MENU

Rigitrac SKH 75, il trattore “alpinista”

By at Luglio 22, 2015 | 14:09 | Print

Rigitrac SKH 75, il trattore “alpinista”

Oggi in Svizzera il nome Sepp Knüsel sta a rappresentare di fatto l’unico costruttore di macchine agricole in grado di vantare una gamma trattoristica specializzata, versatile, tecnologicamente avanzata ed affidabile.

 

DOPPIA TRAZIONE E 4 RUOTE MOTRICI

RIGITRRA–skh_75_43

Il probante esempio di questa nuova generazione elvetica di trattori a doppia trazione e quattro ruote motrici si chiama Rigitrac, serie declinata nei modelli SKH 95 da 110 cavalli e SKH 120 da 126 cavalli, recentemente affiancati dal nuovo rampollo dell’azienda insediata in quel di Küssnacht, nella Svizzera centrale, vale a dire il Rigitrac SKH 75 da 101 cavalli di potenza, presentato in anteprima un paio di anni fa, entrato in produzione nel 2014 ed ora inserito nella lista di finalisti che in occasione della prossima Agritechnica di Hannover concorreranno al titolo di “Tractor of the Year 2016” nella categoria Best of Specialized.

 

SPECIALISTA DELL’AGRICOLTURA DI COLLINA E MONTAGNA

RIGITRAC_skh_75_21

Una nomination senz’altro meritata, considerate le prerogative di maneggevolezza, economicità e attitudine al lavoro in sicurezza anche sui pendii più accentuati vantate da questo eclettico specialista dell’agricoltura praticata in zone collinari e di montagna, concepito per le operazioni di fienagione e di movimentazione da eseguire in aziende agro-zootecniche di alta quota e contraddistinto da un ampio range di destinazioni d’uso.

 

AL TOP PER LE OPERAZIONI DI FIENAGIONE

RIGITRAC_skh_75_34

Risponde infatti all’esigenza manifestata da molti utilizzatori di poter disporre di un trattore assimilabile, per peso modesto e dimensioni compatte, ad una grande falciatrice a due assali adatta alle pendenze, ma sufficientemente robusto da garantire un grande carico utile, oltre che una notevole capacità di traino, in modo da risultare, appunto, macchina idonea allo svolgimento di gran parte delle mansioni aziendali. E caratterizzata, per giunta, da un comfort di guida decisamente elevato, grazie alle sospensioni dell’assale anteriore e della cabina disponibili a richiesta.

 

QUATTRO MODALITÀ DI STERZATA

Con i fratelli maggiori il nuovo Rigitrac SKH 75 condivide la concezione di fondo, espressa in primo luogo nel design a quattro ruote sterzanti, sinonimo di ottima manovrabilità, che consente quattro modalità di sterzata: solo anteriore, integrale, integrale ritardata (espressamente pensata per lavorare in pendenza) e a granchio.

 

TELAIO SNODATO CENTRALMENTE

RIGITRAC_77

E poi nel telaio portante in acciaio con articolazione centrale – dall’oscillazione massima pari a 22 gradi – per permettere all’avantreno di seguire le asperità del terreno in maniera indipendente dal retrotreno, così da mantenere maggiori aderenza delle ruote al suolo e stabilità.

Tuttavia per il nuovo Rigitrac la ricerca della casa costruttrice di Küssnacht si è concentrata sull’impiego di materiali molto resistenti ma al contempo particolarmente leggeri, così da ottenere un peso di appena 3.300 chilogrammi (per un’altezza di 2.330 millimetri).

 

MOTORE DEUTZ 4 CILINDRI DA 101 CAVALLI

RIGITRAC_skh75_engine_42

Alla qualità costruttiva è associata una motorizzazione di alto livello, prestante e a bassi consumi.

Sotto il cofano troviamo infatti un propulsore a quattro cilindri Deutz TCD da 3,6 litri di cilindrata raffreddato ad acqua, caratterizzato da buonissimi valori di potenza – i 101 cavalli nominali vengono raggiunti al basso regime di 2.000 giri al minuto – e di erogazione di coppia massima (410 Newtonmetri a 1.600 giri al minuto).

RIGITRAC_skh_84

Il motore in questione è conforme alla normativa Stage IIIB sulle emissioni grazie al ricircolo dei gas di scarico e ad un catalizzatore di ossidazione diesel, senza necessità di adottare né serbatoio per AdBlue né filtro antiparticolato (il che costituisce un indubbio vantaggio nel caso di un trattore così compatto).

RIGITRAC_engine_23

 

TRASMISSIONE IDROSTATICA

In abbinamento al motore Deutz opera la trasmissione idrostatica Sauer Danfoss, con due gamme di velocità definite meccanicamente (0-25 km/ora; 0-40 km/ora), che assicura un adattamento continuo della velocità di marcia alle specifiche condizioni di lavoro e consente di toccare i 40 chilometri orari già a 1.500 giri motore.

 

IDRAULICA DI TUTTO RISPETTO

RIGITRAC_skh75_38

Ma il compatto Rigitrac SKH 75, al pari dei modelli più grandi, può inoltre contare su un potente ed efficiente sistema idraulico, costituito da una pompa ad ingranaggi (da 32 litri al minuto) per lo sterzo e da una pompa a pistoni assiali load sensing con portata di 60 litri al minuto per l’idraulica di lavoro.

 

SOLLEVATORE POSTERIORE CON CAPACITÀ DI 3.100 CHILI

Il robusto sollevatore posteriore offre una capacità massima di 3.100 chilogrammi, mentre quello anteriore di categoria 2 raggiunge i 1.800 chilogrammi.

RIGITRAC_skh75_78

Il controllo delle funzioni idrauliche è proporzionale tramite joystick, con disponibilità di serie di tre valvole di comando a doppio effetto (quattro su richiesta).

RIGITRAC_skh75_39

 

ERGONOMIA E COMFORT IN CABINA

RIGITRAC_skh75_69

Caratteristiche di alto livello contrassegnano anche la cabina del Rigitrac SKH 75, ridisegnata da Sepp Knüsel all’insegna di superiori standard di ergonomia e di comfort: una cabina, dunque, comoda, panoramica, climatizzata, a bordo della quale l’operatore ha la possibilità di visualizzare tutte le informazioni relative al trattore su un chiaro display digitale a colori.

Per agevolare il lavoro, poi, i dispositivi di comando sono collocati nella maniera più logica ed intuitiva, mentre il joystick multifunzione è integrato nel bracciolo.

 

ELEVATA SICUREZZA

RIGITRAC_skh_75_41

Da segnalare infine sul fronte della sicurezza del lavoro, aspetto come sempre saliente per il costruttore svizzero, la presenza sul nuovo trattore Rigitrac SKH 75 del bloccaggio integrale del differenziale sui due assali e di un sistema frenante a doppio circuito completamente idraulico dotato di quattro freni a disco in bagno d’olio, integrati dal freno di stazionamento con accumulatore a molla.

 

Le specifiche tecniche

Motore Deutz TCD 3.6
Ciindri/Cilindrata (centimetri cubi)
 4/3.621
Potenza nominale (cavalli/giri)  101/2.000
Coppia massima (Newtonmetri/giri) 410/1.600
Trasmissione  Idrostatica
Portata pompa idraulica (litri/min)
 60
Capacità sollevatore posteriore (chili)  3.100
Capacità sollevatore anteriore (chili) 1.800
Presa di forza posteriore (giri/min) 540
Presa di forza anteriore (giri/min) 1.000
Lunghezza massima (millimetri) 3.780
Passo (millimetri)  2.250
Altezza fuori tutto (millimetri) 2.330
Peso a vuoto (chili)  3.300
Capacità serbatoio carburante (litri) 100

 

© riproduzione riservata

 

Macchine Trattori , ,

Related Posts

Comments are closed.