VitiBot: Marchesi Antinori entra nell’azionariato

News 14/05/2024 -
VitiBot: Marchesi Antinori entra nell’azionariato

Un nuovo blasonato azionista è entrato a far parte della compagine di VitiBot, l’azienda francese fondata nel 2016 e diventata rapidamente un punto di riferimento come produttore di macchinari elettrici e a guida autonoma per vigneti.

 

DAL 2022 L’AZIENDA FRANCESE SPECIALIZZATA IN ROBOTICA PER VIGNETI FA PARTE DI SDF GROUP

Vitibot

A dare l’annuncio è stato SDF Group, di cui VitiBot fa parte dal 2022 e il nuovo ingresso nell’azionariato dell’impresa agritech  è quello di Marchesi Antinori, una delle più antiche aziende vinicole italiane a conduzione familiare che per oltre seicento anni e attraverso 26 generazioni ha gestito questa attività – distribuita in diverse tenute, principalmente in Toscana e Umbria – con scelte innovative e talvolta coraggiose ma sempre mantenendo inalterato il rispetto per le tradizioni e per il territorio.


Leggi anche >>> SDF acquisisce la francese VitiBot


 

CONDIVISIONE DI VALORI E KNOW-HOW PER UNA VITICOLTURA SEMPRE PIÙ VIRTUOSA

Si tratta dunque di una collaborazione strategica che segna una tappa significativa nell’evoluzione di VitiBot e ne sottolinea l’impegno per una viticoltura sempre più sostenibile e innovativa. L’ingresso di Marchesi Antinori come azionista di VitiBot dimostra la convergenza di valori comuni e la fiducia nelle potenzialità dell’azienda e nella visione per una viticoltura sempre più virtuosa.

Antinori, che ha già iniziato a utilizzare i robot elettrici di VitiBot per la gestione del suolo negli interfilari dei vigneti, condividerà con l’azienda francese il suo know-how secolare per lo sviluppo e l’ottimizzazione di questo progetto, tracciando la strada per una gestione all’avanguardia dei vigneti in Italia.

«Siamo onorati di accogliere Marchesi Antinori come azionista di VitiBot – ha affermato Cédric Bache, CEO e fondatore di VitiBot –. La loro prestigiosa reputazione, i sei secoli di eredità che abbracciano oltre 26 generazioni e lo spirito di innovazione sono perfettamente in linea con i nostri valori, la nostra missione di innovare costantemente e di spingere i confini delle pratiche enologiche. Questa collaborazione rafforza la nostra posizione di leader nel settore e apre immediatamente nuove entusiasmanti prospettive».

 

UN APPROCCIO INNOVATIVO RIVOLTO AL FUTURO MA CON UN GRANDE PASSATO DIETRO LE SPALLE

«Le antiche radici familiari giocano un ruolo importante nella nostra filosofia, ma non hanno mai inibito il nostro spirito innovativo ­– ha dichiarato Piero Antinori, presidente onorario della Marchesi Antinori –. Siamo lieti di partecipare a questa nuova sfida insieme a VitiBot. Crediamo che l’uomo debba sempre avere un ruolo fondamentale nel settore vitivinicolo, ma pensiamo che la tecnologia possa aiutarci a migliorare la qualità dei nostri vini e del nostro ambiente. Questo approccio innovativo contribuirà anche alla creazione di nuove figure professionali altamente qualificate per la gestione di questi robot».

Grazie a questa partnership, VitiBot rafforza la sua posizione di pioniere nella robotica dei vigneti e ribadisce il suo impegno per l’innovazione e la qualità. VitiBot, Marchesi Antinori e tutti gli azionisti dell’azienda sono determinati a plasmare il futuro dell’industria vinicola combinando la tradizione con la tecnologia più avanzata.

Marchesi Antinori si unisce così a SDF Group, azionista di maggioranza di VitiBot, a Cédric Bache, fondatore e CEO, e agli investitori storici come le Maison di Champagne Roederer, Martell Mumm Perrier-Jouët, Laurent- Perrier, Piper-Heidsieck e Charles Heidsieck, che continueranno il loro impegno come azionisti e membri del Comitato Strategico.

 

 
Fonte: Vitibot e Marchesi Antinori
 

 

L'azienda del mese
Sotto i riflettori
Meccagri.it - Social media
Seguici su Facebook Seguici su Instagram Seguici su Youtube Seguici su Twitter