Kverneland: spandiconcime GEOSPREAD, aggiornati per la massima precisione ed efficienza

Attrezzature 16/03/2023 -
Kverneland: spandiconcime GEOSPREAD, aggiornati per la massima precisione ed efficienza

Procedendo sempre all’insegna della tecnologia più spinta, nell’ambito della fertilizzazione guarda costantemente all’obiettivo della massima efficacia distributiva un big conclamato dell’agricoltura di precisione del calibro di Kverneland, attraverso lo sviluppo di una gamma aziendale di spandiconcime “intelligenti”, in grado di segnare nuovi traguardi in termini di efficienza, comfort operativo e capacità di garantire, oltre alla evitata dispersione, l’integrità di ogni granulo di concime.

Una famiglia di modelli di taglia media e grande, con diverse capacità di tramoggia, sulla quale il costruttore norvegese ha introdotto la sua sofisticata tecnologia di precisione GEOSPREAD, che consente uno spandimento a dosaggio variabile in funzione dei contorni del campo e dei passaggi su aree già coperte.

E che non si limita ad assicurare precisione nella distribuzione in campo, ma rende possibile anche un risparmio notevole di concime, con un contenimento dei costi che risulta ancora maggiore in presenza di appezzamenti di piccole dimensioni o molto irregolari.

Utilizzando il collegamento GPS, infatti, il sistema automatico di controllo delle sezioni regola sia la larghezza di lavoro sia il dosaggio di concime in base ai valori preimpostati oppure ai dati delle mappe di prescrizione, il che permette una perfetta sovrapposizione ed una copertura con un minimo scostamento di dosaggio.


Leggi anche >>>

Kverneland Group: in mostra a Eima 2022 tecnologie smart per un futuro sostenibile 

 


RINNOVATO DESIGN E NUOVE CARATTERISTICHE, CON FOCUS SU LONGEVITÀ E DURATA

Kverneland spandiconcime Geospread

Adesso la gamma di spandiconcime GEOSPREAD firmati Kverneland (vedi tra gli altri  i modelli CL, TL, TLX, disponibili anche con livrea e marchio Vicon), adatta all’operatività all’interno di differenti tipologie di aziende agricole, dalle piccole alle grandi e con molteplici varietà di colture, si presenta con un design aggiornato, incentrato sulla facilità di pulizia e d’impiego nonché sulla durata, e con la dotazione di nuove caratteristiche.

Kverneland ha quindi puntato sulla longevità e sulla qualità per fornire agli utilizzatori uno spandiconcime in grado di rappresentare un ottimo strumento di lavoro, idoneo a diminuire i costi e ad elevare le qualità organolettiche del terreno. Da notare in primo luogo che, al fine di migliorare la qualità di pulizia nei modelli più grandi della gamma GEOSPREAD, è ora possibile aprire il paraurti posteriore. Grazie al rinnovato design, inoltre, i nuovi parafanghi offrono una migliore protezione del disco di spandimento, riparandolo da agenti esterni catturati dalle ruote del trattore.

E, dal momento che l’utilizzo di palette usurate determina il rischio di compromettere la qualità di spandimento, e quindi potenzialmente di perdere produttività, Kverneland sta introducendo le nuove palette Duplex, provviste di un ulteriore strato di rivestimento in carburo di cromo, composto estremamente duro e resistente alla corrosione, che viene utilizzato per trattare i componenti metallici allo scopo di aumentarne la resistenza all’usura.

Per migliorare la durata nelle condizioni più gravose con i fertilizzanti estremamente abrasivi, poi, anche le scatole sono state aggiornate e, mediante una diversa configurazione dei cuscinetti e una nuova tecnologia di verniciatura, il rischio di corrosione e di usura meccanica risulta notevolmente ridotto.

 

CELLE DI PESATURA DA 2,5 TONNELLATE SULLO SPANDICONCIME MEDIO EXACTA CL GEOSPREAD

Kverneland spandiconcime Geospread

Lo spandiconcime CL GEOSPREAD (nella foto sopra), nello specifico, munito di tramoggia da 1.100 a 2.800 litri di capienza e di larghezze di lavoro che vanno da 10 fino a 33 metri, è ora dotato di serie di celle di pesatura da 2,5 tonnellate in vista di un ulteriore aumento della precisione di pesatura e dello schema di spandimento: anche in condizioni di serbatoio pieno e con concimi con alta densità, infatti, la qualità di spandimento viene costantemente assicurata.

Per la comodità dell’utilizzatore è inoltre disponibile anche un sistema di spandimento a bordo campo ExactLine per lo spandimento GEOSPREAD al confine sul lato sinistro.

