VALTRA (2021)

Valtra: 70 anni, un traguardo e un nuovo inizio

Correva l’anno 1951 quando i primi trattori made in Finlandia di Valtra, che all’epoca si chiamava Valmet ed era insediata nella città di Jyväskylä, iniziavano a lavorare nei campi.

Oggi, grazie ad un impegno costante di sviluppo prodotto, si è arrivati alla quinta generazione di trattori realizzati dal costruttore finlandese, che nel 2021 celebra il suo settantesimo anniversario.

Sette decenni vissuti procedendo gradualmente, generazione dopo generazione e innovazione dopo innovazione, a migliorare continuamene la sicurezza e ad aumentare  l’efficienza e la precisione delle macchine, complice un ottimale impiego della tecnologia, fino a poter vantare un’offerta formata da trattori sempre affidabili, potenti e di facile utilizzo, dotati di spiccate doti di versatilità che li rendono capaci di operare in modo efficace in un ampio range di ambiti.

 

“LIMITED REDITION”, ROSSA E ASSOLUTAMENTE UNICA

Sette fruttuosi decenni tali da rappresentare quindi un traguardo importante per Valtra, che lo festeggerà degnamente lungo l’intero arco dell’anno con un fitto calendario di eventi e iniziative.

Tra quelle di maggior spicco, la decisione di Valtra di celebrare la ricorrenza producendo 70 trattori con speciale dotazione “Limited Redition”, in livrea di colore rosso metallizzato – un richiamo alle origini di Valtra ­ con il rosso presente anche nei dettagli del trattore, come nell’impuntura degli interni in pelle e nella luce interna.

Neri, poi, i bordi ed in acciaio il badge Limited Redition. I modelli per l’anniversario appartengono alla serie T (dal T174 al T254) e saranno venduti in tutto il mondo.

Ma i suoi sette decenni di storia per la casa scandinava, con lo sguardo perennemente rivolto al futuro, significano anche l’inaugurazione di un ennesimo nuovo corso, intrapreso all’insegna di un rinvigorito sprint e della ricerca di sempre più avanzate soluzioni costruttive, corrispondente con la proposta di un ricco pacchetto di novità.

 

“YOUR WORKING MACHINE” FIN DAL VALMET 15, IL TRATTORE DELL’ESORDIO

Tornando al passato, tutto per Valtra prende il via con il primo modello di trattore Valmet 15 che, come si intuisce dal nome, offriva una potenza di 15 cavalli ed era destinato a sostituire un cavallo in una piccola fattoria.

E sin dall’inizio l’attenzione si è concentrata sulle necessità del cliente, introducendo soluzioni strutturali per cui il marchio finlandese è ancora famoso: vedi l’ampia luce da terra, che consentiva l’impiego del trattore nella silvicoltura e nelle attività di manutenzione delle strade e, in seguito, la cabina spaziosa ed ergonomica, in favore del comfort e della sicurezza dell’operatore.

I contenuti tecnico funzionali e i servizi Valtra, insomma, sono sempre stati in grado di rispondere alle esigenze degli utilizzatori, ma in una storia nella quale la parola chiave è evoluzione sono gli ultimi dieci anni a far registrare i progressi più veloci ed incisivi, con una forte crescita della caratura tecnologica dell’azienda finlandese, forte ormai di una gamma di trattori progettati guardando alle dotazioni di prim’ordine, dai motori alle trasmissioni fino, appunto, alle cabine, e ad un’elettronica estremamente progredita, senza mai rinunciare alle loro classiche prerogative di affidabilità, eclettismo e semplicità di impiego.

 

SMART FARMING, OLTRE L’AGRICOLTURA DI PRECISIONE

Ed è in quest’ultimo periodo che Valtra, in un’ottica dichiaratamente orientata verso gli anni a venire, sta mostrando con particolare evidenza il suo volto più marcatamente innovativo, andando oltre l’agricoltura di precisione e puntando con convinzione sugli strumenti dell’Agricoltura Intelligente.

Un settore, lo Smart Farming – autentica parte integrante dell’intero sistema di vita di un’azienda agricola, dalla pianificazione delle colture all’amministrazione finanziaria, dagli acquisti alla manutenzione ­– basato su strumenti che si rivelano idonei a rendere il lavoro più facile e leggero, oltre a risultare redditizi e rispettosi dell’ambiente e come tali, nella visione del marchio scandinavo in forze al gruppo Agco, capaci di rappresentare il futuro in campo agricolo (e non solo).

