Sitevi 2021: rassegna sempre più internazionale e rivolta al business

Eventi 13/01/2022 -

Sempre più cosmopolita e ricca di stimoli e di motivi di interesse, dichiaratamente orientata al business e in forte escalation a 360 gradi. Così si preannunciava l’edizione 2021 del Sitevi, il grande salone francese delle attrezzature e del know-how delle filiere vitivinicola, olivicola e frutticola.

Tutte promesse mantenute dalla trentesima puntata del salone transalpino, che ha chiuso i battenti con un bilancio estremamente soddisfacente dopo tre giorni, dal 30 novembre al 2 dicembre scorsi, di intensa attività di scena presso il Parco delle Esposizioni di Montpellier, confermando più che mai il proprio ruolo di evento fieristico di riferimento per le produzioni vitivinicole, olivicole, arboricole e orticole,

E ribadendo, in un clima di grande positività, il dinamismo delle tre filiere, mettendo anche in evidenza la necessità per gli operatori del settore di ritrovarsi per scoprire un’offerta sempre più completa, specialmente nel settore delle nuove tecnologie e dei nuovi servizi.

 

UN SALONE DI RIFERIMENTO GRAZIE AD UN’OFFERTA RICCA E DIVERSIFICATA, CON CIFRE DI TUTTO RISPETTO

In primo piano ancora una volta al Sitevi 2021, in effetti, l’offerta esaustiva e diversificata, in grado di fornire risposte precise ed efficaci alle esigenze delle filiere produttive in oggetto, che la rassegna francese ha saputo proporre forte della partecipazione di 950 espositori (tra cui numerose industrie leader) provenienti da 18 Paesi, dei quali 171 presenti per la prima volta, e di una nutrita affluenza di visitatori fedeli (51mila ingressi da 61 Paesi).

Numeri di tutto rispetto che danno il polso di come il Sitevi guadagni di edizione in edizione sempre maggiore caratura a livello mondiale nel suo ambito di riferimento. Un’importanza sottolineata da Julien Denormandie, ministro francese dell’agricoltura, intervenuto martedì 30 novembre per inaugurare il salone, che ha colto l’occasione per annunciare la predisposizione di un budget di 380 milioni di euro come indennizzo per i viticoltori francesi colpiti dalle gelate dello scorso mese di aprile,

«Sitevi 2021 ha dimostrato che la filiera vigna e vino è rivolta al futuro, dando ancora una volta prova di dinamismo, creatività, passione e capacità d’adattamento di fronte alle sfide di domani», ha commentato Audrey Martinez, vitivinicoltrice del Domaine de la Vivarelle.

 

UN BUON CLIMA D’AFFARI, DINAMICO E PROFICUO, ATTESTATO DAL BUON SUCCESSO FATTO REGISTRARE DAI BUSINESS MEETINGS

La grande voglia di partecipazione e un atteggiamento solido e positivo si sono ampiamente respirati tra i padiglioni dell’ultimo Sitevi, manifestazione che rivendica ormai a pieno titolo la sua valenza di appuntamento fieristico dedicato agli affari per tutti gli operatori delle filiere vigna-vino, olivo e ortofrutta, che si sono ritrovati alla manifestazione francese “armati” di numerosi progetti concreti, laddove va rilevata  la gran quantità di ordini finalizzati nel corso del salone.

Testimoni di questa tendenza, buon successo, con oltre 500 incontri organizzati durante i tre giorni della kermesse francese, hanno registrato i Business Meetings, appuntamenti d’affari tra visitatori con progetti concreti d’investimento ed espositori del salone: uno strumento che ha consentito di creare un contatto in modo rapido tra visitatori e nuovi fornitori e di trovare soluzioni pertinenti e fattive per l’avanzamento dei progetti. Altro momento clou, inoltre, il programma Top Buyers, realizzato in collaborazione con Business France, che ha dato la possibilità agli espositori di incontrare buyer di rilievo provenienti da cinque paesi (Austria, Gran Bretagna, Polonia, Repubblica Ceca e Ucraina).

«Quella di quest’anno è stata una bellissima edizione del Sitevi – ha rimarcato Sebastien Deborde, responsabile degli eventi e delle relazioni stampa di Claas –. Siamo stati fieri di aver potuto lanciare il nostro nuovo trattore Nexos e la presenza di numerosi visitatori di qualità ci ha permesso di approfittare di una dinamica positiva durante lo svolgimento dell’evento fieristico, il che si è tradotto nella firma di ordini».

Grande soddisfazione per la prima partecipazione al Sitevi è stata poi espressa da Romain Soulié, cofondatore e direttore di Studio Nyx: «il nostro concept innovativo ed inedito di simulatore per la formazione alla guida di dispositivi agricoli ha raccolto un chiaro successo presso i costruttori di macchine agricole e gli studenti, ma anche presso le donne trattoriste, target decisamente inaspettato. E la nostra medaglia d’oro ai Sitevi Innovation Awards 2021 ci ha permesso di tessere nuove partnership, il che costituiva un obiettivo prioritario per noi».

 

UN APPUNTAMENTO SEMPRE PIÙ COSMOPOLITA

Nonostante il difficile contesto sanitario attuale, l’atteggiamento positivo si è riscontrato, come visto, anche a livello di partecipazione internazionale: il 23 per cento delle ditte espositrici iscritte arrivava principalmente da Paesi europei, come Austria, Belgio, Italia, Germania, Portogallo, ma anche da provenienze più lontane, vedi tra l’altro Stati Uniti e Paraguay. Lo stesso vale per i visitatori internazionali, approdati al Sitevi 2021, come detto, da 61 Paesi (con Spagna, Svizzera e Italia in testa), ad ulteriore riprova dell’attrattiva e della diversità dell’offerta del salone.

