MENU

AgXtend: le innovative soluzioni di Cnh Industrial per l’agricoltura di precisione

By at Gennaio 10, 2019 | 18:34 | Print

AgXtend: le innovative soluzioni di Cnh Industrial per l’agricoltura di precisione

L’ultima frontiera di Cnh Industrial nel campo del digitale e del Precision Farming si chiama AgXtend, il nuovissimo marchio lanciato dal gruppo italo-statunitense e focalizzato esclusivamente sulle soluzioni tecnologiche aftermarket di ultima generazione dedicate all’agricoltura di precisione.

 

STRUMENTI ESCLUSIVI DECLINATI NEI TRE BRAND DEL GRUPPO

Si tratta dunque del primo brand specializzato nei sistemi emergenti in ambito di Precision Farming e Isobus e rivolto a fornire ai clienti dei tre marchi agricoli di Cnh Industrial (Case IH, Steyr e New Holland Agriculture) un accesso completo ad una gamma di strumenti esclusivi, dinamici e innovativi, sviluppati da aziende partner strategiche ed in grado di incrementare la produttività e l’efficienza, consentendo di usufruire dei loro vantaggi durante l’intero ciclo colturale, oltre ad offrire evidenti benefici anche in termini di sostenibilità.

 

PERFETTAMENTE INTEGRABILI NELLE PIATTAFORME DI PRECISION FARMING ESISTENTI

Progettata per integrarsi alla perfezione nelle piattaforme di Precision Farming esistenti – quali AFS di Case IH, S-Tech di Steyr e PLM di New Holland Agriculture – la linea di prodotti e servizi connessi AgXtend è destinata ad ampliarsi significativamente in vista di un’offerta sempre più completa e ai vertici del settore dell’agricoltura di precisione, proponendo soluzioni disponibili su una vasta gamma di trattori, macchine agricole e macchine per la raccolta, compatibili a livello tecnico.

 

OFFERTA INIZIALE COMPOSTA DA CINQUE PRODOTTI

Attualmente l’offerta iniziale firmata AgXtend prevede un pacchetto base composto da cinque prodotti che spaziano dalla rilevazione di biomassa alle tecnologie di mappatura del suolo, dai sistemi di rilevamento a infrarossi del prodotto raccolto alle tecnologie elettro-erbicide fino alla sensoristica intelligente dell’ambiente del campo allo scopo di ottenere un valido supporto dei processi decisionali in ambito agricolo.

 

CROPEXPLORER, AVANZATO SENSORE DI BIOMASSA DELLE PIANTE

Si parte quindi con il nuovo CropExplorer, che sarebbe riduttivo definire un semplice sensore di biomassa, risultando invece un autentico sistema che utilizza funzioni e algoritmi specifici allo scopo di determinare il tasso di fertilizzazione in base al reale fabbisogno della coltura.

Per svolgere la sua funzione CropExplorer si avvale infatti di due sensori ottici ad alta precisione deputati a misurare sia la biomassa sia il fabbisogno di azoto delle piante presenti in campo.

 

PER UNA CORRETTA DISTRIBUZIONE DELL’AZOTO

I dati raccolti vengono poi elaborati, tramite calcoli algoritmici che definiscono istantaneamente le percentuali di azoto richieste dalle colture, così da poter regolare automaticamente lo spandiconcime collegato al sollevatore posteriore del trattore per una applicazione precisa nella giusta quantità.

Il sistema include inoltre l’esclusiva modalità Mappa + Sovrapposizione, che consente di impiegare mappe di resa potenziate in combinazione con le misurazioni dei sensori in movimento.

 

FACILE DA CONFIGURARE E USARE

A dispetto della sua sofisticata tecnologia, il nuovo CropExplorer – che può essere montato su un attacco anteriore a tre punti standard oppure sul telaio portazavorre frontale – si rivela facile da configurare e da usare e non richiede tarature.

Il controllo avviene attraverso un terminale dedicato compatibile con gli spandiconcime Isobus e con la maggior parte di quelli non Isobus capaci di applicazioni a rateo variabile.

 

CON SOILEXPLORER ANALISI IN  TEMPO REALE DELLE STRUTTURE DEL SUOLO

Grazie all’innovativo sensore o mappatore del suolo SoilXplorer, poi, la gamma AgXtend proposta da Cnh Industrial mette a disposizione degli agricoltori uno strumento efficace per aumentare la loro conoscenza del potenziale del terreno e, di conseguenza, l’efficienza delle lavorazioni.

Si tratta di un sensore senza contatto per la mappatura e la profondità di lavorazione variabile che utilizza segnali elettromagnetici per misurare la conduttività del terreno, esplorata in un’unica passata a quattro diversi intervalli di profondità – 0-25 centimetri, 15-60 centimetri, 55-95 centimetri e 85-115 centimetri – determinando e registrando eterogeneità e tipologie del suolo e relativo contenuto di umidità, e generando le rispettive mappe.

 

PROFONDITÀ DI LAVORAZIONE VARIABILE IN FUNZIONE DELLE CONDIZIONI DEL TERRENO

Oltre a questo impiego, SoilXplorer può essere utilizzato per un’altra finalità di Precision Farming, vale a dire l’individuazione della presenza e della profondità delle aree di compattamento, consentendo di regolare la profondità di lavoro degli attrezzi per la lavorazione del terreno in modo da farli operare alla massima profondità soltanto laddove veramente necessario, in favore di una riduzione dei consumi di carburante e dell’usura delle parti metalliche.

 

NIRXACT, SENSORE AD INFRAROSSI PER COLTURE/LIQUAMI

È invece basato sulla tecnologia ad infrarossi il nuovo sensore NIRXact per colture/liquami, che può essere installato su tutti i tipi di macchine: trinciacaricatrici foraggere, mietitrebbie, presse e carri botte.

Quando viene utilizzato su macchine da raccolta, NIRXact consente di misurare con precisione resa, umidità e costituenti delle colture, tra cui ADF (fibra acido-detersa), NDF (fibra neutro-detersa), amido, cenere e sostanza grassa grezza: una serie di parametri che forniscono agli agricoltori dati preziosi per massimizzare il prezzo di vendita dei cereali raccolti o per adeguare al meglio la razione alimentare alla produzione lattiero-casearia, mentre i contoterzisti possono calcolare e addebitare i propri servizi in base al numero di tonnellate raccolte.

 

SALVAGUARDIA DELL’AMBIENTE E RIDUZIONE DEI COSTI

Utilizzato su un carro botte o su uno spandiletame, poi, NIRXact permette di monitorare e regolare la quantità di azoto applicata ai campi variando la velocità di applicazione del liquame in base ai suoi livelli di costituenti.

Tutto ciò si traduce in un uso migliore del liquame per la fertilizzazione ed in una maggiore salvaguardia ambientale, associati ad un risparmio sui costi di trasporto del liquame stesso.

 

XPOWER, INNOVATIVO SISTEMA DI DISERBO ELETTRICO

Al top dell’innovazione, dell’efficienza e dell’eco-compatibilità – tanto da far vincere al brand Case IH la medaglia di bronzo agli Innovation Awards del Sima 2019 – si colloca XPower, esclusivo sistema elettro-erbicida che sfrutta, appunto, la corrente elettrica per l’eliminazione delle infestanti, offrendo la possibilità di sostituire i trattamenti chimici con un metodo alternativo, quale la tecnologia erbicida digitale, efficace almeno quanto gli erbicidi di sintesi in termini di controllo delle malerbe e più efficiente, pratico e sicuro rispetto al diserbo meccanico, senza danneggiare il suolo e favorendo la ricrescita.

 

DISTRUGGE LE INFESTANTI FINO ALLE RADICI

Il nuovo sistema di diserbo elettrico XPower è in grado di distruggere completamente le piante fino alle radici in modo perfettamente ecologico e funziona tramite una coppia di applicatori che vanno a contatto diretto con le infestanti bruciandole.

Può inoltre essere impiegato per la dessiccazione delle colture pre-raccolta.

Gli effetti dell’elettricità sui vegetali trattati sono visibili entro alcune ore. I bracci di applicazione sono disponibili con larghezze di lavoro che variano da 1,2 a 3 metri.

 

FARMXTEND, APPLICAZIONE METEO MULTISENSORIALE INTELLIGENTE

La suite di nuove tecnologie dinamiche di Precision Farming a marchio AgXtend annovera infine, per adesso, l’app FarmXtend, applicazione meteo intelligente che utilizza la logica IoT (Internet of Things, “Internet delle cose”) per combinare un’ampia gamma di dati provenienti in tempo reale da un set completo di sensori climatici connessi, consentendo agli agricoltori di monitorare i dati meteorologici in campo a supporto dei loro processi decisionali.

 

UN SET COMPLETO DI SENSORI CONNNESSI

I sensori meteorologici sono connessi alla stazione meteo WeatherXact, che rileva la temperatura e l’umidità ad un metro di altezza da terra e all’altezza della coltura, e al pluviometro RainXact, collegato al sistema SoilXact, deputato a registrare l’umidità e la temperatura del suolo a profondità differenti.

A rendere esclusiva l’app FarmXtend rispetto ad analoghi sistemi, poi, è la sua possibilità di disporre di potenti algoritmi, in grado di determinare, in base alla temperatura e all’umidità, il livello di aggressività delle malattie per un’ampia gamma di colture, consentendo di identificare i momenti ottimali per l’esecuzione dei trattamenti fitosanitari.

 

© Stefania Capponi

vedi anche:

Cnh Industrial: un nuovo marchio aftermarket dedicato all’agricoltura di precisione

Attrezzature , , , , , , , , , ,

Related Posts

Comments are closed.