Jcb conferma la sua fiducia nel mercato Italia

News 02/07/2014 -

Jcb spa ha deciso di sottolineare i festeggiamenti del proprio trentennale di attività in Italia riunendo, il 23-24 giugno 2014 a Reggio Emilia presso la sede Kohler-Lombardini, l’intera forza commerciale, funzionari e concessionari insieme: un importante momento di incontro e confronto sui modelli recentemente introdotti (con i nuovi motori che assicurano maggiore efficienza e costi di gestione più contenuti), sulle strategie commerciali e sugli obiettivi a medio e lungo termine che il costruttore britannico si pone per il mercato italiano.

JCB_SPA_Fiorentini

«I 30 anni raggiunti da Jcb spa sono un traguardo straordinario, ed è giusto celebrarlo – ha dichiarato Claudio Fiorentini (nella foto sopra), presidente di Jcb spa, aprendo i lavori – ma ora dobbiamo guardare avanti, al futuro. E per affrontare il futuro la parola d’ordine è una sola: flessibilità. Non ce ne sono altre. Flessibilità che dobbiamo introdurre a tutti i livelli delle nostre attività e delle nostre strutture».

 

“3C: CRISI–CAMBIAMENTO–CRESCITA”

JCB_SPA_3C

Il meeting ha coinvolto l’intera rete di vendita Jcb  (oltre 30 i dealer presenti)  e lo staff commerciale della filiale italiana, per un totale di oltre 100 presenze. Significativo il “claim” prescelto per la convention, “3C: Crisi–Cambiamento–Crescita”, che, oltre a “giocare” su una delle sigle di maggior successo nella storia Jcb (quella della terne), sintetizza con efficacia la modalità con cui il costruttore britannico ha affrontato  questa difficile congiuntura di mercato, manifestando  la reattività e propositività che da sempre lo contraddistingue e gli consente oggi di cogliere con prontezza i primi segni di ripresa che questo primo scorcio dell’anno ha evidenziato.

Chiari anche il messaggio e lo spirito dell’iniziativa, che anche in una fase di mercato costellata da perduranti difficoltà continua a vedere sulla breccia Jcb, con tutto l’impegno e la determinazione di sempre nell’affiancare e supportare i propri clienti con una presenta sul territorio puntuale, capillare e tempestiva, e una strategia commerciale volta ad ampliare costantemente la gamma di prodotto con nuove soluzioni mirate ad incontrare in maniera sempre più efficace le aspettative degli utilizzatori.

 

COPERTURA, LA QUARTA “C”

MATRONE_JCB_spa

Concetti ribaditi da Domenico Matrone (nella foto sopra), amministratore delegato di Jcb spa, che, parlando alla forza commerciale Jcb riunita, ha dichiarato: «La crisi che ha coinvolto tutto il mercato impone necessariamente un cambiamento per poter ritornare alla crescita. Nostri punti di forza,  oltre alla qualità del prodotto, sono da sempre la capacità delle persone e la presenza capillare sul territorio. Per questo alla tre “C” di cui parlavamo voglio aggiungerne una quarta, quella di “copertura”, che è la strada che abbiamo scelto per differenziarci dalla concorrenza e che ci permetterà, ne sono convinto, di lasciarci alle spalle la crisi e tornare a imboccare la strada della crescita».

 

LA PARTNERSHIP CON KOHLER

Lombardini_Main Entrance

La sede scelta per la convention di Jcb Italia è particolarmente significativa per le future strategie del marchio a livello globale: lo stabilimento Kohler a Reggio Emilia, fornitore dei motori “Jcb Diesel by Kohler” per molte delle macchine Jcb del segmento medio e compatto. Si tratta di motori innovativi conformi alle legislazioni Tier 4 Final/Stage IIIB, che inserendosi nel solco della filosofia costruttiva Jcb, a partire dal raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni senza la necessità di un filtro antiparticolato (DPF), offrono allo stesso tempo potenze e prestazioni maggiori  riducendo i costi e ottimizzando la gestione della macchina nel suo complesso.