Una convinzione che si è concretizzata nelle tecnologie messe a punto in casa Valtra per questo specifico ambito: un pacchetto di evolute funzionalità di Smart Farming, frutto di sistemi digitali di ultima generazione e progettate senza mai perdere di vista la facilità di utilizzo, che spaziano dallo sterzo automatizzato Valtra Guide al controllo dell’attrezzo Isobus, al Section Control, al Variable Rate Control e al TaskDoc Pro fino al sistema di telemetria Valtra Connect. E che possono funzionare insieme in perfetta sinergia, a tutto vantaggio del risparmio, in termini di tempi operativi, carburante, fertilizzanti, sementi e altri input produttivi, e dell’ecocompatibilità.

Si tratta di una autentica svolta sul piano dell’innovazione, tanto che grazie a queste tecnologie firmate Valtra – in grado di proporre soluzioni originali, vedi i sistemi di guida automatica e di telemetria, di primo impianto, con l’interessante opportunità di selezionarle tramite configuratore ufficiale  e di averle quindi direttamente montate in fabbrica – è possibile accedere alle varie agevolazioni previste per la cosiddetta Agricoltura 4.0.

 

UNA PRODUZIONE “SU MISURA” DELLE ESIGENZE DEL CLIENTE

Quello che non è mai cambiato, però, durante il puridecennale cammino compiuto da Valtra è la sua identità, e la sua solida immagine, di realtà a stretto contatto con il cliente e sempre più vicina nel tempo alle sue singole necessità, in grado di offrire soluzioni individuali idonee ad operare in ogni condizione,

Basti dire che fin dal 1990 è stato introdotto il sistema di ordinazione per i clienti, il che significa come non venissero più prodotti trattori da tenere in stock, visto che ogni trattore veniva prodotto per un cliente specifico. Grazie a questo sistema pionieristico su ordinazione, inoltre, Valtra ha potuto avere sempre accesso a informazioni precise sulle esigenze della clientela.

Non a caso il feedback degli utilizzatori ha finora rappresentato la base per lo sviluppo di nuovi prodotti premiati dal successo di vendite e da numerosi riconoscimenti, come l’ergonomico e di semplice utilizzo bracciolo SmartTouch, interfaccia utente estremamente innovativa – una delle punte di diamante sul fronte tecnologico dei trattori di quarta generazione del costruttore finlandese – deputata, innanzitutto, alla gestione e al controllo delle funzioni intelligenti delle macchine Valtra.

 

PERSONALIZZAZIONE AL TOP

Oggi, poi, il focus di Valtra sul cliente, in linea con una filosofia di produzione su misura, si traduce nella disponibilità di centinaia di funzionalità e opzioni, montate già in fabbrica in base alle specifiche applicazioni.

Ed anche nelle ulteriori personalizzazioni, rispondenti alle specifiche esigenze manifestate dalla clientela, che possono essere eseguite presso l’Unlimited Studio di Valtra all’interno dello stabilimento di Suolahti. Valtra Unlimited offre infatti al cliente la possibilità di selezionare le specifiche per il proprio trattore, così da ottenere il design e il comfort necessari per lavorare al meglio in qualsiasi tipo di ambiente, e può installare ogni accessorio e apparecchiatura non disponibile direttamente dalla linea di produzione durante il normale processo di fabbricazione.

 

NUOVO IMPIANTO DI VERNICIATURA ALL’AVANGUARDIA NELLA FABBICA DI SUOLAHTI

Ma la crescita dell’azienda finlandese è affidata, oltre che alla modernizzazione e all’ampliamento della rete distributiva e di assistenza, ai corposi investimenti stanziati negli ultimi anni da Agco in favore del sito produttivo Valtra di Suolahti.

Nello scorso gennaio ha iniziato le attività il nuovissimo centro logistico di 9.000 metri quadri (nella foto sotto) – la cui realizzazione ha richiesto importanti modifiche del layout dello stabilimento di assemblaggio, consentendo la produzione efficiente di nuove serie di modelli in futuro – e l’estate prossima prenderanno il via i lavori di costruzione di un nuovo reparto di verniciatura all’avanguardia (che sarà operativo, si prevede, a partire dall’agosto del 2022).

