Pöttinger: fatturato a quota 641 milioni di euro (+26,8%) nell’esercizio 2022-2023

News 07/09/2023 -
Pöttinger: fatturato a quota 641 milioni di euro (+26,8%) nell’esercizio 2022-2023

Anche nell’esercizio 2022-23 (terminato il 31 luglio 2023) Pöttinger ha superato brillantemente le sfide rappresentate dalle incertezze del mercato  confermando il proprio percorso di crescita e mettendo a segno un fatturato di 641 milioni di euro, che rappresenta un ulteriore incremento del 26,8% rispetto all’anno precedente.

 

CONFERMATA L’ELEVATA VOCAZIONE ALL’EXPORT

Un successo che l’azienda austriaca a conduzione familiare attribuisce in larga misura all’impegno dei suoi 2.166 collaboratori sparsi in tutto il mondo e che ha la prerogativa di essere globale, dal momento che il tasso di esportazione, rimasto invariato, rappresenta addirittura il 90%.


Leggi anche >>> Pöttinger: superato il mezzo miliardo di euro di fatturato nell’esercizio 2021/2022


 

UN PARTNER MOLTO AFFIDABILE PER I PROPRI CLIENTI, CON UNA PRODUZIONE MIRATA AL MASSIMO DELLA QUALITÀ

 Pöttinger carro autocaricante JUMBO 8450

Specializzato nello sviluppo di macchine agricole per la lavorazione del terreno e per la fienagione, con l’aggiunta di soluzioni digitali, il costruttore di Grieskirchen ha sempre posto le esigenze dei clienti al centro dell’attenzione cercando di garantire loro le migliori condizioni possibili del terreno e del foraggio.

Un obiettivo che accomuna l’intera gamma di prodotti del brand: dalle piccole attrezzature  per le aziende agricole alpine alle macchine ad alto rendimento da impiegare su ampie superfici. Ed è stata proprio questa filosofia a fare di Pöttinger ormai  da decenni il leader mondiale indiscusso nel campo dei carri autocaricanti nonché uno dei leader internazionali nel settore delle seminatrici e falciatrici universali.

 

LE MACCHINE PER LA FIENAGIONE CONTINUANO A RAPPRESENTARE IL CORE BUSINESS DELL’AZIENDA

Pöttinger carro autocaricante Boss Alpin

Le attrezzature innovative per la coltivazione dei seminativi sono uno dei fattori chiave della continua crescita. La quota di fatturato rappresentata dalle macchine per la lavorazione del terreno, dalla tecnologia di semina e dalla nuova gamma di macchine per la protezione delle colture ha continuato a svilupparsi molto bene: con oltre un terzo delle vendite totali di macchine, questo settore si conferma in crescita secondi i piani dell’azienda.

Le macchine per la fienagione hanno continuato a generare la quota maggiore delle  vendite di macchine. Tra i modelli che più hanno contribuito a questa straordinaria performance  le novità nel settore dei carri autocaricanti –  sia i grandi carri JUMBO 7000 e 8000 sia i più piccoli carri con infaldatore BOSS (nella foto sopra) – nonché gli ultimi sviluppi delle falciatrici e  il nuovo ranghinatore a nastro MERGENTO (nella foto di apertura).

 

L’ESCALATION DELLA BUSINESS UNIT RICAMBI ORIGINALI

Forniture rapide e una disponibilità a lungo termine di ricambi e parti soggette ad usura sono di grande importanza per l’agricoltura. Questo è un punto di forza che contraddistingue Pöttinger ed è il motivo per cui anche il settore dei “Ricambi originali” è cresciuto con un aumento a doppia cifra del fatturato.

 

ALIMENTA IL SUCCESSO DELL’AZIENDA LA FORTE INTERAZIONE TRA DIPENDENTI, DISTRIBUTORI E FORNITORI
 Pöttinger stabilimento di Grieskirchen

Una veduta aerea dello stabilimento di Grieskirchen

La lusinghiera evoluzione del fatturato, da 506 milioni di euro dell’anno precedente ai 641 milioni di euro di quest’anno, è possibile, peraltro, solo grazie a una forza lavoro molto motivata ed impegnata. I dipendenti di Pöttinger agiscono in modo autoresponsabile, imprenditoriale e orientato agli obiettivi, in collaborazione con i concessionari di macchine agricole di tutto il mondo e con i partner delle aziende fornitrici.

Nelle 17 filiali di vendita in tutto il mondo e nei 6 stabilimenti di produzione in Europa (3 in Austria ed uno rispettivamente per Germania, Repubblica Ceca e Italia), nello scorso esercizio sono state impiegate circa 2.170 persone provenienti da 39 Paesi. Nell’anno precedente, i dipendenti erano grossomodo 2.000, provenienti da 36 Paesi.

 

PROFONDAMENTE RADICATI IN AUSTRIA MA DI CASA IN TUTTO IL MONDO

Da piccola azienda artigianale fondata più di 150 anni fa a Grieskirchen (AT)  Pöttinger è assurta al ruolo di protagonista internazionale della meccanizzazione agricola ma, concentrandosi sulle macchine alpine, è sempre rimasta fedele alle esigenze degli agricoltori austriaci. Nello scorso esercizio finanziario 2022-2023, le aziende agricole austriache hanno contribuito al fatturato totale nella misura del 9%. In termini di quote di mercato, l’Austria continua a essere sul gradino più alto del podio con il fatturato più elevato. La Germania è in cima alla lista come mercato singolo più grande, seguita dalla Francia.