JCB DIESEL by Kohler

Le positive sinergie della collaborazione tra i due marchi è stata sottolineata da Vincenzo Perrone (nella foto sotto), amministratore delegato di Kohler-Lombardini srl, che durante il suo intervento di benvenuto ha dichiarato: «Il gruppo Kohler è una delle più grandi società private degli Stati Uniti, e annovera tra le sue attività numerosi business tra cui la produzione di motori e gruppi elettrogeni tramite la divisione Power Group, di cui è parte Lombardini srl. Siamo orgogliosi che la tecnologia dei nostri innovativi motori KDI sia stata scelta da un prestigioso costruttore a livello mondiale quale Jcb».

KOHLER_Perrone

«Nello scenario tecnologico e produttivo attuale, ritengo cruciale per il successo di queste applicazioni, oggi molto più che in passato, la qualità dell’interazione tra motore e veicolo – ha proseguito Perrone –. Sotto questo aspetto, ritengo che la partnership tra Jcb e Kohler è tra le più efficaci che io conosca nel settore. Attraverso il lavoro di sviluppo comune, sono stati raggiunti livelli di prestazioni di eccellenza assoluta, che assegnano un vantaggio competitivo di valore assoluto alla nuova generazione di macchine Jcb».

 

I NUOVI PRODOTTI

JCB_SPA_2014

La partnership costruttiva tra Jcb e Kohler si concretizza con la presentazione di ben tredici nuovi modelli, tutti equipaggiati con gli innovativi propulsori “Jcb Diesel by Kohler”, presentati ufficialmente al mercato italiano proprio in occasione del meeting di Reggio Emilia (vedi link).

 

I TRENT’ANNI DI JCB SPA

JCB_SpA sede

Quella di Jcb spa è, indubbiamente, una storia di successo: un successo che si basa certamente sulla qualità del prodotto e dei servizi offerti dalla casa madre, ma che è stato costruito soprattutto grazie alle capacità della filiale italiana (nella foto sopra), dei suoi uomini e delle loro idee, di aver saputo entrare in sintonia con il mercato, di averne sempre compreso le esigenze, di aver prontamente interpretato i cambiamenti e le trasformazioni, mettendo in atto rapidamente strategie e azioni per mantenere il marchio Jcb costantemente al centro del mercato, nonostante uno scenario sempre molto competitivo quale quello italiano.

Fondata nel settembre 1984 dall’ing. Giovanni Bonvicini, la filiale italiana ha visto succedersi alla sua guida in questi tre decenni l’ing. Claudio Fiorentini, oggi presidente di Jcb spa, e più recentemente l’ing. Marco Bersellini e l’ing. Domenico Matrone, oggi amministratore delegato.

JCB_SPA_Convention

Dal settembre 1984 al 31 dicembre 2013 sono state vendute in Italia 51.838 macchine Jcb. Di queste, oltre 18mila sono terne ed oltre 17mila miniescavatori (introdotti da 25 anni), più di 3.600 gli escavatori (a listino da 22 anni). «Si tratta di un risultato eccezionale – ha commentato Claudio Fiorentini, presidente di  Jcb spa –, dovuto in primo luogo all’elevata qualità e all’alto grado di innovazione delle macchine Jcb, ma poi soprattutto all’impegno e alla determinazione della nostra rete di vendita nazionale, finanche, infine, al favore che i nostri clienti ci hanno concesso fin dal primo giorno, favore che fino ad oggi abbiamo sempre saputo conquistare e sono convinto che continueremo a farlo»

 

IL SALUTO DI LORD BAMFORD

JCB_SPA_Bamford

A sottolineare l’importante traguardo raggiunto dalla filiale italiana e l’attenzione che il Gruppo ha da sempre nei confronti del nostro mercato, i lavori sono stati aperti da un videomessaggio di saluto e di apprezzamento per il lavoro svolto in questi anni che Lord Bamford, Chairman Jcb, ha voluto appositamente inviare all’intero “mondo” Jcb in Italia.

 

I CONCESSIONARI PREMIATI

Nel corso della convention Jcb di Reggio Emilia – la prima dal 2010 a sottolineare ulteriormente la fiducia del costruttore nella ritrovata vivacità del mercato italiano – sono stati premiati alcuni dei concessionari che possono vantare un lungo percorso di lavoro comune con il marchio inglese, come la Carboni Gianni di Cagliari e la Cogemac di Misterbianco (CT), entrambi partner Jcb da cinquant’anni, e la Sofim di Pradamano (UD) che quest’anno festeggia i 40 anni di lavoro comune con il costruttore britannico.

 

Fonte: Sillabario

 

Jcb
L'azienda del mese
Sotto i riflettori
trattori breaking news