Frutto dell’investimento più grande destinato negli ultimi decenni allo stabilimento di Suolahti, il nuovo reparto di verniciatura occuperà un edificio di 1.500 metri quadri, che verrà realizzato accanto alla fabbrica di assemblaggio, ed accoglierà i telai dei trattori più grandi. Sarà inoltre completamente automatizzato, adotterà le più moderne e provate tecnologie (verniciatura affidata a robot programmati in ambiente virtuale 3D, avanzati processi di verniciatura) e, grazie alla sua presenza, l’intera fabbrica finlandese potrà lavorare in modo più flessibile, sostenibile e con una maggiore capacità produttiva, oltre che con una potenziata efficienza in termini di consumi energetici e di sicurezza.

 

LA SERIE 5G DÀ IL VIA ALLA QUINTA GENERAZIONE DI TRATTORI VALTRA

I cambiamenti e i rinnovamenti in casa Valtra coincidono sempre, in sintonia con la prassi aziendale, con il debutto di nuovi modelli. Le danze si sono aperte a fine agosto dell’anno scorso, momento del lancio ufficiale della nuova serie 5G, la prima della quinta generazione di trattori del costruttore finlandese, che sta riscuotendo un lusinghiero successo.

Incoronata Tractor of the Year 2021 nella categoria “Best Utility”, la polivalente serie G di quinta generazione garantisce elevate prestazioni ed efficienza grazie a prerogative quali il nuovo powershift a sei velocità e una notevole capacità di sollevamento.

Ed ancora una potente idraulica (a centro aperto sul modello HiTech e a centro chiuso load sensing con rilevamento della portata sulle versioni Active e Versu) con una pompa da 100-110 litri al minuto. La posizione di parcheggio integrata e i comandi intuitivi rendono la guida fluida e piacevole.

Confortevole e spaziosa, la cabina, facilmente accessibile in piena sicurezza grazie a gradini ampi e autopulenti, offre una ottima visibilità in tutte le direzioni, ideale per i lavori con il caricatore frontale, anche per merito del tettuccio finestrato e della superficie vetrata totale di 5,7 metri quadrati.

 

IL LANCIO DELLA NUOVA SERIE  IN APERTURA DELL’ANNO DEL SETTANTESIMO ANNIVERSARIO

L’anno del settantesimo anniversario si è poi inaugurato con un altro lancio importante, quello della quinta generazione dei trattori della storica gamma di media potenza di casa Valtra, la serie A, presentata nel corso dell’evento virtuale dello scorso 29 gennaio e ancora una volta progettata, secondo la classica filosofia del brand finlandese, ascoltando e mettendo a frutto le richieste e i pareri espressi dai clienti, esaltando il carattere versatile tipico di queste macchine, oltre che le prestazioni e il comfort, con l’introduzione di nuove funzioni.

Sono ancora sette i modelli che formano la pluripremiata gamma entry level del costruttore scandinavo, a coprire una fascia di potenza compresa tra i 75 e i 135 cavalli (tutti già ordinabili). Adesso però i trattori della serie A di quinta generazione, contraddistinti anche da un nuovo design del cofano e delle ruote, sono equipaggiati di motori che soddisfano gli standard sulle emissioni Stage V grazie alla presenza di un filtro antiparticolato (DPF) abbinato al catalizzatore SCR, senza ricircolo dei gas di scarico (EGR), con un intervallo di cambio dell’olio esteso da 500 a 600 ore.

Da segnalare poi, sui modelli A105, A115, A125 e A135, che montano un propulsore Agco Power a quattro cilindri da 4,4 litri di cilindrata, l’avvenuto incremento di potenza di 5 cavalli rispetto ai corrispondenti modelli della generazione precedente.

 

ANCORA PIÙ VERSATILE E CONFORTEVOLE

Ora, inoltre, sulla nuova serie A velocità del motore e potenza possono essere controllate con maggiore precisione grazie al ridisegnato pedale dell’acceleratore, mentre la nuova funzione AutoTraction consente di partire e arrestare il trattore di continuo senza problemi, usando solo i freni senza dover premere il pedale della frizione.

Le novità previste nel restyling operato da Valtra sulla serie A in vista di superiori livelli di efficienza e comodità operativa proseguono sul fronte trasmissioni. Così d’ora in avanti per i modelli d’attacco A75, A85 e A95, dotati di motore a tre cilindri da 3,3 litri, oltre alla trasmissione meccanica GL (Gear Lever) di facile impiego, sarà disponibile in opzione la trasmissione HiTech 2 provvista di powershift a due stadi, per un totale di 24 marce in avanti ed altrettante in retro, in grado di garantire un lavoro più efficiente in campo e regimi del motore inferiori in fase di trasporto su strada.

Quanto ai modelli più venduti, A105 e A115, resta solo per loro disponibile anche la trasmissione powershift HiTech4, a controllo elettronico, a quattro gamme e quattro marce. L’intera serie A, inoltre, è dotata del rinomato inversore Valtra con freno a mano integrato.

 

PERFETTA PER IL CARICATORE FRONTALE

E dal momento che, viene rilevato dal costruttore di Suolahti, più della metà dei trattori della serie A esce dalla fabbrica con il caricatore frontale già installato in produzione, numerosi upgrade sono stati studiati per ottimizzare le operazioni effettuate con il “front loader”: vedi in particolare, oltre ai cambi powershift, l’aggiornamento del bracciolo di comando del caricatore anche sui modelli con trasmissione GL.

Bracciolo già presente sui modelli HiTech4, per i quali, come ulteriore dotazione opzionale, sono previsti i pulsanti di attivazione della Pto sul parafango posteriore.

In piena osservanza della normativa vigente in materia di sicurezza (per cui i trattori devono essere compatibili con i rimorchi dotati di sistema frenante a doppio circuito), poi, la serie A5 viene proposta, a scelta, sia con freni pneumatici sia con sistema di frenatura idraulico del rimorchio.

Novità anche sul versante della connettività: a richiesta, infatti, i trattori potranno disporre del sistema di monitoraggio remoto Valtra Connect.

 

DALLA RIPARAZIONE DEI GUASTI ALLA MANUTENZIONE PREVENTIVA

Restando in tale ambito, ennesima novità annunciata da Valtra, in un prossimo futuro gli utenti di Valtra Connect potranno inviare i dati relativi ai propri trattori al Machine Monitoring Center di Agco che, tramite l’elaborazione e l’analisi delle informazioni trasmesse, consentirà di rilevare in anticipo eventuali necessità di assistenza, mettendo in atto la cosiddetta manutenzione predittiva.

«Normalmente i team di assistenza si attivano in caso di guasti visibili, ma in futuro, quindi, sarà anche possibile prevedere una grande varietà di esigenze di assistenza. Se, ad esempio, un componente si approssima alla fine del ciclo di vita, potrà essere sostituito in corso di manutenzione prima che si rompa». ha spiegato Jani Rautiainen, director parts and service di Valtra EME.

Laddove necessario, ha aggiunto Rautiainen, «il centro assistenza autorizzato Valtra più vicino al cliente e il cliente stesso riceveranno dal Machine Monitoring Center un messaggio indicante il possibile guasto e le istruzioni per la riparazione, con un elenco dei componenti richiesti e una stima del tempo necessario per l’intervento».

Il nuovo servizio, testato nel corso del 2020 ed ora in fase di implementazione ­– avvalendosi dell’esperienza pratica acquisita grazie all’introduzione dello stesso sistema già avvenuta per altri trattori, mietitrebbie e irroratrici Agco – sarà offerto nell’ambito di Valtra Connect, senza alcun costo hardware o software aggiuntivo per i clienti.

 

APPUNTAMENTO IL 16 APRILE PER UN GRANDE EVENTO ONLINE

Adesso è il 16 aprile la prossima data di grande rilievo per scoprire, in concomitanza con l’anno in cui Valtra compie settanta primavere, il ricco carnet di novità approntato dal marchio finlandese per la stagione 2021 e i tempi a venire.

Per il 16 aprile è infatti stato organizzato un grande evento (per partecipare clicca qui) che ospiterà, oltre alla presentazione ufficiale della nuova serie A, tutti i nuovi prodotti in rampa di lancio, a segnare il culmine della solida esperienza vantata dalla casa scandinava e un importante nuovo punto di svolta. Perché, ci tengono a sottolineare in seno a Valtra, dopo settant’anni di storia, passione e successi, il viaggio per il brand è appena iniziato.

 

© Stefania Capponi

 

clicca qui sotto per scaricare il pdf

L'azienda del mese
Sotto i riflettori
trattori breaking news