PotatoEurope 2022: grande spazio alla meccanizzazione per un evento fortemente internazionale

Eventi 22/09/2022 -

Con una platea internazionale formata da circa 8.000 visitatori provenienti da 65 Paesi e oltre 250 espositori in rappresentanza di 15 Paesi, PotatoEurope 2022, rassegna all’aperto svoltasi in Germania il 7 e l’8 settembre scorsi presso la tenuta Bockerode a Springe-Mittelrode, nella Bassa Sassonia, non lontano da Hannover,  ha confermato il suo ruolo  di manifestazione di riferimento e punto d’incontro su scala internazionale per l’industria delle patate, dopo una pausa forzata dovuta alla pandemia.

 

UN VISITATORE SU TRE DI PROVENIENZA ESTERA

Come ha sottolineato DLG (Deutsche Landwirtschafts-Gesellschaft), la società organizzatrice, anche  questa edizione – che prevedeva un’area espositiva e dimostrativa su oltre 30 ettari di terreno agricolo – ha evidenziato l’internazionalità delle evento, con un visitatore su tre di provenienza estera.

Fortemente rappresentata l’Europa (principalmente Paesi Bassi, Belgio, Francia, Polonia, Danimarca, Regno Unito, Spagna, Italia e Austria) ma non sono mancati esperti provenienti da Nord Africa, Nord e Sud America e Asia, attratti dal programma tecnico della rassegna – finalizzato ad offrire informazioni approfondite sui nuovi sviluppi del settore e, in particolare, soluzioni concrete ai problemi attuali della coltivazione e del marketing delle patate.

 

IN CAMPO LE SOLUZIONI CHIAVE ALLE PROBLEMATICHE ATTUALI DELLA PATATICOLTURA

«PotatoEurope 2022 ha chiarito che anche nel settore delle patate il contatto personale è ancora il fattore più importante per l’avvio di nuove attività», ha dichiarato René Döbelt, vicepresidente di DLG e agricoltore della Sassonia.

«L’attuale siccità e il previsto scarso raccolto evidenziano per la società l’importanza di un approvvigionamento affidabile di patate di alta qualità», ha affermato Martin Umhau, membro del consiglio di sorveglianza della DLG, anch’egli coltivatore di patate della Sassonia.

«PotatoEurope è un evento importante per noi, come coltivatori di patate, e per l’intera catena del valore, poiché le soluzioni chiave ai problemi attuali della pratica operativa vengono solitamente presentate qui», ha aggiunto Umhau.

 

DAL VIVO UNA VASTA GAMMA DI MACCHINE E TECNOLOGIE

Decisamente vasta e variegata la gamma di macchine e tecnologie presentate a PotatoEurope 2022, che spaziava dalla preparazione del terreno e la semina alla raccolta, passando per il diserbo e la difesa, senza trascurare le fasi di lavorazione e stoccaggio.

In particolare, il pubblico ha potuto vedere in azione dal vivo quattro diverse piantatrici di patate, sei attrezzature per il controllo meccanico delle erbe infestanti (zappatrici ed erpici), tredici raccoglitrici di patate, cinque linee di carico, oltre a sei cantieri con rimorchi e dumper per il trasporto.

 

APPUNTAMENTO PER LA PROSSIMA EDIZIONE CHE SI TERRÀ IN BELGIO IL 6 E 7 SETTEMBRE 2023

Potato Europe, evento con cadenza annuale, viene organizzato a rotazione in Germania, Belgio, Francia e Paesi Bassi. L’edizione 2023 si svolgerà il 6 e 7 settembre in Belgio a Kain, vicino a Tournai, organizzato dall’associazione belga di meccanizzazione agricola Fedagrim. Nel 2024 la fiera sarà organizzata in Francia dall’istituto di ricerca agricola Arvalis, nel 2025 nei Paesi Bassi da DLG Benelux. PotatoEurope tornerà in Germania nel 2026.

 

 
Fonte: DLG

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori