri quadri, è uno step ulteriore per l’elevazione degli standard di Walvoil per qualità e progettazione – ha fatto presente Mesturini –. Ci offre ulteriori possibilità per spaziare nell’ideazione di soluzioni migliori dal punto di vista di produzione e di efficienza, e per accompagnare ancora meglio i nostri clienti nelle loro realizzazioni in Italia e nel mondo».

 

CAPACITÀ PRODUTTIVA RADDOPPIATA E UN NUMERO CONSIDEREVOLE DI NUOVE ASSUNZIONI, OLTRE A TRASFERIMENTI DA ALTRE SEDI

Il budget per l’investimento in questo progetto ammonta a 31,5 milioni di euro di cui 16,5 impiegati inizialmente, mentre i restanti 15 saranno investiti nel periodo 2023-27.

Si prevede, inoltre, un aumento del personale impiegato nel sito di Corte Tegge a diversi livelli, da 174 posti di lavoro attuali a 400 a pieno regime. Ad un numero considerevole di nuove assunzioni, si affiancheranno trasferimenti da altre sedi, che saranno riconfigurate alla luce del nuovo intervento. Oltre al Servizio Ricerca e Sviluppo, è il caso del Reparto e della Progettazione Elettronica, ora in una delle sedi di via Norvegia, che troveranno nuova ospitalità nell’ampliamento in corso.

 

NUOVI EDIFICI MODERNI, ALL’INSEGNA DELLA MASSIMA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE E SOCIALE

Antonio Catellani, direttore Operations Italia, inoltre, ha sottolineato l’importanza di questa operazione definendola «il corollario di una sempre più crescente e continua domanda da parte del mercato dei prodotti Walvoil».

«Il livello di produzione del sito attuale – ha spiegato – raddoppierà con questo ampliamento anche grazie alle tecnologie senza appesantire l’impatto energetico. Le installazioni di pannelli fotovoltaici a copertura di entrambi i nuovi edifici, le tecnologie previste all’interno ci consentiranno di dar vita ad edifici moderni e sostenibili, realizzati per ospitare sì tecnologie, ma soprattutto persone. Con questo progetto verranno creati nuovi posti di lavoro e questo aumenterà ancora di più l’attrazione esercitata da Walvoil per personale specializzato e talentuoso, che arricchirà, inoltre, il tessuto industriale locale».

 

L’ADEGUAMENTO DELLE ESIGENZE PRODUTTIVE E STRATEGICHE ALL’AUMENTO STRUTTURALE DELLA DOMANDA DI MERCATO

È stato preventivato un aumento di fatturato pari a 30 milioni di euro grazie a questo investimento, una proiezione che giustifica questo grande sforzo economico di Walvoil.

Proprio a questo riguardo, Andrea Ferrari, direttore Commerciale & Marketing, ha evidenziato: «siamo in costante crescita, e di continuo si prospettano nuove sfide davanti a noi. A ciò Walvoil ha risposto investendo sulla ricerca e aumentando la nostra capacità produttiva. La nostra area ha riscontrato un aumento strutturale della domanda di mercato con conseguente adeguamento delle esigenze produttive e strategiche».

«Questo investimento a monte nella progettazione e a valle nella produzione – ha aggiunto – ci permette di aumentare la nostra competitività a livello internazionale e, in particolare, di avvicinare il prodotto all’applicazione delle macchine dei nostri clienti. In questi anni abbiamo riscontrato un forte interesse nei nostri prodotti elettronici, nelle pompe e motori e nell’idraulica compatta a completamento del prodotto storico delle valvole direzionali. L’ampliamento produttivo va nella direzione di soddisfare questa importante crescita».

 

 
Fonte: Walvoil
 

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori