MENU

Weidemann: nuova pala gommata telescopica 9680T, con portata che sfiora i 6.600 chili

By at 13 Febbraio, 2020 | 19:21 | Print

Weidemann: nuova pala gommata telescopica 9680T, con portata  che sfiora i 6.600 chili

A due anni di distanza dal lancio, in occasione di Agritechnica 2017, dei suoi nuovi modelli di pale gommate pesanti della serie 90, da circa 11 tonnellate di massa, Weidemann non ha perso tempo nel lavoro di potenziamento di questa linea di macchine ad alta capacità.

Macchine destinate, dunque, a far fronte agli impieghi onerosi di routine nelle grandi aziende agrozootecniche o negli impianti di biogas, offrendo portata elevata e struttura in grado di movimentare al meglio, ed anche con il massimo comfort operativo e in piena sicurezza, carichi particolarmente pesanti.

 

L’AMPLIAMENTO DELLA POTENTE SERIE 90

Così lo scorso novembre, ancora una volta sul palcoscenico di Agritechnica, il costruttore tedesco leader in Europa centrale della movimentazione e del sollevamento nel settore primario ha presentato l’ampliamento della potente ed innovativa serie di pale gommate top di gamma, che ora accanto alla pala 9080 annovera il modello 9580 con braccio articolato e la versione telescopica, 9580T, che alza l’asticella delle prestazioni e della produttività della gamma, forte di una portata che sfiora i 6.600 chilogrammi e di un’altezza di sollevamento che arriva a quasi 5,50 metri.

Sotto i cofani viene adottato un motore Deutz da 4.1 litri in grado di sviluppare una potenza di 156 cavalli ed emissionato in Stage V grazie ad un sistema di post-trattamento dei gas di scarico che combina un catalizzatore di ossidazione diesel (DOC), la riduzione catalitica selettiva (SCR) e un filtro antiparticolato (DPF).

 

NUOVA TRASMISSIONE IDROSTATICA POWERDRIVE 370 (OPZIONALE)

Tra le prerogative di punta spicca poi la nuova trasmissione idrostatica, di progettazione originale Weidemann, denominata Power Drive 370, che equipaggia a richiesta le pale della serie 90.

Si tratta di un cambio idraulico progressivo che, senza nulla perdere a livello di compattezza, efficienza energetica e comfort operativo, raggiunge forza di trazione e velocità di marcia superiori rispetto alle soluzioni finora sviluppate.

Dotato di funzione inching per lavorare a bassissime velocità e in grado di garantire facilità nelle operazioni di inversione e precisione delle movimentazioni, il nuovo cambio Power Drive 370 permette di passare da 0 a 40 chilometri orari senza commutazioni, il che implica una serie di vantaggi nella maggior parte delle applicazioni, in termini di guida confortevole e regolare, abbattuta rumorosità e spinta e trazione costanti.

E, nei casi in cui l’utilizzo della macchina richieda una forza di spinta particolarmente elevata (nei silo, ad esempio), per la trasmissione dei nuovi modelli di pale è disponibile in opzione un cambio ausiliario che assicura una forza di spinta incrementata del 25 per cento, superiore alle 10 tonnellate, applicabile ad una velocità massima di 30 chilometri orari.

 

MACCHINE DI GRANDI DIMENSIONI MA COMPATTE

Da segnalare inoltre, anche su pale gommate di questa classe di peso, in linea con uno dei cardini della filosofia costruttiva di casa Weidemann, la ricerca della massima compattezza ottenibile.

Compresa la benna, sia il modello 9580 sia il 9580T arrivano ad una lunghezza totale di 7,10 metri e ad una larghezza di 2,39 metri (con pneumatici standard) per un’altezza pari a 3,10 metri.

Dimensioni comunque generose che non pregiudicano le doti di manovrabilità, garantite dal giunto articolato e dall’asse oscillante posizionati sul retro che consentono alle pale di vantare un angolo di sterzata di 40 gradi, così da poter ruotare in 4,90 metri di raggio esterno.

 

IDRAULICA DI TUTTO RISPETTO

Corredati di serie di una cospicua dotazione di funzioni, e ampiamente personalizzabili in base all’impiego previsto e alle preferenze, i modelli di pale gommate della serie 90 si distinguono per la loro notevole potenza idraulica standard, pari a 150 litri di olio al minuto, elevabili però a 180 litri al minuto con l’opzione High Flow, per un risultato ai vertici della categoria, e con la possibilità di aggiungere un quarto circuito idraulico e l’ammortizzatore sul braccio di carico.