 

POSSIBILITÀ DI UTILIZZO IN COMBINAZIONE ANTERIORE E POSTERIORE PER MASSIMIZZARE LA CAPACITÀ TOTALE
Kverneland spandiconcime Geospread

Con la combinazione di spandiconcime anteriore e posteriore, l’accuratezza della nutrizione viene aumentata grazie allo spandimento di due diversi fertilizzanti in un’unica passata.

Tra le novità più interessanti previste da Kverneland per la sua gamma di spandiconcime a disco GEOSPREAD spicca la possibilità di utilizzarli in combinazione anteriore e posteriore.

Una combinazione che consente innanzitutto di incrementare la capacità totale fino a 6.000 o 7.000 litri, ottenendo al contempo un perfetto bilanciamento dei pesi sul trattore, il che significa una minore pressione sul terreno, con conseguente inferiore compattamento del suolo (particolarmente utile ad esempio, sottolinea il costruttore, in condizioni di campo umido).

Kverneland spandiconcime Geospread

Un perfetto bilanciamento dei pesi con uno spandiconcime nella parte posteriore e uno nella parte anteriore del trattore.

Utilizzando la combinazione di spandiconcime anteriore e posteriore, inoltre, l’accuratezza della nutrizione aumenta grazie allo spandimento di due diversi fertilizzanti in un’unica passata, con risparmio di tempo e ridotti danni al terreno: invece di spandere una miscela, in pratica, è possibile applicare due diversi tipi di concime con proprietà fisiche diverse, entrambi con una corretta impostazione, così da ottenere una precisione perfetta dei nutrienti e un lineare schema di spandimento, da cui conseguono un incremento della resa e un uso più efficiente del concime applicato.

 

INCREMENTATA EFFICIENZA
Kverneland spandiconcime Geospread

Con l’applicazione a rateo variabile è facile regolare la dose applicata separatamente dallo spandiconcime anteriore e posteriore.

Quando i diversi modelli GEOSPREAD vengono combinati nella parte anteriore e posteriore, poi, sul terminale ISOBUS è possibile selezionare ogni spandiconcime e inserire facilmente l’impostazione corretta. Il controllo delle sezioni attiva e disattiva automaticamente le sezioni su entrambi gli spandiconcime per ridurre al minimo le sovrapposizioni.

Con l’applicazione a rateo variabile su tutti gli spandiconcime Kverneland GEOSPREAD, inoltre, è possibile regolare automaticamente la dose di applicazione separatamente dallo spandiconcime anteriore e posteriore e, per una precisione ancora maggiore, la funzione MULTIRATE applica più dosi all’interno di una larghezza di lavoro differenziando la parte destra da quella sinistra indipendentemente dallo spandiconcime anteriore e posteriore.

Lo shaker box Kverneland viene utilizzato per determinare la distribuzione del fertilizzante come parte del processo di misurazione delle proprietà fisiche del fertilizzante.

Da segnalare anche il fatto che con Kverneland si ha la possibilità di misurare le effettive proprietà fisiche di ogni lotto di fertilizzante grazie al box di agitazione e al peso in litri per determinarne la distribuzione granulometrica e il peso specifico (chilogrammi/litro).

Usufruendo dell’App interattiva e del sito web, oppure dell’AutosetApp sui terminali IsoMatch Tellus, è inoltre facile reperire sempre i consigli ottimali per ogni tipo di concime (anche nel caso si tratti di un nuovo prodotto o quando il nome non compare nel database online), così da massimizzare la precisione e l’accuratezza dello schema di spandimento. Risultato: un risparmio dei costi, una migliore qualità delle colture ed un incremento della resa.

 

CONNETTIVITÀ E APPLICAZIONE A RATEO VARIABILE

Sulla super-tecnologica famiglia di spandiconcime GEOSPREAD di Kverneland, va evidenziato, grazie a funzioni quali l’applicazione a rateo variabile e il MULTIRATE, è possibile migliorare la qualità del raccolto utilizzando le mappe di applicazione o di prescrizione per spandere la giusta quantità nel posto giusto.

E restano in primo piano, per una efficiente gestione della flotta, anche le avanzate soluzioni telematiche proposte dalla casa costruttrice norvegese. Soluzioni come IsoMatch FarmCentre, disponibile per tutte le attrezzature ISOBUS firmate Kverneland e Vicon.

 

L’AVANZATA SOLUZIONE TELEMATICA ISOMATCH FARMCENTRE

IsoMatch FarmCentre consente all’utente di seguire in tempo reale i movimenti dei propri attrezzi: è infatti possibile verificare dove le macchine hanno lavorato e le loro performance e questo permette un controllo completo ed una visione d’insieme dell’azienda.