 

SVELATE LE INNOVAZIONI DI DOMANI ATTRAVERSO I SITEVI INNOVATION AWARDS

E-Cab

E il Sitevi, dal canto suo, ha risposto spingendo con ancora maggiore energia sul pedale dell’innovazione tecnologica, anche perché rivelare e accelerare la diffusione dell’innovazione e delle soluzioni di domani fa parte integrante del Dna del salone francese.

In primo piano dunque, in particolare, i prestigiosi Sitevi Innovation Awards, che anche stavolta hanno messo sotto i riflettori le innovazioni più ragguardevoli del settore. Tra i 57 dossier di candidatura ricevuti, 31 prodotti e servizi sono stati nominati dalla giuria composta dai migliori specialisti francesi ed internazionali e 16 sono stati premiati (2 medaglie d’oro, 6 medaglie d’argento e 8 medaglie di bronzo).

Tutte innovazioni che hanno rispecchiato la diversità dell’offerta del salone ed illustrato le tendenze prioritarie che erano presenti quest’anno in fiera: il digitale e la valorizzazione dei dati, l’ottimizzazione delle operazioni colturali e dei processi, l’innovazione prodotto, la differenziazione commerciale e l’eco-progettazione.

Si sono aggiudicati l’oro il processo di stampa 3D per contenitori in ceramica di affinamento del vino della francese Biophytos e il simulatore di guida per macchine agricole E-Cab, sviluppato da Studio NYX e Consortium E-Cab e destinato a scuole e aziende.

Tra i vincitori dell’argento figurano New Holland con Agxtend XPower XPN (nella foto sopra), nuovo esclusivo sistema di diserbo elettrico, al top dell’innovazione, dell’efficienza e dell’eco-compatibilità, dedicato alle vigne strette, e Vitibot con il dispositivo full electric di irrorazione confinata (nella foto sotto) che prevede l’installazione di pannelli di recupero sul robot Bakus.

Premiati con il bronzo, tra gli altri, la startup Aptimiz, con la soluzione Aptitrack per il monitoraggio automatico dei tempi di lavoro di persone o macchine, Netafim, con NetFlush, a valvola a funzionamento remoto per il lavaggio delle ali gocciolanti, Terranis e ICV Group, con la soluzione Oenoview che consente il monitoraggio dello stato idrico delle viti usando le immagini satellitari di Sentinel 2, e Vignetinox, con Rapid (nella foto sotto), l’utensile per il montaggio dell’ART.65LIV “Gancetto Livio” con funzionamento semiautomatico in grado di garantire un’azione rapida e calibrata per una tenuta ottimale.

«Questa edizione del Sitevi è stata, per noi, un autentico successo – ha dichiarato Quentin Joly, responsabile Ricerca & Innovazione di Biopythos –. Abbiamo incontrato visitatori francesi ed internazionali molto interessati alla nostra innovazione per la stampa 3D di giare in ceramica e, grazie alla nostra medaglia d’oro ai Sitevi Innovation Awards 2021, abbiamo stabilito ottimi contatti per progetti professionali futuri. Il buon dinamismo del salone, come pure il forte interesse da parte dei visitatori, ci induce a confermare la nostra presenza per l’edizione 2023».

 

UN’EDIZIONE DENSA DI CONTENUTI E DI EVENTI COLLATERALI DI RILIEVO, CON UN RICCO PROGRAMMA DI CONFERENZE E WORKSHOP

Ma a tenere banco anche nel corso della trentesima edizione della manifestazione francese sono stati i suoi contenuti di grande qualità, i momenti forti e gli eventi collaterali di spicco organizzati per arricchire ed accompagnare il percorso dei visitatori. Basti dire che, nell’arco di tre giorni, il calendario ha previsto cinquanta conferenze e workshop – organizzati principalmente dall’IFV e dai partner del salone – seguiti, in totale, da oltre 2000 partecipanti.

 

SPAZI DEDICATI ALLE MASTERCLASS DI DEGUSTAZIONE E AL JOB DATING

Imperdibile inoltre per tutti i professionisti e i visitatori del Sitevi lo spazio dedicato alle masterclass di degustazione, che, grazie alle sue 23 sessioni, ha permesso a circa 900 visitatori di andare alla scoperta della diversità delle regioni viticole, olivicole, orticole e frutticole francesi ed internazionali, informandosi sulla vitivinicoltura e l’olivicoltura di domani.

Non è mancato poi lo spazio riservato ai Job Dating, appuntamenti rapidi organizzati da APECITA, Jobagri e Vitijob.com per consentire la scoperta di opportunità lavorative nei tre settori del salone francese a chi cerca un’occupazione, che hanno proposto 40 offerte di lavoro ai 179 candidati ricevuti.

 

IL VILLAGGIO DELLE START-UP

E per finire, come da tradizione, il Villaggio delle Start-up, luogo d’espressione e di confronto – organizzato per la prima volta quest’anno in partnership con la Ferme Digitale e Agri Sud-Ouest Innovation (Polo d’eccellenza della regione Occitania) – ha rappresentato un autentico trampolino per le giovani start-up più innovative nel settore agricolo (3D Aerospace, Agri Wave, Aptimiz, Azuvia, Cap 2020, Chouette, Elzeard, Lexagri, Mimosa, My Easy Farm, Scanopy, Winefunding), permettendo ad ognuna di esse di costituire una rete di contatti professionali e strategici per sviluppare il proprio progetto in Francia e a livello internazionale.

 

 

 
© riproduzione riservata
 
 
 
 

.

L'azienda del mese
Sotto i riflettori
trattori breaking news