La deplorevole guerra in Ucraina, viene sottolineato nel comunicato stampa del costruttore austriaco, ha continuato ad avere ripercussioni in alcuni Paesi. In quasi tutti i mercati serviti in Europa, America e Asia, sono stati raggiunti aumenti delle vendite, alcuni dei quali considerevoli.

 

CONSISTENTI INVESTIMENTI PER L’AMPLIAMENTO DELLE CAPACITÀ PRODUTTIVE E L’OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI

Negli ultimi anni, l’azienda di lunga tradizione ha effettuato notevoli investimenti per ampliare le proprie capacità produttive ed ottimizzare i processi. Per espandere ulteriormente la sua posizione di specialista nella lavorazione del terreno, Pöttinger ha recentemente sviluppato numerose macchine innovative e intelligenti in questo settore.

A tal fine, l’automazione e la tecnologia di produzione sono state ampliate in modo specifico nello stabilimento per la produzione di seminatrici di Bernburg (DE) e nel centro di competenza per le macchine per la lavorazione del terreno di Vodnany (CZ).

 

L’INGRESSO NEL SETTORE DELLA TECNOLOGIA PER LA PROTEZIONE DELLE COLTURE E L’ACQUISIZIONE DI MATERMACC

Come logica conseguenza dell’evoluzione delle esigenze dei clienti e dei metodi di lavorazione del terreno, l’ingresso nel settore della tecnologia per la protezione delle colture è stato il passo giusto: dal 2021 lo stabilimento di Stoitzendorf, nella Bassa Austria, è una delle sedi  in cui vengono prodotte tecnologie agricole innovative e all’avanguardia. Con l’ampliamento dell’impianto nell’autunno 2022, l’impegno verso questa forma di cura delle colture sostenibili, specifica per l’azienda e per il sito, è stato ulteriormente intensificato.

Un ulteriore passo sulla strada del futuro nella moderna lavorazione del terreno è stato fatto con l’acquisizione, nel novembre 2022, di  MaterMacc Spa (nella foto sopra), con sede a San Vito al Tagliamento, nel nord Italia,  e il portafoglio prodotti è stato integrato con una nuova serie  di seminatrici  di precisione.

Anche l’ampliamento del nuovo stabilimento di rotopresse e ranghinatori a St. Georgen, vicino a Grieskirchen, procede rapidamente. Nell’aprile 2023 è stata inaugurata ufficialmente la seconda fase di ampliamento con il nuovo impianto di verniciatura per cataforesi e verniciatura di finitura a polveri (nella foto sopra).

 

MASSIMA ATTENZIONE ALLA SOSTENIBILITÀ

Pöttinger nuovo TIZ 3

Per ottenere i migliori risultati in campo, le macchine sono sottoposte a continui controlli e a test approfonditi. Pöttinger pone grande attenzione a questo aspetto e ha recentemente investito nell’ampliamento del suo centro di collaudo. Il nuovo TIZ 3 (Technology and Innovation Centre=Centro per le Tecnologie e le Innovazioni) ospita la costruzione di prototipi, prove pratiche sul campo e la tecnologia di misurazione e collaudo.

Anche la lunga durata e l’affidabilità operativa contribuiscono alla sostenibilità. Il personale di Pöttinger dà molta importanza a questo aspetto che si riflette nella grande attenzione che viene prestata alla sostenibilità e alla conservazione delle risorse e dell’ambiente durante la costruzione, l’ampliamento e l’acquisizione di siti di produzione e vendita. L’azienda fa tutto il possibile per garantire la piena conformità alle linee guida ESG (Environment, Social e Governance, ovvero ambiente, società ed economia).

 

SOLIDE FONDAMENTA DI UN MODELLO DI SUCCESSO
Gregor Dietachmayr portavoce del team dirigenziale di Pöttinger

Gregor Dietachmayr, portavoce del team dirigenziale di Pöttinger

«Durante lo scorso esercizio finanziario siamo stati in grado di soddisfare le esigenze dei mercati internazionali, il che si riflette nei lusinghieri risultati di vendita – ha affermato Gregor Dietachmayr (nella foto sopra), portavoce del team dirigenziale di Pöttinger –. Abbiamo saputo gestire con abilità e prestazioni extra le imprevedibili fluttuazioni della domanda e le sfide della  catena di approvvigionamento. Grazie allo straordinario impegno di tutto il nostro team, alle nostre macchine agricole innovative, agli sviluppi digitali altamente intelligenti e al perseguimento e all’attuazione coerente della nostra strategia aziendale, siamo riusciti ad ottenere questo nuovo slancio di crescita».

Ma di certo l’azienda non può e non vuole certo dormire sugli allori. «Per l’anno prossimo – ha proseguito – prevediamo una riduzione della domanda nella maggior parte dei mercati. Segnali a riguardo sono già visibili da alcuni mesi. Ciò nonostante, esiste ancora un potenziale sufficiente per un ulteriore sviluppo e per il proseguimento del percorso di crescita. Grazie a capacità produttive sufficienti, a un team forte, a processi migliorati, a una distribuzione ottimizzata e a un portafoglio prodotti costantemente adattato alle esigenze dei mercati, siamo in grado di reagire bene alle prossime fluttuazioni del mercato e siamo pronti ad affrontare tutte le sfide future».

 

 
Fonte: Pöttinger