Sono i terminali IsoMatch Tellus PRO o IsoMatch Tellus GO+ a fungere da “mezzo” per collegare le macchine al cloud, permettendo di conseguenza, oltre al controllo della flotta, l’invio e la ricezione di compiti dalle attrezzature, come pure la ricezione di avvisi, nonché l’analisi dei dati raccolti. Queste caratteristiche sono incluse in un’applicazione web facile da usare, che funziona con qualsiasi dispositivo, inclusa nelle piattaforme My Kverneland e My Vicon. Il tutto si svolge nel modo più sicuro, in quanto IsoMatch FarmCentre protegge il flusso di dati in transito dall’attrezzo al computer e viceversa.

Se sul terminale compare un avviso o un guasto rilevante sull’attrezzo, inoltre, queste informazioni verranno inviate anche a FarmCentre in modo che sia possibile intraprendere un’azione immediata. Con IsoMatch FarmCentre è possibile anche scaricare i principali parametri prestazionali e il consumo di input (le informazioni sono mostrate nell’app) per effettuare l’analisi. Tutto questo può essere effettuato a distanza da un computer o anche da un tablet o smartphone.

I compiti da eseguire possono essere inviati dall’azienda al terminale sul campo, attraverso una connessione cloud, come detto, sicura, più efficiente rispetto all’uso della chiavetta USB e in grado di consentire un risparmio di tempo. E, dopo che il lavoro è stato portato a termine, lo stesso compito può essere inviato nuovamente all’applicazione dal campo. Una volta presenti nell’applicazione FarmCentre, poi, i compiti possono essere scaricati, salvati e analizzati, ma anche documentati a scopo di reporting.

 

ISOMATCH FARMCENTRE SI AGGIORNA NEL DESIGN E NELLE FUNZIONALITÀ

La nuova versione di IsoMatch FarmCentre mostra informazioni importanti sull’attrezzo e sulle prestazioni dell’operatore sul campo, come, per es. i parametri chiave di ogni attrezzo, sia quelli corrispondenti all’attrezzo stesso sia quelli del task controller.

Recentemente aggiornato nel design e nelle funzionalità, sempre all’insegna dei criteri di semplicità e facilità d’uso, oggi IsoMatch FarmCentre si propone in una nuova versione dotata, oltre che di un nuovo “look and feel”, di un inedito e intuitivo pannello di controllo che mostra informazioni importanti in merito all’attrezzo e alle prestazioni dell’operatore sul campo.

Una delle numerose funzioni ora aggiunte è rappresentata dalla facoltà dell’utente di visualizzare su questo pannello di controllo dedicato i parametri chiave di ogni attrezzo: parametri corrispondenti sia all’attrezzo stesso sia al task controller, consentendo all’utilizzatore di valutare facilmente le prestazioni dell’attrezzo, tanto per un compito specifico quanto nel corso di una campagna o della vita della macchina. Lo strumento offre anche la compatibilità con le licenze di terze parti, ottenute ad esempio con agrirouter.

Gli utilizzatori, in sostanza, possono sempre, come nella versione precedente, creare mappe, inviare compiti, generare rapporti, ricevere avvisi e molto altro, ma con la nuova versione tutto è divenuto ancora più facile e veloce rispetto al passato.

 

PRONTI PER IL FUTURO DELLO SPANDIMENTO

Kverneland spandiconcime Geospread

Importanti novità riguardano infine lo spandiconcime Exacta TL GEOSPREAD iDC (intelligent Disc Control) (nella foto sopra), modello che rappresenta un nuovo passo in avanti nello spandimento di precisione, in particolare in quello a bordo campo, grazie alla diversa velocità di rotazione del disco sinistro e di quello destro, che implica la possibilità per il disco esterno di essere ridotto ad una velocità ottimale per lo spandimento ai bordi, mentre la velocità del disco interno è ottimizzata per lo spandimento in pieno campo.

Lo spandiconcime TL GEOSPREAD iDC ha un nuovo design e caratteristiche come durata, facilità di pulizia, qualità e lo spandimento ai bordi.

A partire dall’inizio di quest’anno il modello iDC è reso disponibile da Kverneland in combinazione con un’interfaccia utente completamente nuova e caratterizzata dalla massima facilità di utilizzo, garantita da una struttura di facile navigazione con un layout intuitivo e logico.

La nuova interfaccia utente Kverneland disponibile in combinazione con il modello iDC visualizzata sul terminale IsoMatch Tellus PRO.

Le nuove caratteristiche di questa moderna interfaccia del terminale includono pre-impostazioni per salvare diversi tipi di concime, modalità di riempimento facilitata con avviso di limite, manutenzione e diagnostica più semplici e supporto di uno stabilizzatore elettronico digitale per poter livellare lo spandiconcime con il terzo punto idraulico dalla cabina del trattore.

 

 
© riproduzione riservata

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori
Meccagri.it - Social media
Seguici su Facebook Seguici su Instagram Seguici su Youtube Seguici su Twitter