Macchine agricole: il Barometro Cema di maggio segna ripresa

Mercati 21/05/2024 -
Macchine agricole: il Barometro Cema di maggio segna ripresa

Dopo 14 mesi di continuo peggioramento del business, che hanno portato  dal boom a una profonda recessione, l’indice generale del clima economico dell’industria europea delle macchine agricole ha finalmente invertito la tendenza facendo registrare un leggero aumento da -57 a -51 punti (su una scala da -100 a +100).

Il Business Barometer datato 14 maggio – l’indagine effettuata dal Cema, l’associazione che rappresenta i costruttori europei di macchine per l’agricoltura ­– indica che nel complesso le aspettative future, per quanto riguarda sia gli ordini in entrata sia il fatturato, si sono ulteriormente stabilizzate. Gli affari attuali, inoltre, sembrano aver toccato il fondo per dare poi inizio a una risalita.


Leggi anche >>> Barometro Cema: ancora un peggioramento nel mese di aprile


 

PREVISIONI POSITIVE DA PARTE DEI COSTRUTTORI DI MACCHINE PER LA ZOOTECNIA, NEGATIVE PER IL SEGMENTO DEI SEMINATIVI
Cema Business Barometer Maggio 2024

Rispetto al report datato 14 aprile, la percentuale di rappresentanti del mondo industriale che considera l’attuale situazione economica buona  è salita di 2 punti ed è ricomparsa con una percentuale del 2% la valutazione molto buona. Sul fronte del fatturato è aumentata di 4 punti la percentuale di coloro che lo prevedono in aumento nel corso dei prossimi sei mesi.

Atteggiamenti diversificati si riscontrano da parte dei vari settori produttivi: in particolare, i produttori di macchine per la zootecnia sono i più fiduciosi riguardo alle aspettative per i prossimi sei mesi. Quello dei seminativi, invece, è l’unico segmento in cui le aspettative sono ulteriormente peggiorate.

Anche gli indici del clima economico relativo ai costruttori di trattori e mietitrebbie sono leggermente migliorati, ma rimangono al di sotto della media del settore.

 

VOLUME DEGLI ORDINI CORRISPONDENTE A UN PERIODO DI PRODUZIONE DI 3,7 MESI

Sul fronte dell’occupazione i piani di riduzione dei dipendenti fissi sono aumentati di 5  punti percentuali (dal  20% al 25%) rispetto al Barometro di aprile. In aumento, dal 58% al 64%, anche la percentuale di coloro che intendono ridurre il numero di dipendenti con contratto a tempo determinato.

Dopo che il portafoglio ordini aveva raggiunto il picco all’inizio dello scorso anno, il volume degli ordini ha subito ripetute e significative riduzioni e corrisponde ora a un periodo di produzione di 3,7 mesi, che nel confronto a lungo termine è ancora relativamente elevato, ma inferiore a quello di qualsiasi mese degli ultimi tre anni.

 

 
Fonte testo e tabelle: Cema
Fonte immagine di apertura: CNH Industrial Youtube
 

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori
Meccagri.it - Social media
Seguici su Facebook Seguici su Instagram Seguici su Youtube Seguici su Twitter