Queste pale possono inoltre essere validamente impiegate per il trasporto su strada, grazie ai 40 chilometri orari di velocità massima raggiungibili e alla ricca offerta di ganci posteriori in grado di trainare fino a 18 tonnellate di carichi di rimorchio (movimentabili in sicurezza avvalendosi sia di un freno pneumatico a due condotte sia di un freno rimorchio idraulico).

 

COMFORT ED ERGONOMIA AI MASSIMI LIVELLI

Progettata all’insegna dei più aggiornati standard di ergonomia e visibilità, la spaziosa cabina presente sulla nuova generazione di pale gommate firmate Weidemann, ribaltabile fino a metà per agevolare la manutenzione, offre un comfort di tutto rispetto: climatizzata e con interni particolarmente curati, dispone di un cruscotto con elementi di comando interamente posti nel campo visivo dell’operatore e facilmente accessibili.

Grazie al chiaro display digitale da 7 pollici, inoltre, chi è alla guida usufruisce sempre di una panoramica delle principali funzioni della macchina.

Con possibilità, a richiesta, di disporre del comando “Job Dial”, che consente di regolare manualmente la portata dell’olio idraulico, presente, unitamente all’acceleratore manuale elettronico e alla funzione inching, sul joystick multifunzionale con sistema di controllo proporzionale di cui è dotata la console installata sul sedile.

 

LE ALTRE NOVITÀ

Ma le nuove pale gommate ad alta capacità della serie 90 non esauriscono il panorama delle novità presentate da Weidemann ad Agritechnica 2019.

Tra queste, i nuovi modelli di pale gommate della serie 20 LP ad altezza ridotta, contraddistinti da nuovo dinamico design e motorizzati con unità Deutz da 61 o 75 cavalli conformi alle normative Stage V in materia di emissioni, affiancati dalla nuova pala telescopica T5522, con altezza di sollevamento di 5,5 metri e 2,2 tonnellate di carico utile, che sarà disponibile sul mercato con propulsore Perkins Stage V da 60 cavalli.

 

EASY COUPLER SYSTEM, INEDITO SISTEMA AUTOMATICO DI AGGANCIO E SGANCIO RAPIDO DELLE ATREZZATURE

In grande risalto, poi, il nuovo sistema automatico di aggancio e sgancio rapido degli attrezzi Easy Coupler System, studiato dalla casa tedesca per offrire una soluzione semplice, resistente e ottimale in termini di costi nell’ambito della sostituzione delle attrezzature portate sui caricatori agricoli e le pale gommate, migliorando al contempo la comodità e la sicurezza del lavoro dell’operatore.

Il dispositivo Easy Coupler System – disponibile come optional per i modelli Hoftrac 1140, 1160 e sulle versioni eHoftrac 1160, 1260, 1280 e 1380 nonché sulla pala telescopica T4512 – consente l’attacco e lo stacco completamente automatico del circuito idraulico dall’attrezzo in modo veloce e preciso, riducendo i tempi di fermo macchina ed incrementando quindi la produttività. E, visto che il sistema permette al conducente di non scendere dalla cabina per effettuare l’accoppiamento in modalità manuale o semi-automatica, viene eliminato ogni rischio di incidenti.

Inizialmente Easy Coupler System verrà messo a disposizione per gli attrezzi portati di utilizzo più frequente, vedi tra gli altri le forche a coccodrillo per il letame e le brenne prensili, ma sarà nel tempo esteso all’intera gamma.

 

LA PRESENZA VIRTUALE DEL NUOVO TELEHANDLER

Non sono mancate ad Hannover presso lo stand Weidemann neanche le novità ancora intangibili.

È il caso dell’atteso nuovo sollevatore telescopico capace di toccare i sette metri di altezza, di cui il costruttore tedesco ha deciso di posticipare il debutto (probabilmente avverrà in occasione della prossima Eima), ma che ha voluto ugualmente rendere presente agli occhi pubblico di Agritechnica attraverso un filmato di grande impatto.

 

©Stefania Capponi

 

Macchine , , ,

Related Posts

Comments are closed.