Laverda M 100 AL, la prima mietitrebbia autolivellante in Italia

Come eravamo 13/02/2021 -

Nel  1969, per far fronte alle insistenti richieste provenienti dagli agricoltori italiani, desiderosi di una macchina che consentisse di raccogliere economicamente i cereali anche in terreni con  notevoli pendenze, altrimenti destinati ad un progressivo abbandono, presso Laverda iniziarono i primi studi per dotare il modello medio da pianura, la M 100, di un sistema di livellamento trasversale che permettesse di operare su pendii.

 

DOTATA DI UN LIVELLAMENTO TRASVERSALE DEL 40 PER CENTO

Il prototipo della prima M 100 AL.

 

Come racconta Piergiorgio Laverda, autore del volume “Le macchine agricole Laverda”, I primi prototipi della M 100 AL, impiegati nella campagna cerealicola 1970, dettero ottimi risultati.

Si trattava di macchine il cui sistema di livellamento trasversale del 40 per cento, ottenuto mediante assali snodati a parallelogramma azionati da martinetti idraulici a doppio effetto, era comandato da elettrovalvole, a loro volta attivate da microinterruttori di livello posizionati in due vasi comunicanti  fissati  ai lati  della  macchina che consentivano due velocità di raddrizzamento: una più lenta per le piccole correzioni di assetto, l’altra più elevata per i grandi sbandamenti.

 

MOTORE OM DA 85 CAVALLI E BARRA DI TAGLIO ORIENTABILE IDROSTATICAMENTE DA 4,20 METRI

Esemplare M 100 AL alla sua prima uscita in campo.

 

Nel  1971  fu prodotta una preserie dotata di motore OM Diesel 4 cilindri CO3 da  85 CV, con selezionatore e brillatore di serie, e piattaforma di taglio, orientabile idrostaticamente secondo la posizione dell’assale anteriore, con larghezza di 4,20  metri.

Da segnalare anche il dispositivo a vasi comunicanti che comandava idraulicamente la posizione dell’assale anteriore , articolato a parallelogramma per mantenere in posizione verticale il corpo macchina.

Fu subito un successo, in particolare nelle aree del  centro  Italia e della Sicilia. Ampi territori videro aprirsi nuovi  orizzonti di  sviluppo e di reddito, specie per la produzione del grano duro.

Laverda, grazie alla M 100 AL, fu il primo costruttore europeo a proporre nella propria gamma di mietitrebbie un modello autolivellante specificatamente studiato.

Di questo modello, che nel 1971 veniva venduto al prezzo di 11.600.000 lire – poco meno del doppio della corrispondente versione da pianura – furono prodotti 1.023  esemplari, fino al 1975, caratterizzati da una capacità di produzione media di 35÷65 q/h.

 

 
Fonti: Piergiorgio Laverda, Le macchine agricole Laverda, 2013; Piergiorgio Laverda, “Lassù sulle montagne, l’epopea delle autolivellanti”, Laverdaworld n.3/2006; Piergiorgio Laverda, “La grande sfida: mietitrebbie vs gravità”, MAD n.10/2011.
 
 

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori
trattori breaking news